Crea sito

LO SFOGO DI FAZIO CONTRO LA RAI: O LA PIANTATE O MI CACCIATE

Lo sfogo di Fabio Fazio apre la giornata televisiva. Una lunga intervista dove il conduttore di “Che Tempo Che Fa” non le manda a dire, tra un clima sempre più teso in Rai nei suoi confronti.

La situazione si è ulteriormente aggravata con l’ultima linea guida approvata dal CdA Rai e da alcuni ribattezzata come la norma anti-Fazio.

Un singolo agente non potrà rappresentare più del 30% degli artisti di una produzione e non potrà più vestire il ruolo di produttore e agente dei volti protagonisti. Una riforma che entrerà in vigore tra 90 giorni, il 17 settembre, e potrebbe avere numerosi effetti sui palinsesti della prossima stagione.

Fazio è anche produttore di “Che Tempo Che Fa” e molti degli ospiti fissi sono della medesima agenzia. Il problema va ben oltre Fazio e tocca molte altre figure che lavorano in Rai. Va tutto bene ma la tempistica di fare una rivoluzione a poche settimane dalla presentazione dei palinsesti non mi pare francamente normale, danneggiando più che aiutando la Rai.

Torniamo al buon Fabio che ricorda i continui attacchi. “Solo nel 2018-19 ho subìto 120 attacchi dall’ex ministro dell’Interno.” E dalla Rai solo silenzi, specifica nell’intervista.

Che Fazio costi troppo e renda troppo poco è una delle accuse più ricorrenti, in particolare di certa stampa. Il giornalista smonta la fake news: “Sono uscite notizie false, han ribaltato i costi di produzione attribuendomeli come guadagni: i 400mila euro diventavano uno stipendio da 12 milioni l’anno per 4 anni.”

E prosegue: “La Corte dei Conti ha dimostrato che il programma costa meno della metà di qualunque altro varietà della stessa fascia oraria.” Fazio pare arrivato al limite della sopportazione.

Non accetto più certe situazioni; quando ho intervistato Macron non hanno mandato in onda gli spot, né mi hanno rimborsato il viaggio, e ho avuto un servizio del Tg2 contro.

Il finale è amaro:

Voglio essere trattato da professionista che lavora in Rai. La piantate o mi cacciate. Ho un contratto ancora per un anno e sto lavorando a un nuovo progetto per Rai3: una storia agiografica della tv per il 2021-’22. Ma non è scontato il prolungamento del contratto oltre la scadenza del ’21.

L’intervista integrale è sul Fatto Quotidiano, a firma di Travaglio e Ferrucci.

25 Risposte

  1. Anonimo ha detto:
  2. Tuttotv ha detto:

    Ital possiamo disquisire, ma al netto di tutto penso solo che se non ha voglia di continui (E spesso ingiusti) attacchi può abbandonare ora o tra un anno e cercare lidi migliori.

  3. Ital ha detto:

    Per la precisione come riportato da Repubblica ….—–Fazio non è un giornalista professionista ( e con RAI – Radio Televisione Italiana ha un contratto come conduttore televisivo). Egli era tuttavia iscritto all’albo nell’elenco dei pubblicisti”, dal quale lo stesso conduttore ha chiesto “di essere cancellato”….—–
    Detto questo ….il suo talk …ha per una parte declinazioni di carattere giornalistico , ma piu spesso di show e intrattenimento…

  4. Tuttotv ha detto:

    Sicuramente è più bravo di alcuni lecchini in circolazione,ma ricordo che si fece togliere dall’ordine dei giornalisti/pubblicisti per degli spot anni addietro.

  5. Ital ha detto:

    Non mi pare ….leggendo il suo curriculum…
    che sia nell’ordine dei giornalisti …
    Anche se e’ piu bravo di molti giornalisti lecchini sinistri o destrorsi ….

  6. Tuttotv ha detto:

    Lo era ma ciò non toglie che la sua trasmissione non è un varietà ma un talk a sfondo giornalistico infatti vinse il premio E’ giornalismo nel 2007.

  7. Ital ha detto:

    Fabio Fazio non e’ un giornalista….

  8. Tuttotv ha detto:

    Nessun altro giornalista subisce i suoi stessi attacchi ma anche nessun altro giornalista ha il suo cachet,budget e produzione esterna (da azionista). O ci stai o te ne vai. Quando vuoi farlo non rilasci un’intervista ma rescindi e vai via.Troverebbe di sicuro altri lidi.

