Crea sito

LILLI GRUBER DOPPIA LA PALOMBELLI E SERVE UN BEL CAFFEUCCIO A MENTANA

La querelle Mentana-Conte continua a tenere banco e ieri sera Lilli Gruber, che negli ascolti ha doppiato la Palombelli (2.855.000 contro 1.407.000), ha servito indirettamente un caffeuccio al direttore del TgLa7.

Venerdì sera, in diretta tv, Mentana aveva criticato l’atteggiamento del premier Conte nei confronti dell’opposizione (la famosa citazione dei nomi e cognomi), dicendo con tono visibilmente contrariato che “se l’avessimo saputo non avremmo mandato in onda quella parte”. Da lì il putiferio, con una pioggia di polemiche tra pro e contro.

Mentana ha poi ribadito la sua posizione: “Conte poteva fare un post o un comunicato per ristabilire la verità”. Lilli Gruber, che fin da subito si è dimostrata ben felice di vedere i leader dell’opposizione nominati e sbugiardati a reti unificate, ha ospitato un Marco Travaglio in gran forma:

E’ stato criticato dall’opposizione, è libero di rispondere. Per quella è una notizia, si ascolta e poi si può giudicare. Nessuno è obbligato a trasmettere le conferenze stampa.

E il consueto punto del fedele e arguto Paolo Pagliaro, dopo l’analisi del reiterato uso privato delle conferenze pubbliche di Berlusconi da premier e poi Salvini da ministro degli interni, si è così concluso:

Difficile adesso indignarsi per la piccola intemperanza di Conte.

31 Risposte

  1. vander ha detto:

    Gruber una delle migliori giornaliste nel mondo… dovrebbe stare al tg1

  2. Beppe ha detto:

    Ma infatti è il discorso sulla “censura” che non mi è andato giù e soprattutto il suo atteggiamento da maestrino pronto a bacchettare su un qualcosa di non così grave

  3. Beppe ha detto:

    Grazie a Dio che esiste la Gruber! Il mio sogno sarebbe averla presidente del Consiglio! 😍

  4. Sabato ha detto:

    Sulla Meloni ricordo l’intervista in cui la Gruber, con la sua consueta (e apprezzabilissima!) schiettezza, le disse che aveva detto una sciocchezza (quale era: si parlava di atteggiamento dell’Europa nei confronti dei governi italiani con riferimento a dati facilmente verificabili). La Meloni si infuriò e cominciò a parlarle sopra, per poi accusarla di non aver argomentato.
    È una tecnica ben nota, che i politici usano spesso: un giornalista mi ha messo all’angolo? Comincio a urlare, a parlargli sopra fingendomi indignato per un presunto torto subìto, in modo che al pubblico “meno attento” arrivi la sensazione che ho reagito ad un attacco…

  5. Ital ha detto:

    @Arci
    Detto che Gruber …come sempre e normale che sia …. può piacere o meno …
    Preferisco lei ….a certi giornalisti perennemente in ginocchio …al politico di turno ….

  6. Arci DevoFareNomiECognomi ha detto:

    Concordo sul contenuto della querelle con Salvini: bastava però dire quello, senza tirare in mezzo la pancetta. La questione non è riducibile alla sola battuta (per me infelice) ma comunque la battuta resta. Bastava fermarsi prima e nessuno avrebbe detto nulla.
    Su come tratti la Meloni, ci son articoli e video…

  7. Sabato ha detto:

    Ribadisco che, se Conte avesse fatto riferimento ad “altri schieramenti politici”, la notizia sarebbe stata oggettivamente meno importante, perché rivolta a forze politiche più irrilevanti (a livello di percentuali e a livello di dinamiche politiche in atto).

