Crea sito

LE NUOVE FICTION DI #RAI1: LA STRADA DI CASA, OGNUNO E’ PERFETTO, PEZZI UNICI, VIVI E LASCIA VIVERE (SECONDA PARTE)

Proseguiamo l’analisi delle fiction di Raiuno che vedremo in onda nel corso della stagione tv 2019-2020: un atteso sequel e tre novità assolute.


LA STRADA DI CASA 2 (6 serate)

Con Alessio Boni, Lucrezia Lante della Rovere, Sergio Rubini, Eugenio Franceschini, Benedetta Cimatti, Christiane Filangieri, Sabrina Martina, Marco Di Natale, Silvia Mazzieri, Roberta Caronia, Massimo Poggio, Roberto Gudese
Regia di Riccardo Donna
Una coproduzione Rai Fiction – Casanova Multimedia

La seconda stagione de La strada di casa si apre con nuovi misteri da svelare. Fausto, uscito dal carcere dopo aver scontato una pena di tre anni per una truffa nell’importazione di bovini non certificati, deve far fronte a un nuovo incubo. Viene sorpreso sulla scena di un delitto. Si professa innocente, ma il determinatissimo commissario Concetta Leonardi fatica a credergli: tutti gli indizi portano a lui. Anche perché quel delitto è preceduto da un altro mistero che coinvolge il primogenito di Fausto, Lorenzo, imprenditore del birrificio artigianale Morra, e la sua promessa sposa Irene alla vigilia del loro matrimonio. Irene, infatti, non si è presentata alla celebrazione del rito in chiesa, è scomparsa senza lasciare tracce la notte prima delle nozze. La vita di cascina Morra, dopo anni, è di nuovo sconvolta da eventi inspiegabili. Ma cosa ha a che fare la scomparsa di Irene con l’omicidio di cui è accusato Fausto? Perché Lorenzo sembra nascondere un segreto? Baldoni, che è come un padre per Irene, riabilitato nel suo grado di capo del distretto veterinario di Fara, non si dà pace. Ma questa volta è al fianco di Fausto nella ricerca della verità. Nuovi personaggi movimentano la vita di cascina Morra, tra questi lo spregiudicato manager Valerio Costa, che entrerà nella gestione del birrificio. Gloria, perno della famiglia, dovrà fare i conti con un’insospettabile fragilità, mentre Milena sarà travolta da un amore tormentato. La ribelle Viola, in bilico tra i fantasmi del passato e il suo talento artistico, si troverà suo malgrado coinvolta nelle vicende di Mauro, giovane ex-compagno di cella di Fausto integrato nella comunità di cascina Morra. In un crescendo di emozioni e colpi di scena i misteri si intrecceranno in una storia dal ritmo incalzante fino a sciogliersi in un finale sorprendente.


OGNUNO È PERFETTO (3 serate)

Con Edoardo Leo, Cristiana Capotondi, Piera Degli Esposti, Gabriele Di Bello, con la partecipazione speciale di Lele Vannoli, con la partecipazione di Nicole Grimaudo
Regia di Giacomo Campiotti
Una coproduzione Rai Fiction – Viola Film

Dal pluripremiato format belga Tytgat Chocolat, una storia di amore e diversità. Rick ha ventiquattro anni, la sindrome di Down e gli stessi sogni di tutti i ragazzi della sua età. Dopo anni di finti tirocini e stage fasulli, ciò che desidera più di ogni altra cosa è trovare un vero lavoro. Ivan, suo padre, ha appena ceduto l’attività per dedicargli più tempo e decide di affiancarlo nella difficile ricerca di un impiego. Finalmente dopo tanti “no” e molti “le faremo sapere”, Rick corona il suo sogno: Miriam, la proprietaria di una piccola fabbrica di cioccolato gli dice “si” e lo assume per lavorare nel reparto packaging dell’azienda di famiglia. Voluto e creato da Miriam, il reparto è interamente affidato a un team di ragazzi disabili: ognuno di loro ha il compito di comporre particolari scatole di cioccolatini che rendono unico il marchio di fabbrica. Ora, felice più che mai, Rick dà una svolta alla sua vita: ha un lavoro, dei nuovi amici e scopre l’amore. Tra un cioccolatino e l’altro, si innamora perdutamente di Tina, una ragazza albanese con la sindrome di Down che lavora con lui e che ricambia con profondità il suo sentimento. Ma quando il passato della mamma di Tina, Katarina, riemerge brutalmente e le costringe a lasciare definitivamente l’Italia, inizia per Rick una nuova, grande avventura e con i suoi amici del reparto packaging parte per recuperare il suo amore.


