Crea sito

LA TV GENERALISTA E LA SCARSITA’ DI NOVITA’ DELL’AUTUNNO 2020, MA E’ DAVVERO COSI’?

Noi italiani siamo così ci lamentiamo spesso, siamo esterofili pensiamo che gli altri facciano sempre meglio di noi, non ci va bene quasi nulla e la tv e dintorni non fa distinzione. Dopo la presentazione dei vari palinsesti autunnali di tutti i maggiori gruppi che operano in ambito generalista, come ogni anno è iniziato lo sport preferito del belpaese, la critica per la presunta totale mancanza di novità, ma è davvero così? cerchiamo di scoprirlo…

Al netto della crisi dovuta all’epidemia di Covid 19 che effettivamente e nessuno può negarlo ha messo i bastoni tra le ruote ai broadcast che si sono ritrovati in seria difficoltà ovviamente non solo in Italia, l’autunno non porterà così poche novità come si dice. Mediaset senza dubbio è la più immobile tra tutte le aziende, ma questo è ormai purtroppo un abitudine decennale, con la “scusa” di una perenne crisi finanziaria il Biscione gioca al ribasso e propone palinsesti fotocopia anno dopo anno. Quando poi cerca di muoversi un attimo con qualche novità sbaglia, e quindi il must è: chi ce lo fa fare di cambiare? Grazie soprattutto a Santa Maria De Filippi riescono comunque a raggiungere gli obiettivi minimi e finchè regge il filone “fascino” non aspettiamoci rivoluzioni.

La Rai è quella più dinamica, vuoi per giochi di potere politico, vuoi per vocazione offre sempre e anche quest’anno non poche novità anche nel day-tyme soprattutto di Rai1 e Rai2, poi si può disquisire sulla scelta dei temi trattati, della linea editoriale e dei gusti personali ma non si può certo dire che non muovano molto il palinsesto. Rai1 si ritroverà dalle 12 alle 15.45 con una programmazione totalmente differente rispetto alla scorsa stagione, e prima di parlare di roba vista e rivista io farei almeno partire i prodotti e poi se ne può tranquillamente discutere. In primetime propone un talent comunque nuovo ok che The Voice lo conosciamo ma non nella versione Senior. Stesso discorso per Rai2 che rivoluziona il primo pomeriggio e il sabato pomeriggio

Come cambieranno Rai, Mediaset e Sky per l'effetto Netflix - Startmag

A Sky si critica la poca inventiva e l’appoggiarsi troppo a vecchi titoli già conosciuti della generalista classica, Non ci vedo nulla di male se perseguano questa strada con Tv8, avendo dichiarato che puntano a farla diventare sempre più una piccola generalista. Sky come tutti i grandi gruppi che operano soprattutto con la pay tv ormai punta all’esclusività e la qualità delle serie originali, e ovviamente degli eventi sportivi quindi non capisco in questo caso il focus della polemica.

Discovery giustamente viene esaltata in quanto l’unico gruppo che almeno prova a sperimentare cose nuove, anche in questo caso però parliamo di novità relative ai gusti del target a cui i vari canali si rivolgono, ossia vari format e factual molto simili a quelli già esistenti e d successo. La7 è al pari di Mediaset immobile ma è anche onesto riconoscere che la rete di Cairo ha rispetto ai competitor decisamente meno disponibilità economiche, e vista la struttura della rete anche meno possibilità di sperimentare seriamente.

Ma il punto è proprio questo, cosa s’intende per sperimentare? Cosa può proporre di nuovo la tv generalista nel 2020 se già di per se è vecchia lei stessa come concetto sociale? Oggi con il boom e la diffusione dello streaming, la tv tradizionale ha perso quella spinta innovativa tipica di qualche decennio fa, perchè semplicemente sempre più raramente fa tendenza. Oggi la tv classica come la conosciamo non può permettersi di sperimentare come 20 anni e più fa, non ci sono i margini e francamente non se ne sente nemmeno così tanto il bisogno, e soprattutto bisogna massimizzare i guadagni a dispetto dei costi. Il pubblico è sempre più attivo non subisce più passivamente l’offerta ma sceglie cosa vedere, dove, e quando.  Quindi logica vuole che i “vecchi” grandi gruppi generalisti focalizzino le loro attenzioni e le loro risorse a ciò che effettivamente è rodato e funziona, cercando per quanto è possibile di attualizzare il linguaggio.

Quando leggo che programmi come Tale & Quale, Ballando con le Stelle, Amici, Tu si Que Vales, X Factor, Italia’s Got Talent sono vecchi di 15/20 anni mi viene da ridere, e mi chiedo se chi muove tale critica stia scrivendo solo per il gusto di criticare. Tutti questi show sono programmi che non arrivano stanchi all’autunno 2020, ma bensì ancora abbastanza freschi e ancora seguiti da una buona, in alcuni casi ottima fetta di pubblico, perchè negli anni hanno saputo rinnovarsi e attualizzarsi, rimanendo al passo coi tempi. Poi quando viene proposto qualcosa di nuovo (vedi Cantante Mascherato) si critica a prescindere per ogni virgola e non si da il tempo di stabilizzarsi ed eventualmente crescere. In conclusione se non si capisce che la tv generalista è cambiata, che il modo di usufruire del servizio tv del pubblico è cambiato, se si sostiene che quest’autunno sarà l’ennesimo privo di novità, allora probabilmente il problema non è di chi la tv la fa, ma di chi la commenta.

PS. guardate un pò l’immobilismo estero e poi ne riparliamo…

4 Risposte

  1. Gianpaola Mossa ha detto:

    Però Sky che è una TV a pagamento dovrebbe proporre anche qualcosa di diverso nell’ambito dell’intrattenimento (come pare fosse il programma di Catelan, non confermato), se non perché una persona dovrebbe pagare per vedere programmi simili a quelli trasmessi dalle TV in chiaro?

  2. Ital ha detto:

    Diciamo che la critica di immobilismo …viene fatta soprattutto dai fan sfegatati dei principali gruppi ….
    Non ci sono grandi novità ? Vero soprattutto a Mediaset che usura vecchi format che continuano a reggere ….ma ormai pare prassi consolidata …finche Maria mette gli ascolti a posto …
    La Rai …invece a fronte di show in pt confermati ….da spazio anche a qualche novita come lo show di Beppe Fiorello e il nuovo talk in pt su Rai 2 e 3 o il nuovo Fazio che raccontera’ la tv del passato …
    Non saranno vere novità? Vedremo …
    E poi alcuni NUOVI titoli di fiction ….oltre che un daytime riscritto ….
    Sul fronte La 7 ….credo che i buoni risultati della stagione conclusa …mettano tranquillità all’editore ….
    Ce sempre tempo …per aggiungere piccole novità se …possibili …

  3. Ital ha detto:

    Effettivamente …da Sky pay …sul fronte produzioni …ci si aspettava qualcosa di più….
    Io Cattelan e il suo talk l’avrei confermato …
    Ma ce sempre un ricco piatto di sport, cinema , serie Tv …che attira gli abbonati

  4. Ital ha detto:

    Per chiudere …Sky e Discovery ….non hanno grosse novita’ ….ma cercano di puntellare una doverosa crescita …con un occhio al pubblico di riferimento….ma sono anche …le reti sbarazzine che hanno arricchito con scelte nuove o con personaggi interessanti che non venivano piu ospitati sulle reti maggiori ….vedi Crozza, Bignardi e Papi …