Crea sito

MILF-TELEVISION: LA RIVINCITA DELLE “SIGNORE DELLA TV”

Quel sottile filo che lega Pechino Express, GF Vip e Tale e Quale Show 2018

Basta starlette improvvisate! Mai come in questo inizio di stagione celebrity-talent e reality vip sembrano parlare un linguaggio diverso da quello udito fino ad ora, quello delle “Signore della Tv”. Che sia finita l’epoca delle semisconosciute Belen Rodriguez incendiare dall’Honduras gli animi dei telespettatori emergendo tra naufraghi ben più famosi di lei almeno sulla carta? Troppo presto per dirlo.

Quel che però dicono le edizioni di Pechino Express, Tale e Quale Show, GF Vip attualmente in onda è che questi programmi, un tempo passerelle di lancio per soubrette più di nome che di fatto, sembrano in questa prospettiva aver perso efficacia. Viceversa, se riescono ancora a far parlare un minimo di sé, è proprio per la presenza e il carisma di donne che la tv l’hanno masticata. E non poco.

È innegabile che la coppia meglio assortita di Pechino Express 2018 sia quella formata da Maria Teresa Ruta e Patrizia Rossetti. Esaltazione e insofferenza, illusione e disincanto, esasperazione e spazientimento: accostamenti antitetici che funzionano e trovano sui social un consenso superiore di quello riscosso dalle ben più giovani #Mannequin, per quanto gradevoli. E pensare che inizialmente le #SignoredellaTv non erano neanche contemplate nel cast originario…

Allo stesso modo, per quanto il GFVip abbia imbottito il cast di meteorine, showgirl e presunte influencer, a far discutere in questa edizione sono perlopiù la Marchesa, Lory Del Santo, Eleonora Giorgi, Jane Alexander. Chi per un motivo, chi per un altro stanno dando al reality anche quello che Martina Hamdy o Benedetta Mazza non stanno dando. E nel vivere la loro avventura, nel giocare, nel relazionarsi con gli altri concorrenti risultano essere molto più autentiche (e molto più interessanti) di quanto lo possa essere il flirt tra Monte e la Salemi, su cui gli autori continuano inspiegabilmente a puntare in misura quasi disturbante, nonostante la sempre più evidente artificiosità.

Ma la vendetta delle Signore della Tv si gioca anche a Tale e Quale Show: Antonella Elia, Vladimir Luxuria e Alessandra Drusian, indipendentemente da eliminazioni o posizionamento, sono alcuni dei nomi che hanno maggiormente contribuito a rendere appetibile un’edizione priva di particolari sorprese. Luxuria nei panni di Ghali e di Cattaneo, la Elia in quelli di Malgioglio, Sbirulino e Jessica Rabbit hanno regalato le poche imitazioni memorabili di questa annata, rilanciate con maggior successo sui social: la Drusian invece ha finalmente avuto la sua rivincita dopo la bocciatura a The Voice di qualche anno fa.

Insomma, in una tv dove i concetti di “vip” e “nip” sembrano sempre più perdere senso, l’esperienza vince sull’improvvisazione. E il piccolo schermo torna ad essere appannaggio esclusivo delle “Signore della Tv”. Le aspiranti soubrettine sono avvisate!

2 Risposte

  1. Alessandro Stamera ha detto:

    Concordo al 100% per quanto riguarda la Ruta e la Rossetti: ciò, dovrebbe far capire a Magnolia che il pubblico nei reality vuole personaggi di spessore, divertenti e che creano dinamiche in modo non becero, e non personaggi come Eleonora Brigliadori o Fabrizio Corona.
    Concordo in parte per quanto riguarda il GF VIP: dal poco che ho visto, effettivamente, Eleonora Giorgi era un personaggio interessante, e trovo apprezzabile il fatto che Lory del Santo non marci sul suo lutto familiare, mentre dissento totalmente su Jane Alexander che a mio avviso ha fatto abbastanza una figura del cactus.
    Non so cosa pensare invece dello show di Conti perché non lo seguo affatto.

  2. marta70 ha detto:

    L’esperienza vince sull’improvvisazione, applausi. Si chiama mestiere, quello che si costruisce su quella vecchia cosa chiamata gavetta. Chi l’ha fatta si vede eccome.