Crea sito

LE FICTION DI RAI1 CHE APRIRANNO IL 2021: IL COMMISSARIO RICCIARDI, CHE DIO CI AIUTI, MINA SETTEMBRE E TANTO ALTRO

La Rai ha comunicato la programmazione fiction di Rai1 dell’inverno 2021 che avrà in serbo molti titoli attesissimi dal pubblico. Il Commissario Ricciardi con Lino Guanciale, Che Dio ci aiuti con Elena Sofia Ricci e tanto altro.

Ecco nel dettaglio le fiction che vedremo a gennaio e febbraio 2021 su Rai1.

Domenica: Mina Settembre (Serena Rossi), dal 10 gennaio + Lolita Lobosco (Luisa Ranieri), dal 14 febbraio

Lunedì: Mina Settembre (solo il 18 gennaio), Il Commissario Ricciardi (Lino Guanciale), dal 25 gennaio

Martedì: Chiara Lubich (film-tv con Cristiana Capotondi) il 23 febbraio, Che Dio ci aiuti (solo il 16 febbraio)

Giovedì: Che Dio ci aiuti (Elena Sofia Ricci), dal 7 gennaio + Un Passo dal Cielo (Daniele Liotti), da marzo

Per quanto riguarda Rai2, è attesa da mercoledì 17 febbraio la nuova stagione di Rocco Schiavone. Il venerdì da inizio gennaio torna con gli episodi inediti The Good Doctor.

11 Risposte

  1. fedosky ha detto:

    Mina è un giallo con sfondo tematiche sociali ma sempre giallo è e pure un tantino trash,con battute volgarotte e una forte componente sentimentale (tipo Prof, Allieva…). Lolita non l ho ancora letta ma lo farò prima della messa in onda.
    Io invece dico che purtroppo rimane sempre sbilanciata la programmazione ma finché funziona, non cambierà la tendenza. Mi sembra che Ricciardi sia la prima serie con giallo storico. Non mi ha fatto impazzire ma merita lettura e visione.
    Sicuramente ci sono più titoli-evento, mentre in autunno a parte Doc, erano solo sequel o comunque senza grandi ambizioni.
    Personalmente passo sempre più serate su Netflix e Prime.

  2. fedosky ha detto:

    Anche i Bastardi.

  3. Max ha detto:

    I titoli delle fiction sono più forti di quelle dell’autunno. Due sono potenzialmente boom con la presenza di una fiction popolare come la suora.

    Concordo con Ital il gusto personale non deve precludere il giudizio sulla totalità delle fiction presentate. La Rai dimostra come sempre una varietà di generi dal thriller in costume come Il commissario Ricciardi al giallo/commedia stile Tataranni di Lolita Lobosco, alla commedia pura e giovanile come Che Dio ci aiuti fino alle fiction sociali come Mina settembre. Senza dimenticare le fiction storiche come Leonardo, quella classica e rassicurante di Un passo dal cielo, il poliziesco dei Bastardi3. Tutto si può dire tranne che non ci siano diversi generi, trame e cast, sono questi gli elementi che rendono le fiction Rai uniche e diverse e ne decretano il successo e la superiorità.

  4. Bubino ha detto:

    Sì!

  5. Ital ha detto:

    Ricciardi rinnova e incuriosisce nel genere Crime cosi come interessante e’ Lolita Lobosco ….e invece Mina settembre….ci porta nel delicato ma complicato mondo dell’assistenza sociale ….
    Quindi direi che si puo dire tutto meno che siano le solite cose …informiamoci meglio o leggiamo i romanzi da cui sono tratti …
    Ovvio che il genere Crime …che ha successo in tv , al cinema e in letteratura abbia piu spazio …
    Si parla di fiction in costume …quando ben sappiamo che questo genere in Italia e’ poco apprezzato….
    Diverso il discorso …sulle fiction storiche…dove Medici e Leonardo dimostrano che c’è interesse internazionale…
    Il gusto personale …credo non debba annebbiare la visione di insieme ed …e’ riconosciuto da ormai molti la superiorità di una Rai che investe e sperimenta ….

  6. Dejan Bodiroga ha detto:

    Un Passo dal Cielo sarà la nuova stagione?

  7. LucaG ha detto:

    Bei titoli. Mi incuriosisce molto il commissario Ricciardi

  8. Vittorio ha detto:

    Ottimi titoli
    Speriamo le collochino bene

  9. Ital ha detto:

    Schiavone , Ricciardi …e Lobosco …sono quelle poliziesche vere e proprie comunque …

  10. tex ha detto:

    Fiction più forti di quelle dell’autunno anche se quasi solo fiction poliziesche

  11. Veu ha detto:

    Che delusione queste fiction.Sono tutte uguali tra loro, sempre stesso genere, stessi cast dalla notte dei tempi, stesse situazioni, depressione a tutto andare.
    Sempre robe di morti ammazzati, gente che scappa, stupidotte che si improvvisano investigatrici o ci deprimono con varie vicende ospedaliere, giusto per ricordarci anche nel 2021 che cos’è stato il 2020.
    In tutto questo Ottilie Von Faber Castell rinviata all’infinito. Almeno benchè siano serie straniere e con poche pretese ma questa Ottilie, Maria Teresa 2, ecc. rappresentano una ventata di aria fresca dai soliti generi.