Crea sito

#IORESTOACASA, LETTURE PER PREPARARSI ALLA TV CHE VERRÀ: LA CATTEDRALE DEL MARE

Cosa leggere? Segnalazioni quotidiane sui libri che hanno ispirato serie tv

in arrivo (o in preparazione) nei prossimi mesi

La Spagna del XIV secolo. Un servo della gleba, il suo desiderio di riscatto, di cambiare un destino già scritto. La Santa Inquisizione. Vendette, amori, tradimenti. La Cattedrale del Mare è “uno di quei racconti dove la Storia diventa romanzo e il romanzo assume con forza mimetica il connotato della grande Storia” (il Venerdì di Repubblica). Scritto da Ildefonso Falcones, è stato pubblicato per la prima volta nel 2006 raccogliendo consensi in tutto il mondo.  È Antena 3, dieci anni dopo, a pensare a una trasposizione televisiva. Oltre seicento pagine in otto episodi da cinquantacinque minuti.

Una produzione imponente: 70 location, 2.500 comparse, 220 animali e 2.000 costumi. Il debutto in Spagna nel 2018 su Antena 3, ma sarà Netflix a darle visibilità su scala internazionale. Ora è Canale 5 a regalare ai telespettatori italiani quella che viene presentata come “un’epopea grandiosa e appassionante”: quattro prime serate, salvo ulteriori variazioni, la prima presumibilmente il 10 aprile. Diretta da Jordi Frades e Salvador García Ruiz, annovera nel cast Aitor Luna (Arnau Estanyol), Pablo Derqui (Joan Estanyol), Michelle Jenner (Mar Estanyol), Josep Maria Pou (Sahat), Silvia Abascal (Elionor), Nathalie Poza (Francesca Esteve), Andrea Duro (Aledis Segura) e Críspulo Cabezas (Genís Puig).

La Cattedrale del Mare ha già anche un sequel (Gli eredi della Terra), da cui i fan vorrebbero fosse tratta una seconda stagione. Un po’ come è stato fatto per la saga de “I Pilastri della Terra” di Ken Follett (il confronto, per chi conosce entrambi gli autori, scatta in automatico). Per ora, per chi volesse prepararsi all’appuntamento di Canale 5, riportiamo la sinossi del romanzo (e buona lettura!):

Barcellona, XIV secolo. NeI cuore dell’umile quartiere della Ribera gli occhi curiosi del piccolo Arnau sono catturati dalle maestose mura di una grande chiesa in costruzione. Un incontro decisivo, poiché la storia di Santa Maria del Mar sarà il cardine delle tormentate vicende della sua esistenza. Figlio di un servo fuggiasco, nella capitale catalana Arnau trova rifugio e quella sospirata libertà che a tutt’oggi incarna lo spirito di Barcellona, all’epoca in pieno fermento: i vecchi istituti feudali sono al tramonto e mercanti e banchieri in ascesa, sempre più influenti nel determinare le sorti della città, impegnata in aspre battaglie per il controllo dei mari. Intanto l’azione, dell’Inquisizione minaccia la già non facile convivenza fra cristiani, musulmani ed ebrei… Personaggio di inusuale tempra e umanità, Arnau non esita a dedicarsi con entusiasmo al grande progetto della “cattedrale del popolo”. E all’ombra di quelle torri gotiche dovrà lottare contro fame, ingiustizie e tradimenti, ataviche barriere religiose, guerre, peste, commerci ignobili e indomabili passioni, ma soprattutto per un amore che i pregiudizi del tempo vorrebbero condannare alle brume del sogno…

2 Risposte

  1. Veu ha detto:

    secondo me come trama è bella, certo non aspettarsi un feuilleton quanto una serie stile I Pilastri della Terra o Il Nome della Rosa.

  2. Mario Parisi ha detto:

    A me convince