PEZZI UNICI (6 serate)

Con Sergio Castellitto, Irene Ferri, Fabrizia Sacchi, Leonardo Pazzagli, Anna Manuelli, Moisé Curia, Lucrezia Massari, Carolina Sala, Margherita Tiesi, Lorenzo De Moor, Marco Cocci, Renato Marchetti, Katia Beni, Antonio Zavatteri, Sandra Ceccarelli, Andrea Muzzi, Giulio Berruti, con l’amichevole partecipazione di Loretta Goggi, con la partecipazione di Giorgio Panariello
Regia di Cinzia TH Torrini
Una coproduzione Rai Fiction – Indiana Production, in collaborazione con Cassiopea Film Production

Sergio Castellitto interpreta Vanni, un artigiano fiorentino, maestro della lavorazione del legno. Il mestiere e la bottega che porta il suo nome vengono da lontano: un lascito che la sua famiglia si tramanda da generazioni. Uomo tutto d’un pezzo, vecchio stampo, nell’arte dell’intaglio e del restauro non ha eguali. Come padre e marito però ha fallito. Lorenzo, il suo unico figlio, temperamento da artista e carattere ribelle, si è perso nella droga ed è morto. Suicidio o almeno così sembra. Da allora anche la moglie lo ha lasciato, convinta che Vanni abbia avuto la sua dose di colpe per non aver aiutato il figlio quando era in difficoltà. Eppure negli ultimi tempi Lorenzo sembrava essersi ripreso: si era disintossicato e teneva un corso di artigianato in una casa famiglia. Gli allievi del suo corso sono cinque ragazzi problematici: ciascuno ha alle spalle un dramma (chi organizzava rapine, chi è stata baby squillo, chi spacciava) e un sogno: sono “pezzi unici”. Per questi giovani, in bilico fra speranza e dannazione, la differenza può farla il corso di artigianato avviato da Lorenzo e che Vanni decide di proseguire nella sua bottega nel cuore di Firenze, in via degli Artigiani, per superare il senso di colpa nei confronti del figlio. Ma c’è qualcosa di più: stando quotidianamente a contatto con i ragazzi, Vanni comincia a sospettare che Lorenzo non si sia suicidato ma che sia stato ucciso e che i cinque giovani sappiano più di quello che dicono. Difatti, ognuno di loro ha un motivo per risultare coinvolto in prima persona nella morte di Lorenzo. Il grande ritorno di Sergio Castellitto in una serie che ibrida il racconto generazionale, il social drama con il giallo. Una proposta originale che tratta il ruolo dell’arte nel processo di reintegro sociale e la riscoperta dell’artigianato come occasione identitaria.


VIVI E LASCIA VIVERE (6 serate)

Con Elena Sofia Ricci, Antonio Gerardi, Silvia Mazzieri, Carlotta Antonelli, Giampiero De Concilio, con la partecipazione di Massimo Ghini
Regia di Pappi Corsicato
Una coproduzione Rai Fiction – Bibi Film Tv