    La storia della pancetta era ridicola ai tempi ed è ancora più ridicola oggi, che è vecchia di mesi. La Gruber ne aveva fatto chiaramente una questione formale e comunicativa (mi pare di ricordare che parlò esplicitamente di “forma e sostanza” a cui un ministro dovrebbe prestare attenzione per una questione di rispetto del proprio ruolo); chi ha interpretato l’appunto della Gruber come uno sfottò fisico fine a se stesso è chiaramente fuori strada.
    “Scivoloni con la Meloni” non me ne vengono in mente. Una delle principali qualità della Gruber è la sua capacità di argomentare con puntualità, quindi è difficile che le scappino “scivoloni”.

  8. Arci DevoFareNomiECognomi ha detto:

    ministro, senza primo

  9. Arci DevoFareNomiECognomi ha detto:

    Dico che il caffeuccio a Mentana non sarebbe stato servito se il Presidente del Consiglio di turno avesse fatto nomi di altri schieramenti politici.
    A me la Gruber sembra molto di parte e ancora non le perdono i molti scivoloni con Salvini e Meloni. Uno su tutti, parlare della pancia di Salvini in costume. Giusto il concetto, è un primo ministro, ma non il body shaming.

  10. Sabato ha detto:

    Beh, non stiamo parlando di due nomi a caso: sono i due principali leader d’opposizione, quindi si tratta di un fatto che riguarda quelli che sono – che ci piaccia o no – due protagonisti della politica odierna! Non è una questione di antipatia… è oggettivamente un fatto da prima pagina!

  11. Sabato ha detto:

    Messo giù così, il tuo commento sembra un po’ più ragionevole. Comunque, non credo che i gestori vogliano “cambiare la mission” del blog, né che si vogliano lanciare in operazioni che forse non sono di loro competenza… Non è necessario essere dei tecnici per toccare alcuni argomenti di interesse collettivo e un blog di TV è assolutamente autorizzato (senza andare “fuori tema”) ad occuparsi di un tema politico che sta imperversando in TV e sui social

  12. Etienne ha detto:

    Giustissimo

  13. Arci DevoFareNomiECognomi ha detto:

    Come dice Ital, Mentana ha sbagliato paventando la censura.
    Detto questo, Lillona è contenta perché sono stati nominati Meloni e Salvini, fossero stati altri i nomi e i cognomi, non sarebbe stata così felice…

  14. Davide ha detto:

    Concordo e mi spiego meglio : seguo dalla nascita il blog ed è stato sempre divertente e leggero, cambiare la mission in corso d’opera richiederebbe l’ausilio di esperti per ogni settore. Politica, cultura etc… Ora io non conosco il grado di preparazione né chi ha fatto il post però a mio avviso è come quando, per capirci, la durso parla di cronaca nei suoi programmi senza esserne all’altezza. Non voglio offendere nessuno ma è un mio modesto pensiero.

  15. Alextv ha detto:

    La Rai dovrebbe richiamare prestissimo Milena Gabanelli

  16. Beppe ha detto:

    È chiaro che ultimamente Mentana sia in pieno delirio perché osannato da tutti su Twitter, ma sinceramente poteva evitare di dire che se lo avesse saputo prima avrebbe oscurato Conte. Il presidente è libero di dire quello che vuole, come l’opposizione, ma in un momento particolare e di estrema tensione (anche emotiva) una mezza uscita fuori dalle righe si può anche lasciarla scivolare senza per forza stare lì pronti a criticare!

  17. Ital ha detto:

    Riposto una mia riflessione su Mentana ….di ieri ….
    ———-Volevo fare una piccola riflessione su Mentana ….
    Nessuno mette in dubbio la sua professionalità…
    Trovo che gli insulti che sta ricevendo siano beceri come molte delle persone che li lanciano …..
    Ma nell’occasione….della conferenza stampa di Conte ….ha sbagliato ….
    Quale e’ l’errore ? L’aver detto la sua sul comportamento istituzionale del premier nei confronti delle opposizioni? NO
    Il suo errore ….grosso e’ aver paventato ….la CENSURA della parte non “gradita ” delle parole del Primo ministro …..
    Un conto e’ criticarlo , legittimo, un altro pensare di censurarlo e quindi di trasmettere monco un discorso del capo del governo ….
    Perché CENSURARE e’ sempre sbagliato ….e poi francamente stara’ a noi decidere se il comportamento del premier era giustificabile o meno sul fronte della replica alle opposizioni…
    Oppure …la presunzione del bravo giornalista e’ quella di manipolare a suo piacere l’accaduto? Confermando cosi’ il ruolo di influenza dei giornalisti sull’opinione pubblica e vanificando invece il ruolo del giornalista come portatore di notizie, di denunce e di inchieste e che invita alla riflessione in certi casi come dovrebbe essere ?———