  9. Beppe ha detto:

    Ovviamente intendevo ascolti all’altezza delle passate stagioni… Poi ovviamente erano ascolti buoni per la rete

  10. Daniela ha detto:

    Travaglio che si scaglia contro Giletti (dopo esserci andato come ospite più volte) ed accorre in difesa di Fazio. Ma che strano…

    E la povera giornalista che lavora al Fatto Quotidiano, costretta sempre a ripetere che andava a Non è l’Arena a titolo personale per parlare del caso Bonafede/Di Matteo, perché il signor Travaglio le aveva imposto di non partecipare alla trasmissione

  11. Ital ha detto:

    Fazio….ha tutta la mia solidarietà, attaccato ingiustamente mentre si difendono ballerine conduttrici flopparelle …e parlando di Covid su Rai 2 faceva piu del doppio di Petrolio….

  12. PossoTogliereLaMascherina...? ha detto:

    Non entro nel merito dei contenuti. Trovo che Fazio sia uno dei più bravi a fare TV. Ma è anche uno di quelli che scorpora di più.

  13. Sabato ha detto:

    Credo che sia un’abitudine molto diffusa e non so quanto Fazio abbia voce in capitolo… penso che lui sia più concentrato sui contenuti che sulla divisione del programma

  14. Sabato ha detto:

    Su Rai2 ha raggiunto e spesso superato l’obiettivo di rete… Penso non potesse fare di più a cavallo del (brutto) Tg2, con l’obbligo di chiudere presto e con quella concorrenza, interna e esterna!

  15. Sabato ha detto:

    Che Tempo Che Fa costa meno della metà delle fiction e consentiva comunque ricavi importanti. Inoltre, impreziosiva l’ammiraglia della nostra TV di Stato con informazione, approfondimento e intrattenimento di qualità. Purtroppo, qualcuno ha stabilito che il programma doveva essere relegato a una rete minore… dava fastidio!

  16. Mario Parisi ha detto:

    Fazio è un grande professionista.A mio parere,meritava di restare su Rai 1 per differenziare la rete dalle fiction

  17. Sabato ha detto:

    Esprimo la mia solidarietà a Fazio, un grande professionista che qualcuno ha ritenuto di mettere al centro di uno scontro politico per creare l’ennesimo nemico e avere un ritorno elettorale.
    I fatti solo dalla parte di Fabio: il suo contratto è risultato regolare, il suo programma ha sempre portato ricavi importanti nelle tasche dell’azienda e la qualità è evidente a chiunque voglia vedere… Il resto sono giochi politici e si commentano da soli!

  18. Beppe ha detto:

    È sotto attacco perché ha sempre fatto ascolti bulgari con intelligenza e facendo pensare il pubblico da casa, toccando nervi scoperti della politica becera e populista… Sia chiaro, l’ultima stagione del suo programma non ha avuto ascolti eccezionali se non in alcuni casi, quindi diciamo che non aspettavano altro che ciò accadesse a certi piani

  19. Ross Sa ha detto:

    Certo è strano che un professionista che in Rai ha portato ascolti e pubblicità per fasce di pubblico pregiate, ripagando abbondantemente i costi e portando utili, sia sempre attaccato.
    Per una ballerina riciclata conduttrice di talk show (che si permette di riprendere anche il Papa su quello di cui dovrebbe parlare) sono intervenuti ben due segretari di partito e tutti i loro seguaci, montando una martellante campagna di stampa in suo favore su tutti i media, solo perché non è stata confermata in un programma che non è andato bene.

  20. Arsenio Lupin ha detto:

    ”O la piantate o mi cacciate”

    Ma un chissene frega no?Vatti a guadagnare la pagnotta nelle tv private va

  21. PossoTogliereLaMascherina...? ha detto:

    A proposito di Fazio… quindi la domenica avremo dalle 20 alle 24:
    Anteprima Che tempo che farà
    Che tempo che farà
    Che tempo che fa
    Che tempo che fa – il tavolo
    Che tempo che fu?

    Sì, sto facendo ironia sul vizio che ha di scorporare

  22. Francesco Moretti ha detto:

    Per la serie: avere la faccia come un’altra parte del corpo.

  23. Alex Paris ha detto:

    Ragionissimo

  24. marta70 ha detto:

    ovviamente non ci saranno petizioni su twitter come per la Cuccarini. Tutta la mia solidarieta’ ad un signor professionista

  25. Dario L ha detto:

    Ha ragione da vendere