Ogni famiglia ha i suoi segreti. E la famiglia Ruggero ne ha uno enorme, di cui solo Laura è al corrente. Laura, cinquant’anni portati con sfrontatezza, lavora come cuoca all’interno di una mensa, ha due figli adolescenti, un’altra figlia più grande con la quale ha un rapporto complicato e conflittuale e un marito, Renato, con cui è sposata da vent’anni e che suona a bordo delle navi da crociera. Una vita apparentemente come tante fino al giorno in cui, di ritorno da un misterioso viaggio, Laura convoca i figli per dare loro una terribile notizia: il padre è morto in un incendio a Tenerife, di lui non è rimasto che cenere. Ed è da quella cenere, dal mistero di quella morte, che la vita di Laura riprende, cambia, cresce, fino a diventare una riscossa di indipendenza dagli uomini e dal mero ruolo di moglie e madre. Laura si reinventa un lavoro, che trasforma in una vera e propria impresa al femminile, mentre il suo passato misterioso e insospettabile si riallinea al presente. Il grande amore mai vissuto, un uomo affascinante ma ambiguo, implicato in affari poco puliti, compare a stravolgere il già fragile equilibrio riportando nella vita di Laura l’amore, ma anche la diffidenza, la paura e infine mettendo concretamente in pericolo lei e i suoi figli. Il segreto custodito con tenacia da Laura verrà scoperto suo malgrado e il terremoto emotivo che ne segue rischierà di spazzare via tutta la famiglia, come in una tempesta. Un light drama ambientato a Napoli che contamina il family classico con venature noir, con il tocco di un regista dalla forte personalità che rilegge il protagonismo di Elena Sofia Ricci in una chiave inattesa e antieroica.

17 Risposte

  1. Federico ha detto:

    La Strada di casa2 promette bene con altri misteri speriamo era bellissima la prima stagione!

  2. Andrea Valagussa ha detto:

    Avendola scritta io non faccio testo, ma chi l’ha vista l’ha definita “sorprendente”, una seconda stagione che riprende temi e atmosfere della prima, ma sviluppa una storia nuova e altrettanto appassionante. Tutto inizia da una sposa che non si presenta al suo matrimonio…

  3. Bubino ha detto:

    Che piacere rileggerti Andrea, non vedo l’ora…. e preparati per una bella intervista lancio ai primi di settembre! 😀

  4. Federico ha detto:

    Wow grazie non vedo l’ora! La vedró sicuramente e complimenti per il lavoro che fa😊

  5. Max ha detto:

    belle trame tutte, sono curioso della seconda della strada di casa e della Torrini, molti thriller/ mistery

  6. Tex ha detto:

    Belle trame mi ispira molto Vivi e lascia vivere e la seconda della strada di casa

  7. Andrea Valagussa ha detto:

    Grazie!

  8. Harold ha detto:

    Ovviamente seguirò la strada di casa, ma mi ispirano anche pezzi unici e vivi e lascia vivere

  9. Andrea Valagussa ha detto:

    Molto volentieri!
    Io cmq vi leggo sempre😁😉

  10. Bubino ha detto:

    Mi fa molto, molto piacere!

  11. Ital ha detto:

    Una storia interessante e coinvolgente …e un ottimo cast di attori …
    La mia preferita di quelle andate in onda nell’autunno di 2 anni fa …
    Ma hai altri progetti o fiction in ballo ?

  12. Ital ha detto:

    Mi interessa …molto inoltre vedere la Sofia Ricci nel nuovo ruolo ….credo ci sorprenderà…

  13. Zeus ha detto:

    Da appassionando le seguirò tutte….cmq aspetto in modo particolare la strada di casa 2 e la nuova di Elena Sofia Ricci!

  14. Saruzzo ha detto:

    Queste mi interessano tutte, anche e soprattutto per la componente gialla.

  15. Andrea Valagussa ha detto:

    Una serie dal titolo “Il medico della mala”, ma non posso dire di più😉

  16. Fafo ha detto:

    potrei mandarti una mia idea molto anni 90 e molto esagerata?mi accontento di un bonifico 5000 euro https://media3.giphy.com/media/gpXfKa9xLAR56/giphy.gif

  17. Veu ha detto:

    L’unica che mi interessa è La Strada di Casa 2 di queste.La prima stagione mi era piaciuta molto. Aspetto la seconda.

    Pezzi Unici sarà il classico teen drama mischiato di giallo, si spera solo non sia una robaccia alla Compagnia del Cigno con tutti quegli adolescenti.