Crea sito

IMMA TATARANNI 2: TUTTE LE NOVITÀ DELLA SECONDA STAGIONE. ARRIVA IL REMAKE IN SPAGNA?

La seconda stagione di Imma Tataranni, attesa in autunno su Rai1, ritrova la splendida Matera e il cast che ha appassionato il pubblico, da Vanessa Scalera a Massimiliano Gallo passando per Alessio Lapice. Concluse le riprese nella città dei Sassi, il set della serie tratta dai romanzi di Mariolina Venezia si trasferisce a Viggiano per concludersi a Roma entro metà agosto.

La prima novità di Imma Tataranni riguarda le puntate che da 6 passano a 8. “Questa seconda serie si basa sull’ultimo romanzo ambientato a Matera, Via del riscatto, e poi ci sono delle storie originali che io ho scritto ispirandomi a vari luoghi e situazioni della Basilicata”, ha svelato Mariolina Venezia nella conferenza stampa a Matera. Ascolti permettendo, si pensa già alla terza stagione di Imma.

“Sarebbe bello poter girare anche gli interni se Matera avesse un teatro di posa, perché cambia tutto per noi. Speriamo che presto la città possa dotarsi di questa struttura”. Il regista Francesco Amato esprime questo desiderio nell’ottica futura. Non solo Matera. “Saremo a Monte Vulturino, vicino Viggiano, a 1800 metri, per girare le dinamiche della transumanza”, sottolinea.

Vanessa Scalera, diventata popolare nei panni del sostituto procuratore di Matera, scherza su come è cambiata la sua vita dopo il successo di Imma Tataranni. “Nella prima serie ero una perfetta sconosciuta, con la seconda serie battezzo i bambini, per molti materani sono la Madonna della Bruna, una influencer, diciamo la Chiara Ferragni di Matera”, così l’attrice scherzando in conferenza.

“Il primo anno abbiamo girato 2 mesi, quest’anno 3, quindi mi sento una di voi. Spero che anche questa serie piaccia come è piaciuta la prima, noi ci stiamo mettendo tutta la passione e l’impegno del primo anno, forse anche di più”. Vanessa Scalera sottolinea l’amore per la Basilicata e vuole tornarci, ma con un particolare. “Certo che torno, non più rossa, così non mi riconosce nessuno”.

“Sarò più tranquilla, perché ora andare in giro è dura. E se torno vorrei stare per una settimana a Matera, perché voglio riprendere la casa dove sto ora. Matera è come Venezia, è una città costruita sull’impossibile e quello mi affascina. Ogni volta che mi affaccio sul mio balcone dico “non è possibile che tanta bellezza sia concentrata in un piccolissimo luogo”. Uno splendido spot alla Basilica.

Le fa eco il sindaco di Matera, Domenico Bennardi, ben felice della ricaduta economico sul territorio. “Siamo felici perché Matera è un set cinematografico eccezionale ma c’è una ricaduta sul piano lavorativo, professionale e turistico. Stiamo immaginando una ristrutturazione dell’ufficio cinema per valorizzare e attrarre queste produzioni e rafforzare il legame con le maestranze del territorio”.

Un successo che potrebbe sbarca in Spagna, svela il produttore Beppe Caschetto. “Nei giorni scorsi sono stato ad un incontro con il direttore di Telecinco, la più importante televisione spagnola. Voglio ambientare anche lì una serie di Imma Tataranni ma gli ho detto che non è la stessa cosa, perché il successo di questa serie è anche legata alle tradizioni e alla cultura del luogo in cui viene realizzata”.

Francesco Nardella di Rai Fiction aggiunge: “Ricordo quando a Modica chiedevano una tappa del Festivalbar, invece noi abbiamo ambientato Montalbano e tutti sanno come è andata a finire. Mi auguro che Matera possa continuare a riscuotere grande successo con Imma Tataranni e altre produzioni che raccontano la Matera di oggi”. Lunga vita alle fiction che illuminano le bellezze d’Italia!