Crea sito

MARCO LUCI: GLI INIZI CON FANTASTICO, IL SODALIZIO CON PAOLO BONOLIS E POI LEI, MARA VENIER E #DOMENICAIN

Intervista a cura di Bubino e Gianluca – Con grande piacere, accogliamo su BubinoBlog l’autore televisivo Marco Luci. Una bella chiacchierata con un caro amico del blog. Gli inizi con Fantastico, una incredibile serie di varietà ed eventi, il lungo sodalizio con Paolo Bonolis, la nascita di Ciao Darwin e poi lei, la regina della domenica, Mara Venier e la sua Domenica In.

La tua carriera come autore tv inizia come autore di “Fantastico”, uno dei varietà più famosi e ricordati della storia della tv. Cosa ricordi di quel periodo speciale?

‘Fantastico’ appartiene ad una stagione televisiva straordinaria ed irripetibile. Non c’erano i ‘format’, il varietà era scritto da autori del calibro di Antonio Amurri, Dino Verde, Pierfrancesco Pingitore.

Ho avuto la fortuna ed il privilegio di iniziare la mia carriera televisiva a Rai1 nel 1988 grazie ad una persona straordinaria come Mario Maffucci, geniale capostruttura di Rai1 che ebbe il coraggio di affidare ‘Fantastico’ ad Adriano Celentano e fece la storia della tv.

Con Mario Maffucci ho lavorato agli show di Beppe Grillo, ‘Pavarotti and Friends’, ‘Donna Sotto le Stelle’, a varie edizioni di ‘Fantastico’ con Pippo Baudo, Enrico Montesano, Massimo Ranieri, Raffaella Carrà e Johnny Dorelli.

Hai avuto un lungo sodalizio con Paolo Bonolis. Sei stato anche tra gli autori de “I Cervelloni” e “Fantastica Italiana”, due grandi successi del periodo Rai di Bonolis. Come si lavora con uno dei più grandi conduttori della TV? Se un domani Bonolis dovesse tornare su Rai1, quali dei due programmi potrebbe essere riproponibile?

Non dimenticherò mai l’incontro con Paolo Bonolis.

Uno dei conduttori televisivi più completi ed intelligenti che abbia mai conosciuto. Ironico, colto, grande battutista. Con Mario Maffucci decidemmo di affidare proprio a Paolo Bonolis ‘I Cervelloni’ (e Paolo veniva da una stagione non felice a Mediaset). Fu subito un successo.

Dimostrò immediatamente di avere la stoffa del conduttore, unita ad un grande fiuto per il varietà e l’intrattenimento. Poi venne ‘Fantastica Italiana’, uno dei primi ‘format’ Rai ideato insieme a Federico Moccia e Ugo Porcelli.

Se Paolo Bonolis dovesse tornare in Rai gli proporrei subito ‘Sanremo’ e poi magari un nuovo ‘format’ pensato e scritto sulle sue caratteristiche. Paolo Bonolis non ama molto ripetersi… è uno che ama sperimentare, è curioso e odia la ripetitività.

Nel 1998 hai contribuito alla nascita di Ciao Darwin (di cui sei stato autore fino al 2010, ndr), uno dei format di maggior successo della tv italiana. Ci puoi raccontare qualche aneddoto sulla genesi del programma cult di Paolo Bonolis?

‘Ciao Darwin’ è il programma al quale sono affettivamente più legato.

Un giorno Paolo Bonolis chiamò me e Federico Moccia e ci mostrò un foglietto sul quale c’erano pochi ma precisi appunti a penna (quel foglietto lo conservo ancora…). C’era scritto: sfide tra categorie umane, 100 contro 100, Darwin, evoluzione della specie, madre Natura.

Paolo aveva già tracciato la traiettoria del programma ma andava sviluppato il ‘format’.

Io e Federico Moccia ci chiudiamo per una settimana a casa Moccia sotto l’occhio ironico e attento di Pipolo (l’indimenticabile papà di Federico Moccia) e dopo una settimana tornammo da Paolo con il ‘format’ di Ciao Darwin sviluppato: prove di coraggio, prove di canto, prove di ballo, prova di ‘A spasso nel tempo’, defilè, i cilindroni finali.

E fu un successo straordinario con la regia dell’indimenticato Beppe Recchia e le coreografie di un grande amico che non c’è più, Marco Garofalo.

Hai firmato la domenica pomeriggio sia di Raiuno con molte edizioni di Domenica In, prima con Paolo Bonolis e poi con Mara Venier, ma anche di Buona Domenica, nelle edizioni condotte da Paola Perego. Quali differenze e affinità nelle linee di scrittura e budget per costruire i due contenitori?

Ogni edizione di ‘Domenica In’ ha una sua genesi completamente diversa. Con Paolo Bonolis fu una edizione incredibile segnata da ‘interviste’ che fecero molto discutere come quella a Donato Bilancia ma anche da puntate indimenticabili come quella di Pasqua dedicata alla ‘Passione di Cristo’ nella quale facemmo oltre il 30% di share.

Con Mara Venier ci siamo sempre divertiti tantissimo.

Non dimenticherò mai quando con Mara decidemmo di lanciare le sorelle Lecciso facendogli ballare il ‘Da da umpa’… finimmo in prima pagina sul Corriere della Sera… fu un successo pazzesco.

La ‘Buona Domenica’ con Paola Perego a Canale5 era figlia delle grandi edizioni di ