Crea sito

LE FICTION DI CANALE 5 E LA NECESSITA’ DI UNA STRATEGIA PER USCIRE DALLA CRISI

Partono o non partono? Chissà, per ora tutto tace ma è probabile che le Fiction Mediaset, dopo un autunno nero, ripartano a metà marzo. La serata prescelta dovrebbe essere quella del mercoledì, dopo la fine del nuovo ciclo del Milionario che terminerà l’11 marzo. – Articolo a cura di Fabio Turri

Canale 5 e Mediaset hanno la necessità di creare una strategia che faccia capire al pubblico in quale serata trovare i prodotti seriali sulla prima rete del Biscione. Questo significa che per tutta la stagione devono cercare di mantenere le fiction al mercoledì (anche in caso di magri risultati), e perseguire questa strada in estate, fino all’arrivo delle novità autunnali. Questa strategia deve essere poi supportata dal gioco di squadra con i programmi della rete e da una programmazione ad hoc fatta di repliche sulle così dette digitaline, che stanno diventando un punto di forza per la prima serata di casa Mediaset. Quindi perché non sfruttarle?

La mia proposta per il piano fiction Mediaset 2020.

Si parte con la seconda stagione de Il Silenzio dell’Acqua con Ambra Angiolini e Giorgio Pasotti da mercoledì 18 marzo a mercoledì 8 aprile. La stessa può essere preceduta da una maratona della prima stagione in prima serata sul 20 da lunedì 9 a giovedì 12 marzo, con replica della nuova serie ogni giovedì sera sempre sul 20.

Per le vacanze di Pasqua ci si ferma con il film Il Diavolo veste Prada, mercoledì 15 aprile, ma allo stesso tempo si prepara il terreno per la fiction che verrà dopo, e che per tematica parla allo stesso pubblico.

Da mercoledì 22 aprile a mercoledì 13 maggio dovrebbe infatti arrivare Made in Italy.

Per dare più risalto alla fiction è necessario replicare ogni episodio il giovedì sera su La5. Inoltre, visto il ponte, le prime due puntate possono essere trasmesse anche venerdì 1 maggio nel pomeriggio di Canale 5.

Si chiude la garanzia con la già annunciata fiction Fratelli Caputo con protagonisti Nino Frassica e Cesare Bocci, da mercoledì 20 maggio a mercoledì 10 giugno.

Infine, da mercoledì 17 giugno a mercoledì 15 luglio la seconda parte di New Amsterdam 2.

Anche in estate non ci si ferma e si riscoprono i volti amati dal pubblico della rete. Da mercoledì 22 luglio a mercoledì 12 agosto può essere riproposto Il Bosco, con Giulia Michelini. Si continua poi con Libero Grassi del ciclo Liberi Sognatori con Giorgio Tirabassi mercoledì 19 agosto. E con L’Amore Strappato di Sabrina Ferilli, da mercoledì 26 agosto a mercoledì 9 settembre.

Mercoledì 16 settembre si parte invece con la nuova stagione di Fiction Mediaset. Apre le danze Giustizia per tutti con Raoul Bova. Poi, si chiude l’anno con Masantonio, la fiction in 5 puntate che ha per protagonista Alessandro Preziosi.

In attesa delle novità si potrà poi puntare su serie internazionali. Oltre alla possibile terza stagione di New Amsterdam, ed alla seconda stagione de La Caccia con Megan Montaner, propongo un’adrenalinica alternativa ovvero The Catch, serie americana in due stagioni ideata e prodotta da Shonda Rhimes (Grey’s Anatomy).

20 Risposte

  1. Veu ha detto:

    diciamo che se la fiction non piace, possono fare anche sole 4 puntate ma non funzionerà mai.
    Che poi credo che vedendo l’andazzo prima o poi produrrà solo più tvmovie perchè tanto già alla seconda puntata il pubblico scappa.

    Per piacere la fiction deve essere coinvolgente e avere un cast amato dal pubblico della rete, altrimenti non funzionerà mai.
    Ora come ora produce fiction una peggio dell’altra, siamo obiettivi ma al pubblico di Canale 5 non gliene importa nulla delle scopiazzature fatte male di Dottor House, di The Killing, di Downton Abbey, ecc. già le serie madri hanno floppato miseramente in Italia figurarsi le brutte copie che sono andate tutte male: di Dottor House quella con Ward fu flop e prontamente ci ripropongono Oltre la soglia flop pure quella, di The Killing già Non Uccidere sulla Rai fu flop e loro prontamente propongono Il Processo, di Downton Abbey ci hanno provato in Italia ben tre volte (I Segreti di Borgo Larici, Grand Hotel e infine Sacrificio d’amore e nessuna ha funzionato), se già le serie madri floppano come pensano che le brutte copie possano andare?
    Ma poi anche qua con Sacrificio d’amore hanno perso un treno, è vero 26 puntate (poi ridotte a 22, poi a 21 e infine a 16) erano tante, ma se l’avessero fatta bene avrebbe potuto fidelizzare, ma doveva essere ben fatta con un buon cast amato e una storia coinvolgente da vero feuilleton con personaggi archetipi non una robaccia pastrocchio prima medical drama, poi storia di guerra, poi mafia story e infine il gangster movie (generi che non c’entrano una mazza col feuilleton e ammazzano sempre il romanticismo!) avrebbero potuto fidelizzare, ma invece ci tirano fuori una robaccia con trama orrida, protagonisti – parlo dei personaggi – antipaticissimi, adulteri e odiosi (lei poi veramente un insulto alle donne!) cast semi-sconosciuto e per nulla amato nè popolare, insomma invece di fidelizzare si sono trovati un peso da smaltire in pieno luglio-agosto.

    E che dire delle altre? Amore pensaci tu bruttissima con tutti quei bambini urlanti, Il Processo fredda, buia, lenta, per nulla coinvolgente e soporifera (e pensare che era un giallo!), Oltre la soglia incomprensibile e allontana-pubblico, Lontano da Te un sorriso lo strappava ma siamo sinceri era demenziale, insomma non c’è da stupirsi che la Fiction Mediaset va malissimo, se propongono storie di quel tipo.

    Poi storie più classiche funzionano: La Caccia un giallo classico ha fatto meglio delle costosissime Processo e Oltre la Soglia, Wonder Woman e Cenerentola vincono la serata (aggiungo che Cenerentola al primo passaggio affossò l’orrida Sacrificio d’amore e non venitemi a dire che James e Madden sono volti popolari su Raiuno), I Miserabili fa arrivare Raitre a livelli dove mai era arrivata finora, ecc. E ricordiamoci il passato: La Donna del Mistero resta tutt’oggi la serie più vista in assoluto di Rete 4, Il Segreto è diventato fenomeno di massa, l’ultimo vero fenomeno della television, storie classiche, con archetipi classici che prendono il pubblico (e pure prodotti da daytime, immaginate storie classiche con trame boom e personaggi altrettanto forti in prime time, potrebebro spaccare).

    Invece questi puntano su robacce di nicchia perchè pare che faccia figo fare robe incomprensibili che poi tanto nessuno si vede e si buttano i soldi nel cesso (scusate la volgarità ma quando ci vuole ci vuole).

    Secondo me prima o poi la Fiction Mediaset chiude definitivamente, o cambiano strategia e tornano indietro o chiude, c’è poco da fare.

    Anche perchè tanto il pubblico oggi vede subito i primi 5 minuti, parte la pubblicità e scappa perchè il prodotto non piace (e poi se già nei primi 5 minuti mi metti come in Sacrificio d’amore la protagonista che parla di genitali femminili dinostrandosi una truzzetta volgare che si atteggia a gran dama allora come possono pretendere che il pubblico non scappi?) o se resta vede la prima piuntata, ma la seconda non la vede perchè il prodotto o è brutto o non convince.

  2. Veu ha detto:

    Finalmente rifunziona Disquis…

    Comunque non ci sono titoli forti, per risollevarsi deve riconquistare il pubblico facendo marcia indietro e realizzando fiction che raccontano storie che piacciano al pubblico, storie che il pubblico vuole da anni: un gran bel feuilleton di quelli che prendono e fanno rimanere incollati alla tv dalla prima all’ultima puntata (ma il fenomeno di Il Segreto non ha insegnato nulla alla direzione Mediaset di come deve essere fatto un feuilleton?) , poi accanto una bella saga famigliare, storie nazional-popolari, ecc.) e metterci per protagonisti i volti che hanno fatto la storia della Fiction Mediaset.
    E ovviamente darsi anche una regolata con gli orari e con le pubblicità.

    Se invece continua di questo passo andrà sempre peggio e non mi stupirei che prima o poi chiudano il settore, non potranno continuare a fare dal 6% al 9% di share con tutte le fiction.
    Diciamocelo i nuovi titoli sono tutti brutti e fanno scappare pubblico, forse l’unico che si salva è appunto Il Silenzio dell’Acqua che è già rodata.
    Urge comunque una svegliata veloce!

