Crea sito

LE NUOVE FICTION DI #RAI1: DON MATTEO, UN PASSO DAL CIELO, IL PARADISO DELLE SIGNORE, I RAGAZZI DELLO ZECCHINO D’ORO, ENRICO PIAGGIO (ULTIMA PARTE)

Ultimo appuntamento con l’analisi delle fiction che vedremo su Raiuno nel corso della stagione tv 2019-2020. Due punte di diamante di Rai Fiction, le nuove avventure della soap del pomeriggio e gli omaggi a grandi italiani.


DON MATTEO 12 (10 serate)

Con Terence Hill, Nino Frassica, Nathalie Guetta, Maria Chiara Giannetta, Maurizio Lastrico, Pamela Villoresi, Dario Aita
Regia di Raffaele Androsiglio, Alexis Sweet
Prodotto da Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction

Dopo il successo delle precedenti stagioni, a venti anni dal suo esordio su Rai1, torna Don Matteo e si rinnova ancora, proponendo dieci film da 100’ che hanno come tema conduttore i dieci comandamenti. Al centro sempre Don Matteo, la Capitana e il Maresciallo Cecchini, un triangolo capace di creare un racconto dove risate, emozioni e commozione convivono, dando vita ad un mondo unico. Accanto a loro, in ogni puntata, importanti guest star, tra cui anche il capitano Tommasi. Tante le novità: avevamo lasciato Anna e Marco felici e innamorati, pronti a impegnarsi e cambiare l’una per l’altro. Ma le cose non vanno sempre come si desidera. Lo sa bene Anna che, delusa dal comportamento del PM Nardi, mette in dubbio il loro amore. Sono davvero fatti l’una per l’altro? A complicare le cose, l’arrivo a Spoleto di Sergio, un trentenne affascinante e misterioso dal passato oscuro, che spinge Anna ulteriormente in crisi. In canonica, Sofia fa i conti con una situazione difficile, che la costringe a confrontarsi con una realtà più grande di lei legandola indissolubilmente a Jordi, un ragazzo della sua scuola emarginato e bullizzato, ma che sembra disposto a tutto per realizzare il suo sogno, il ballo. E se Sofia deve crescere, Ines, una bambina di sei anni con una storia dolorosa alle spalle, deve imparare a vivere con spensieratezza la sua infanzia e, con l’aiuto di Don Matteo, Anna e Marco, a fare pace col suo passato. Don Matteo come sempre rimane per tutti un punto di riferimento anche nelle situazioni più critiche, capace di infondere una vera speranza.


UN PASSO DAL CIELO 5 (10 serate)

Con Daniele Liotti, Enrico Ianniello, Pilar Fogliati, Matteo Martari, Gianmarco Pozzoli, Rocio Munoz Morales, Beatrice Arnera, Jenny de Nucci, Matteo Giuggioli
Regia di Jan Michelini, Raffaele Androsiglio, Cosimo Alemà
Prodotto da Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction

Torna su Rai1 Francesco Neri, il comandante della Forestale di San Candido. Lo abbiamo lasciato a guardare il cielo sulla sua casa sospesa sul lago di Braies, accanto a Emma Giorgi, la donna che ama. Un grande happy end se non fosse che in questa nuova stagione ritroveremo Neri da solo, senza Emma e in compagnia di una nuova donna. Che fine ha fatto Emma? La ritroviamo in carcere a parlare con il Maestro, l’uomo che ha ucciso la moglie di Neri. Perché parla con lui chiedendo il suo aiuto? Il Maestro sembra disposto a tutto per vendicarsi del forestale, anche a colpirlo negli affetti più profondi, portandogli via la cosa più preziosa: suo figlio. Un figlio scomparso che Francesco non sapeva neanche di avere. Torna anche Vincenzo Nappi. Il nostro poliziotto sta diventando padre. È il momento più felice della sua vita. Peccato che Eva invece non riesca nemmeno a prendere in braccio la figlia appena nata. È solo un momento di stanchezza dopo il parto? Nappi sembra essere nato per la paternità, ma Eva è pronta a fare la madre e a crescere insieme a lui la bambina? Oppure vuole fare altro della sua vita? Ed è proprio in questo momento di difficoltà che entra in scena Valeria Ferrante, una nuova forestale dal passato burrascoso che si trasferisce a vivere, insieme a Vincenzo e alla bambina, nella foresteria della caserma. Valeria dovrà prendersi cura della nipote Isabella, un’adolescente timida e ingenua. E così la foresteria diventerà la casa di una strana famiglia allargata che porterà sorrisi, incomprensioni e, per Vincenzo, forse qualcosa in più.


