IRLANDA DEL NORD-ITALIA: IL MATCH DECISIVO PER I MONDIALI. LELE ADANI IN TELECRONACA

Ci siamo! L’Italia è di scena a Belfast, in casa dell’Irlanda del Nord, per difendere il primo posto del girone C in quest’ultima giornata delle qualificazioni al Mondiale in Qatar in programma nel 2022. Un primo posto che, attualmente, si condivide con la Svizzera – entrambe a quota 15 punti – ma che vede gli Azzurri in vantaggio per quanto riguarda la differenza reti (Italia +11 e Svizzera +9).

Si giocherà su due fronti, dunque, con la squadra di Mancini al Windsor Park e gli elvetici a Lucerna contro la Bulgaria. Chi alla fine di queste due sfide avrà più punti in classifica, oppure la miglior differenza reti – a parità di differenza reti passerà chi ha segnato più gol – nel caso perdurasse la parità di punti, volerà direttamente al Mondiale. La seconda accederà al tabellone degli spareggi.

Irlanda del Nord-Italia è trasmessa in diretta su Rai1 questa sera, lunedì 15 novembre, a partire dalle 20.35, subito dopo il Tg1: telecronaca di Alberto Rimedio e Lele Adani al suo debutto con la Nazionale, interventi da bordocampo di Alessandro Antinelli, interviste di Aurelio Capaldi e Andrea Riscassi, in studio Paola Ferrari e Luca Toni.

Probabile formazione ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Acerbi, Emerson; Barella, Jorginho, Tonali; Berardi, Insigne, Chiesa. All. Mancini.

Probabile formazione IRLANDA DEL NORD (3-5-2): Peacock-Farrell; McNair, J. Evans, Cathcart; Dallas, McCann, Davis, Saville, Ferguson; Washington, Magennis. All. Baraclough.

Squadra arbitrale quasi tutta rumena: a dirigere la sfida Istvan Kovacs, coadiuvato dagli assistenti di linea Vasile Florin Marinescu e Ovidiu Artene. Quarto arbitro Horatiu Fesnic, in cabina Var si parlerà tedesco con Bastian Dankert assistito da Mike Pickel.

Italia, dunque, chiamata a vincere contro l’Irlanda del Nord, cercando anche di segnare quanti più gol possibili per mantenere la miglior differenza reti nei confronti della Svizzera e non scivolare in seconda posizione per poi giocarsi, dunque, la qualificazione agli spareggi che saranno così strutturati.

“Le 10 seconde classificate nei gironi – come si legge sul sito ufficiale della Uefa – sono affiancate dalle due migliori vincitrici dei gironi nella classifica generale di Uefa Nations League 2020/21 che non abbiano raggiunto direttamente la fase finale come vincitrici dei gironi e non si siano già qualificate per gli spareggi come seconde nelle qualificazioni europee. Il 26 novembre 2021, le 12 squadre saranno sorteggiate in tre percorsi di spareggio, con una semifinale in gara unica e una finale. Le tre vincitrici dei percorsi di spareggio andranno ai mondiali”.

«Un po’ di pressione si sente – ha ammesso il ct Roberto Mancini in conferenza stampa – sappiamo che è una partita molto importante, ma la dobbiamo giocare senza avere ansia come è invece un po’ successo dopo aver preso gol con la Svizzera. Quello che questa squadra ha fatto negli ultimi tre anni era impensabile, è normale che durante un percorso ci siano momenti più delicati e oggi è uno di questi. Ma i ragazzi non devono dimenticarsi di quanto hanno fatto e giocare con la massima tranquillità. Ci sarebbe un esame di riparazione a marzo ma vogliamo passare subito».