Crea sito

LA FUGGITIVA: VITTORIA PUCCINI DEBUTTA NEL NUOVO GIALLO DI RAI1 TRA AZIONE E SENTIMENTI

Debutta questa sera su Rai1 “La Fuggitiva“, una serie thriller al femminile che non rinuncia ai sentimenti. Quattro puntate con protagonista Vittoria Puccini nei panni di Arianna, un’eroina in fuga, ma anche una madre che lotta per sé e per suo figlio, sconfiggendo i suoi nemici con inaspettata sapienza da “guerriera”. La storia di una donna dal passato misterioso che, accusata della morte del marito, riesce magistralmente a sfuggire all’arresto e, da latitante, comincia una difficile indagine per scoprire la verità sull’omicidio del compagno.

LA FUGGITIVA – PRIMA PUNTATA

Arianna è in apparenza una donna come tante: madre di Simone e moglie di Fabrizio, assessore regionale all’urbanistica. Una sera, dopo aver presentato l’inaugurazione di un importante polo residenziale, Fabrizio viene ucciso in casa e Arianna accusata. La donna riesce a fuggire, portando con sé Simone. Sulle sue tracce, il commissario Berti e l’agente Michela Caprioli, decisi a catturarla. I due interrogano Marta e Maurizio Feola (patrigno di Arianna, avvocato e senatore).

Scoprono così che Arianna è la bambina scomparsa più di trent’anni prima in seguito ad una rapina nella villa di famiglia, culminata con il massacro dei genitori. Arianna ricomparve misteriosamente in Italia a sedici anni, dopo aver trascorso un lungo periodo nella Bosnia distrutta dalla guerra. Feola, socio del padre di Arianna, decise di adottarla. Intanto Marcello Favini, giornalista di cronaca locale, è l’unico a dubitare della colpevolezza di Arianna…

LA FUGGITIVA – I PROTAGONISTI

Arianna Comani (Vittoria Puccini)

Solo in apparenza una tranquilla moglie e madre di famiglia, sposata con l’assessore all’urbanistica Fabrizio Comani. Quando il marito viene brutalmente ucciso è accusata dell’omicidio, ma riesce a far perdere le proprie tracce pochi istanti prima dell’arresto. Durante la fuga lotta per scoprire la verità sulla morte del marito, forte anche di un addestramento paramilitare ricevuto nel suo misterioso passato.

Michela Caprioli (Pina Turco)

Poliziotta irreprensibile con un passato doloroso alle spalle, è sulle tracce di Arianna fin dall’inizio. Nel corso dell’indagine, però, si convince che dietro all’omicidio di Fabrizio Comani si cela un vero e proprio complotto, i cui artefici si nascondono molto più vicino di quello che pensa.

Marcello Favini (Eugenio Mastandrea)

Giornalista e blogger tutto d’un pezzo, mal sopporta la vita da semplice redattore di un quotidiano locale. È il primo a mettere in dubbio la colpevolezza di Arianna e a intuire che la donna è stata incastrata. E sarà proprio lei a chiedergli aiuto. Marcello decide di unirsi a lei, diventando anche lui, di fatto, un fuggitivo. Tra i due nasce una complicità che sfocerà in qualcosa di più.

Commissario Berti (Sergio Romano)

Poliziotto di lungo corso dalla reputazione integerrima, la sua vita privata è funestata dalla grave malattia dell’amatissima moglie. È il mentore di Michela, alla quale affida il caso Comani, salvo poi sollevarla dall’incarico quando la sua pupilla inizia a indagare più a fondo, tenendolo all’oscuro di alcune ricerche.

La Fuggitiva è una coproduzione Rai Fiction – Compagnia Leone Cinematografica, prodotta da Francesco e Federico Scardamaglia, e diretta da Carlo Carlei che firma anche soggetto e sceneggiatura insieme a Salvatore Basile, Nicola Lusuardi, Alessandro Fabbri e Federico Gnesini.