  18. Etienne ha detto:

    Inoltre, mia personalissima opinione, una Rai veramente libera la richiamerebbe immediatamente sotto le proprie insegne!

  19. Sabato ha detto:

    Mentana è un bravo giornalista… ma stavolta l’ha fatta fuori dal vaso, mancando di coerenza, obiettività e lucidità

  20. Ital ha detto:

    Mentana e’ libero di fare ….quello che vuole, finche l’editore glielo concede ….
    Ma la caduta di stile ….e’ l’aver paventato la censura ….

  21. Etienne ha detto:

    Lilli rimane sempre la nr. 1. C’è poco da fare!

  22. Beppe ha detto:

    Salvini ha fatto propaganda e seminato odio, tutto il tempo che è stato ministro anziché adempiere al ruolo che ricopriva in quel momento! Il Berlusca poi….

    Gli italiani dimenticano velocemente, ma quando a farlo è un giornalista “osannato” come Mentana la cosa è parecchio grave!

  23. Sabato ha detto:

    Ti svelo alcuni segreti:
    – in TV esistono programmi che si occupano di politica, quindi chi si occupa di TV si trova talvolta ad occuparsi anche di politica
    – la politica ha una pesante influenza sulla TV, basti pensare al peso delle scelte politiche sulla Rai o all’informazione politicizzata di Rete4
    – “Puoi anche non occuparti di politica, ma la politica si occuperà sempre di te”, diceva John Fitzgerald Kennedy. Non trovo così negativo il fatto che alcuni temi di interesse collettivo contaminino anche spazi non propriamente politici

  24. Ital ha detto:

    Non capisco il senso di alcune critiche al post …
    Dove si parla piu che altro della lezione che Gruber televisivamente …ha dato a Mentana …ovvero non si censura , al massimo si critica …e dove si parla del risultato ottimo di ascolti del talk di La 7
    Sembra a volte ….che non si legga …mentre parte subito la frenesia del click….senza riflessioni annesse ….

  25. Sabato ha detto:

    Certo, ovviamente mi riferisco agli indignati di oggi, a coloro che si sono scandalizzati per il fatto che Conte si è permesso di rispondere agli attacchi di Salvini e Meloni

  26. Alextv ha detto:

    Purtroppo (o per fortuna?) L’informazione di Rete4 dando spazio a certi “politici” non acquisirà mai credibilità
    Del resto chiediamoci perché alcuni giornalisti non vadano mai ospiti a Rete4 ma ci stanno i soliti pagliacci…

  27. Ital ha detto:

    Beh ….un po di indignati c’erano….te lo assicuro ….😉anche allora ….

  28. Sabato ha detto:

    Azzeccatissimo l’intervento di Pagliaro: Berlusconi premier e Salvini ministro hanno fatto ampio uso personale delle conferenze pubbliche, andando ben oltre la puntualizzazione (che io considero non solo lecita, ma anche doverosa) di Conte, eppure nessuno si è indignato…

  29. Ital ha detto:

    Non amo il personaggio da sempre ….e trovo strano dire che Travaglio ha ragione ….
    La conferenza. ..la trasmetti tutta senza censure …poi al massimo la critichi ….
    Lilli da lezioni di giornalismo …alla primadonna Chicco ….
    Chapeau…..👏👏👏

  30. Davide ha detto:

    Ma questo è un blog televisivo o politico? I commenti su questo blog sono lo specchio della piega che ha preso nelle ultime settimane…

  31. TornatoRe ha detto:

    #cheLilli