Crea sito

LA TV DEL FUTURO (a cura di CT83)

LA TV DEL FUTURO (a cura di CT83) Back-to-the-future---il-logo-originale-del-primo-film (1)

SCENARIO TV – In Italia con la decisione di far diventare Rai sempre più libera dalla pubblicità, per fare comunque introiti, viene creata un altra azienda per la vendita di prodotti e canali tv a marchio Rai. Mediaset Premium fallisce ed entra in campo Telecom Italia che potenzia Tim Vision dando filo da torcere a Sky.

RAI – In Rai la cura Dall’Orto si sta facendo sentire. Importante novità è l’unione di tutti I telegiornali, televideo e tg regionali sotto il nome RaiNews. Per i primi mesi il logo di RaiNews sta sotto i loghi dei vari tg per poi prendere posizione definitivamente. Viene ridotto il personale, rendendo il reparto notizie più fluido. I giornalisti sono indipendenti da azioni di governo-politico e RaiNews diventa un punto importante per l’informazione italiana.

Rai1 si libera definitivamente degli agenti porta sfiga e della pubblicità e grazie al nuovo dipartimento RaIdea, si creano nuovi format di successo, tanto da essere venduti pure all’estero. Nuova regola della prima tv nazionale sarà creare programmi non più lunghi di due ore. Fuori tutti I raccomandati, dentro le persone che meritano. Il trash non esiste più e, se capita, i personaggi vengono licenziati il giorno stesso.

Rai2 diventerà la rete factual-giovane mentre Rai3 diventerà la rete d’avanguardia e trasgressiva (diventando terza rete nazionale, Rai2 quarta a pari merito con Canale5). Dalla quasi fallita Mediaset compra I Simpson e I Griffin, inoltre ci sarà un ciclo di documentari che faranno scalpore ma che susciteranno un grande interesse.

I canali Rai4, RaiNews, RaiYoyo e RaiGulp rimarranno nel digitale terrestre e gratis.
Per quanto riguarda il nuovo gruppo privato, tutti gli altri canali Rai saranno a pagamento nei vari bouquet Sky e Tim Vision, creando cassa alla Rai per la formazione di programmi ed idee e per sopravvivere senza l’abuso di pubblicità. RaiScuola e RaiStoria si uniranno per formare il nuovo RaiQuark che raggiunge un discreto 2%.

MEDIASET – Non cambia quasi nulla…e si sapeva. Stessa solfa. Non riescono proprio a capire che l’era Biscione è finita negli anni Duemila. Vendono Premium a Tim Vision per fare cassa. Italia2 e Mediaset Extra chiudono. La sede di Roma viene venduta e si trasmette solo da Milano.

La De Filippi passa a Discovery e porta con se tutti I programmi Fascino. Canale5 è ormai quarta rete nazionale. Italia1 e Rete4 sono ormai digitaline. Si dice Mediaset chiuderà tra qualche anno, infatti la maggior parte del personale viene assunto dalle altre tv che approfittano del declino Mediaset.

LA7 – Cairo diventa sindaco di Milano, quindi la tv viene venduta alla DeAgostini, la quale trasformerà la tv, tenendo alcuni personaggi ma aggiungendo programmi tipo X-Factor, Masterchef e persino Il Segreto, scippato a Canale 5. La rete riuscirà ad fare punte del 15-20% in prima serata, diventando la seconda tv nazionale dietro Rai1.

DISCOVERY – Con l’arrivo della De Filippi, Real Time, raggiunge cifre del 15%… soprattutto nel pomeriggio grazie a Uomini e Donne e Amici. Il sabato sera su D8 arriva C’e’ Posta per te che si piazza terza dopo il nuovo Ballando di Rai1 (non più sotto Milly Carlucci, passata a TV2000) e l’X-Factor di La7.

TV LOCALI – Barbara D’Urso conduce un programma notturno di Posta del Cuore su una tv di condominio.

13 Risposte

  1. ct83 ha detto:

    darkap: mi sono immaginato una rai stile bbc ..sognare e’ ancora gratis 😛

    Grazie veronica. w la7! 🙂

  2. veronica ha detto:

    Bel punto lettore. La povera mediaset sempre maltrattata, comunque almeno. hai dato un bel destino a la 7. Complimenti.

  3. darkap ha detto:

    Le redazioni unificate sembrava dovesse essere una riforma imminente all’interno della Rai e invece non si è più fatta per i soliti motivi che conosciamo: la politica ci deve mangiare con i vari telegiornali di varie correnti. Speriamo che si realizzi davvero fra cinque anni una cosa del genere!

    Agenti porta sfiga haahah e Rai 3 commerciale con prodotti come I Simpson un po’ mi ha fatto sorridere 😀 Carini anche gli altri scenari e la chiosa sulla povera d’Urso costretta a fare street television

  4. Ct83 ha detto:

    Grazie mille Max 🙂

  5. max31 ha detto:

    Bello, mi piacciono i cambiamenti per la Rai, Mediaset invece fallisce per tutti

    Complimenti ct83

  6. ct83 ha detto:

    Grazie Marco! avevo letto che Cairo potrebbe candidarsi quindi perche no.. meglio venderla e farla diventare grande 🙂

    Poldo: anche per me la rai dovrebbe essere cosi.

  7. marcolovesbrittney ha detto:

    Bel pezzo,

    soprattutto esilaranti le note su Cairo sindaco e D Urso da tv di condominio. La De Filippi ce la vedo a svernare sui canali Discovery.

  8. Ct83 ha detto:

    Hahha grazie bubino per aver postato il mio futuro XD

  9. bubinoblog ha detto:

    Molti cambiamenti interessanti e rimescolamenti nel mazziere dei gruppi televisivi.

  10. Poldo94 ha detto:

    una RAI1 così dovrebbe essere la realtà più giusta e invece è un’ipotesi utopica.. che tristezza

  11. pleiades ha detto:

    Come sempre mediaset allo sbaraglio 😀

    Che trash

  12. Stile Libero ha detto:

    Carlucci su TV 2000??? AHAHAHHAHAH

  13. Liuks ha detto:

    Trash su mediaset