  3. Gaetano Di Nucci ha detto:

    Nel frattempo la rai ti produce l’amica geniale famosa e apprezzata in tutto il globo …

    Sky sempre più internazionale con Gomorra e new pope . E loro stanno appresso a live e uomini e donne non comprendendo che tutte le TV mondiali hanno il loro business sulle fiction . ..
    Ma vendessero tutto a chi la TV la sa’ fare che ci meritiamo una TV commerciale migliore e moderna

  4. Gaetano Di Nucci ha detto:

    Reality ? Troppo costosi ? Registrassero tutto tanto ste.lungaggini di ste puntate inutili non interessano a nessuno .. vedi tempation moooolto più avvincente

  5. Erodio76 ha detto:

    Se le fiction non sono all’altezza, puoi programmare con tutta l’assoluta costanza che vuoi, ma sempre magri risultati avranno. Anche le repliche sono inutili se si parte dall’11%…. Bisogna lavorare con attori di richiamo e storie coinvolgenti. Non riuscire a mantenere il pubblico con fiction di 4 puntate è assurdo

  6. Fabio Turri ha detto:

    Anche sul simulcast sono d’accordo
    L’avrò ripetuto già 100 volte! Ahahah

  7. Michael93 ha detto:

    Qui ti do ragione…. prima fidelizzano un pochino e poi….. un disastro😂😂

  8. Gaetano Di Nucci ha detto:

    La cosa assurda che lo scorso anno mandando alla domenica FISSO la fiction hanno ottenuto qualche timido risultato.

    Quest’ anno tutto come prima …. Ma a Mediaset i dirigenti li prendono da mezzo la strada? Incompetenti . Piersilvietto in primis .

    Fanno una TV antica e credono che il pubblico li segua a prescindere

  9. Ital ha detto:

    Sui titoli ….c’è pero …poca carne sul fuoco….
    Dopo Made in Italy ….vedo solo Masantonio…di davvero interessante….e poi se ci puntano bene tra autunno e inverno la” nuova ” Ferilli ….
    Per le repliche punterei su La 5 ….piu idonea di 20 …sempre ….
    E come fa Discovery …qualche volta …se ci credi ….fai anche un forte simulcast ….di 4 /5 reti ….per dare una partenza forte al prodotto ….se merita …

  10. Michael93 ha detto:

    Per me ci
    Vuole una cosa: RICONQUISTARE LA FIDUCIA DE PUBBLICO.
    Orari pazzi. Partenza delle fiction massimo alle 21:20 e un giorno/due fisso a settimana. No il venerdi!! E tanta pubblicità in tutti i programmi!! Complimenti Fabio❤️

  11. Fabio Turri ha detto:

    Totalmente d’accordo
    Grazie Ital

  12. Ital ha detto:

    Penso che ci si sia dimenticati….al biscione ( lo fanno solo con Queen Mary ) del fattore fidelizzazione e abitudine….fondamentale….nell’organizzare il palinsesto …..
    E quello che dici Fabio ….ovvero un giorno alla settimana dedicato alle fiction nostrane alternato a serie internazionali e’ una buona idea….
    Detto questo ….poi però come dice anche qualcun altro ….e’ importante partire alle 21,30 e continuare a proporre senza maratone ….di 4 ore o spostamenti idioti …la fiction ….anche se i risultati non sono proprio soddisfacenti ….

  13. Gaetano Di Nucci ha detto:

    Se non fossero così con pezze al deretano e magari si modernizzassero un po’ potrebbero provare il modello americano.

    Ok le due serate del GF vip… Magari farle una di un ora ( eliminazioni e sorprese ) e l altra classica fino alle 23 e 30

    In quelle da un ora lancerei dopo una fiction con una puntata così :

    21:15-22:15. GF vip
    22:15 -23:30 fiction

    Sarebbe un modo per rinnovare e cercare di allinearsi un po’ … Tutto troppo uguale e sta ‘ andando tutti a fondo

  14. Fabio Turri ha detto:

    Hai ragione, quello mi sono dimenticato di scriverlo
    Le fiction devono partire alle 21:30 e chiudere entro le 23:30

  15. Fabio Turri ha detto:

    Grazie a te! Sempre

  16. Bubino ha detto:

    Grazie Fabio, idee e spunti sempre interessanti e condivisibili!

  17. Gaetano Di Nucci ha detto:

    Se fai iniziare una fiction alle 10 nessuno la guarderà mai .. punto basta e stop .

    Comunque la tua strategia e’ giusta … Continuare anche in estate . Giorno fisso come avevano fatto lo scorso anno . Poi hanno visto due risultati decenti e hanno fatto come al.solito

  18. Hannibal smith ha detto:

    Sono d’accordo con te👏👏. Con questa ottima strategia il mercoledì diventerebbe la serata fiction

  19. Tex ha detto:

    Io avrei fatto subito partire Fratelli Caputo con il traino di Don Matteo

  20. IMMA #rosyabate ha detto:

    Aiutoooo.. Non vedo nessun buon titolo in arrivo.