IL PARADISO DELLE SIGNORE DAILY – SECONDA STAGIONE (160 puntate)

Con Alessandro Tersigni, Roberto Farnesi, Giorgio Lupano, Vanessa Gravina, Gloria Radulescu
Regia di Isabella Leoni, Marco Maccaferri, Riccardo Mosca, Francesco Pavolini
Una coproduzione Rai Fiction – Aurora Tv

Dopo il grande successo di pubblico della precedente stagione, torna l’appuntamento quotidiano con Il Paradiso delle Signore Daily. Si riconferma la centralità del tema dell’emancipazione femminile, con personaggi impegnati tanto ad affermarsi sul piano professionale quanto nella vita privata. Il grande magazzino per signore più amato di Milano riapre dopo la pausa estiva del 1960. Gabriella, formatasi a Parigi, diventa la stilista del Paradiso delle Signore e attraversa una crisi nel suo rapporto con Salvatore. Roberta, invece, è completamente travolta dalla passione per Marcello Barbieri, un giovane spericolato così diverso dal suo fidanzato Federico, prossimo a rientrare a Milano. L’amore irrealizzabile tra Nicoletta e Riccardo, come anche l’aperto conflitto col padre Umberto, determinano nel rampollo Guarnieri una crisi esistenziale che lo porta a diventare un uomo cinico e spregiudicato, capace di rimettersi in gioco con un nuovo amore per la giovane Angela. Mentre l’alleanza tra Umberto Guarnieri e Adelaide sembra destinata a consolidarsi ulteriormente, Vittorio e Marta – che hanno coronato il loro amore con il matrimonio – vivono il dramma dell’impossibilità di avere figli. La famiglia Amato si prepara ad accogliere un cugino siciliano, Rocco, che affronterà il suo processo di emancipazione nel moderno ambiente milanese mentre Agnese vivrà un’autentica rinascita, innamorandosi del capo magazziniere Armando. A casa Cattaneo un evento imprevisto metterà nuovamente in discussione il rapporto tra Luciano e Silvia.


I RAGAZZI DELLO ZECCHINO D’ORO (1 serata)

Con Matilda De Angelis, Maya Sansa, Antonio Gerardi, Valentina Cervi, Simone Gandolfo
Regia di Ambrogio Lo Giudice
Una coproduzione Rai Fiction – Compagnia Leone Cinematografica

Bologna, anni ‘60. Mimmo, nove anni, è un bambino molto vivace e poco incline allo studio. Figlio di immigrati meridionali, alla scuola preferisce la vita di strada in compagnia di suo fratello maggiore Sebastiano. Quando il bambino viene sospeso da scuola dopo l’ennesima marachella, mamma Ernestina, disperata, lo porta a un provino per un concorso canoro. Mimmo non si applica, fa fatica nella lettura e nella scrittura, ma c’è una materia in cui eccelle: la musica. Quello che ancora nessuno sa è che quel provino è l’inizio di uno spettacolo destinato a entrare nella storia: lo Zecchino d’Oro. Mimmo viene preso insieme ad altri bambini di ogni provenienza e classe sociale. Fra questi, Gaetano, figlio di un carabiniere e di una madre ambiziosissima, e Caterina, figlia di importanti imprenditori. I tre diventano presto inseparabili e, sotto la guida della giovane Mariele Ventre, sempre più bravi. Dopo lo spettacolo, però, tutto torna come prima e i bambini riprendono la loro vita di sempre, tristi perché non canteranno più insieme. Mariele, dispiaciuta per aver “abbandonato” i suoi ragazzi, decide allora di formare un coro stabile, che sia una vera e propria scuola di musica e di vita: il Piccolo Coro dell’Antoniano.


