Crea sito

LA TV CHE VERRA’: MENO FICTION E PIU’ REALITY, MA PER PECHINO OCCORRE PAZIENZA

Dante Sollazzo, capo intrattenimento Endemol, illustra la tv che vedremo a partire dall’autunno tra Rai e Mediaset.

Partiamo dall’esperienza del Grande Fratello Vip, che è continuato ad andare in onda:

Noi siamo già “rodati”. Siamo andati in onda senza pubblico, con il conduttore collegato da Milano: è stato un GF naïf, più simile alle origini ma ha funzionato. 

Per Sollazzo i fan dei reality non dovranno preoccuparsi, anzi.

Credo che i reality show saranno i primi a ripartire. Le fiction hanno tempi lunghi di realizzazione, sono più penalizzate. Il reality si adatta alla realtà: basterà isolare i concorrenti prima dell’inizio dello show, come già succede, ma per un periodo più lungo.

Anche La Pupa e il Secchione, che tornerà su Italia 1, potrebbe cambiare.

Si potrà “grandefratellizzarlo”, con i concorrenti chiusi in un acquario.

Per i quiz invece? Ne parla Fabrizio Ievolella, ceo di Banijay Italia.

Per primi ripartiranno i game show come L’Eredità, senza pubblico.

Per Pechino Express si dovrà invece attendere un po’ di più, conclude Ievolella.

Pechino è più difficile perchè prevede viaggi e contatti con il mondo esterno. Prevediamo di iniziare la pre-produzione in autunno e, se tutto va bene, di girarlo nel 2021.

Fonte: Oggi

2 Risposte

  1. Sabato ha detto:

    Mi hanno colpito due affermazioni:
    – sul Grande Fratello di Signorini: “È stato un GF naïf, più simile alle origini“. Sinceramente non trovo alcuna attinenza con le prime edizioni: il GF della Bignardi si è ribaltato nella tomba!
    – su La Pupa E Il Secchione: “Si potrà ‘grandefratellizzarlo’, con i concorrenti chiusi in un acquario“. Mi sembra un’ipotesi inverosimile, visto che l’ultima edizione del reality è stata registrata in stile factual, senza diretta e senza studio, nell’ottica del risparmio!

  2. GP9⚽⚽⚽⚽🏁🏁🏁🏁 ha detto:

    Bene Bene