Crea sito

LA RAI ACCESA IN ESTATE PER FAR COMPAGNIA AL PUBBLICO: RIPARTONO BALLANDO E LA CORRIDA?

Una lunga intervista rilasciata dall’ad Rai Fabrizio Salini punta l’attenzione sulla Rai ai tempi del Covid-2019, Una macchina che non si è mai spenta, e non si spegnerà nemmeno in estate.

Le lezioni on-line.

Dalla prossima settimana, in accordo con il ministero dell’Istruzione inizierà un percorso di didattica a distanza con lezioni in diretta per le scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado. Comunque, se parliamo di offerta culturale, in questo periodo l’abbiamo diffusa tra i canali di Rai Cultura, come il pomeriggio di Rai Storia, Rai3 e i siti con l’immenso archivio delle Teche. E ancora i libri, il teatro e la musica di Radio Rai, le opere del Teatro alla Scala.

Il ruolo di RaiPlay.

RaiPlay è una piattaforma che si sta contraddistinguendo. E quello che dal primo giorno dell’emergenza sta facendo per i giovani e i bambini sul fronte dell’e-learning e dell’intrattenimento è di assoluta eccellenza. Gratuitamente e senza bisogno di registrarsi. RaiPlay è un bene prezioso per la Rai: si pensi all’unicità e originalità di proposte come “Viva RaiPlay”, primo show live su un piattaforma Ott, del prossimo tripdoc di Jovanotti o a quello che è stato “L’Altro Sanremo”, in termini di numeri e innovazione.

Niente Europei e Olimpiadi.

I due grandi eventi sportivi porteranno a un risparmio di costi, ma va calcolata la stima sulla diminuzione dei ricavi pubblicitari. Continuiamo a lavorare con determinazione al fine di tenerci il più possibile vicini al risultato previsto nel budget 2020. Olimpiadi ed Europei sono stati posticipati al prossimo anno e avranno un impatto, di cui dobbiamo già tener conto, sul 2021.

La Rai accesa in estate.

Stiamo peraltro ridefinendo la nostra programmazione estiva non solo sulla base dell’assenza dei grandi eventi sportivi ma di una più ampia e articolata platea televisiva dovuta, purtroppo, al possibile prolungarsi dell’emergenza sanitaria.

La lotta alle fake news.

Di Bella è il coordinatore del gruppo che ha il compito di contrastare il fenomeno delle fake news, previsto dal Contratto di servizio e dal Piano industriale. Nell’attuale situazione di emergenza abbiamo sentito l’esigenza di comporre un comitato scientifico di virologi, medici e uomini di scienza che permetta di valutare le molte notizie che arrivano sul coronavirus.

Sintesi dell’intervista rilasciata al Sole24Ore

4 Risposte

  1. Lorenzo Gubello ha detto:

    E se magari si potrebbe fare vieni da me in estate?Visto che son saltate puntate e magari una versione estiva almeno per giugno luglio

  2. Alex Mike ha detto:

    Speriamo che per accesa non significhi vita in diretta dalle 2 alle 7.

  3. Rowling in the deep ha detto:

    Ben venga Ballando in estate per tenere compagnia al pubblico, come è nello spirito del servizio pubblico.
    I colognini a collo alto continuino pure a farneticare e proporre fantasiose ipotesi inventate dalla loro piccola testa.

  4. GP9⚽⚽⚽⚽🏁🏁🏁🏁 ha detto:

    Si ottima decisione