ENRICO PIAGGIO (1 serata)

Con Alessio Boni, Violante Placido, Francesco Pannofino, Enrica Pintore, Beatrice Grannò, Moisé Curia, Roberto Ciufoli
Regia di Umberto Marino
Una coproduzione Rai Fiction – Moviheart

Pontedera, 1945. La fabbrica di Piaggio è in macerie. Piaggio avverte l’enorme responsabilità che grava sulle sue spalle: la vita di tante famiglie dipende dalla sua capacità di creare nuovo lavoro. Inizia a formarsi nella sua mente un progetto, un sogno: realizzare un mezzo di trasporto piccolo, agile ed economico, capace però di rilanciare la mobilità e dare impulso alla ripresa. La strada dell’affermazione, per Piaggio e per la sua creatura, è irta di ostacoli. Un avido finanziere, RocchiBattaglia, ricorre a ogni mezzo per impossessarsi della fabbrica. Piaggio capisce che il suo scooter può e deve diventare “l’icona della rinascita” così, quando viene a sapere che il regista americano William Wyler girerà in Italia Vacanze romane, manda Suso, una giovane e talentuosa impiegata dell’ufficio réclame, a prendere contatto con lui per convincerlo a fare della Vespa la “carrozza di Cenerentola” su cui far viaggiare i due giovani e innamorati protagonisti. La storia di un imprenditore di successo e di un bene di consumo diventato icona, emblema del made in Italy nel mondo e di un paese che, dopo la tragedia della guerra, vuole rialzare la testa e farsi riconoscere per le sue qualità.

16 Risposte

  1. lastefy92 ha detto:

    Mi auguro un grande boom per Enrico Piaggio con Boni e la Pintore,grande sorpresa del daily del Paradiso che potrebbe diventare un volto nuovo da prime time visto che si vedono sempre gli stessi volti,è giusto dare spazio anche ad altri

  2. marta70 ha detto:

    separate alla nascita, amica mia! Curiosissima anche per quel che riguarda Mariele Ventre. Vediamo chi saranno le new entry del Paradiso davvero ottima palestra per le nuove leve.

  3. lastefy92 ha detto:

    concordo,io sono per il lancio di nuovo volti in prime time, ammetto di essere scocciata di vedere sempre gli stessi attori far tutto, voglio vedere facce nuove

  4. Daniela ha detto:

    Mi chiedo se sia ancora giusto considerare il Paradiso una fiction. Da quando si è spostata al pomeriggio credo che si possa tranquillamente definire una soap come CentoVetrine

  5. Harold ha detto:

    Ovviamente seguirò le nuove stagioni di don Matteo e un passo dal cielo

  6. Lorenzo😊 -55 VDM ha detto:

    Bellissima trama di don Matteo sono molto curioso

  7. Veu ha detto:

    Buone trame.

  8. Veu ha detto:

    d’accordissimo con te.
    Ci vogliono facce nuove, e ripescare anche i volti amati e dar loro una fiction bella e appetibile alla massa (penso a Anna Safroncik e Miriam Leone che lavorano pochissimo in tv e non si vedono mai, idem Denise Tantucci e Giusy Buscemi, ma pure a Valentina Bellè potrebbero darle una fiction più nazional-popolare, delle nuove leve la Radulescu, la Pintore, la Petrungaro sono brave e meriterebbero più visibilità),.
    Di uomini potrebbero puntare sui due ragazzi che nel Paradiso facevano i fratelli Amato (Antonio e Salvo,) che piacciono al pubblico

  9. IMMA #rosyabate ha detto:

    Ottime le nuove trame di Don Matteo e Un passo dal cielo.

  10. Ital ha detto:

    Di questo gruppo mi interessa Piaggio ….
    Don Matteo …con tutte queste asfissianti repliche …puo piacere ancora😜?

  11. lastefy92 ha detto:

    Oramai sono sempre quei quattro-cinque attori che fanno tutte le fiction,personaggi simili tra di loro,hanno stancato.Si è creata una casta vera e propria

  12. Antonio99 ha detto:

    Di questo gruppo non mi piace nessuna serie…

  13. Saruzzo ha detto:

    Ottime trame e fiction tutte da seguire.

  14. Tex ha detto:

    Ottime trame.. spero non sia l’ultima stagione di Don Matteo

  15. Harold ha detto:

    Secondo me faranno tipo Montalbano 2-3 film TV l’anno

  16. Veu ha detto:

    sono d’accordo, sembra di vedere in loop sempre la stessa fiction, anche a me ha stufato e tantissimo.