Crea sito

#IMISERABILI: LA MINISERIE FIRMATA BBC DA STASERA SU RAI3

I MISERABILI | RAI3

Parte questa sera alle 21:15 su Rai3 la miniserie in 3 puntateI Miserabili“, diretta da Tom Shankland e prodotta da BBC, che porta sul piccolo schermo il celeberrimo e omonimo romanzo di Victor Hugo pubblicato nel 1862, “Les Misérables“, e si sviluppa in un arco temporale che va dal 1818 al 1832, seguendo principalmente la storia di Jean Valjean (Dominic West), un detenuto che cercherà in tutti i modi di sfuggire al suo passato e, soprattutto, all’irremovibile Ispettore Javert, (David Oyelowo) al suo inseguimento da anni. “I Miserabili” è anche la storia di una madre giovane e disperata, Fantine, (Lily Collins) spinta dalle circostanze a lasciare la figlia e a diventare una prostituta per mantenersi.

Nel cast anche Adeel Akhtar e Olivia Colman che ricoprono, rispettivamente, i ruoli di di Mr. e Mrs. Thénardier, una coppia di proprietari della locanda e tutori di Cosette. Girata in Belgio e nella Francia del Nord, la miniserie porta la firma, nella sceneggiatura, di Andrew Davies, già noto alla BBC per gli adattamenti di “Guerra e Pace” ed “Orgoglio e Pregiudizio“. A differenza della versione cinematografica del 2012 con protagonista Hugh Jackman, “Les Misérables” non avrà le canzoni del musical originale.

Scarcerato dopo diciannove anni di lavori forzati, Jean Valjean prova a ricostruirsi una vita nella Francia dell’inizio del diciannovesimo secolo. Il suo stato di ex galeotto e la persecuzione da parte dell’ispettore Javert lo spingono nuovamente verso il crimine, ma il vescovo Myriel lo redime e gli dà i soldi necessari per cominciare una nuova vita. Anni dopo Valjean, con una nuova identità ma sempre ricercato da Javert, intreccia la propria vita con quella della prostituta Fantine, che gli affida sul letto di morte la figlioletta Cosette. Insieme alla bambina, Valjean si rifugia nella capitale, dove anni dopo verrà coinvolto nell’insurrezione repubblicana di Parigi del giugno 1832.

Nella prima parte in onda stasera, nel 1815, dopo la sconfitta nella battaglia di Waterloo, la Francia è in ginocchio. Jean Valjean viene finalmente rilasciato dopo aver scontato 19 anni di lavori forzati a Tolone per aver rubato un tozzo di pane. Ma una volta tornato libero, le sue sofferenze non sono finite poiché l’uomo deve continuamente confrontarsi con l’avversione e la diffidenza della gente che incontra. E’ difficile per lui riuscire a voltare pagina e rifarsi una vita. Ma l’incontro con un Vescovo particolarmente amorevole e generoso lo mette in crisi…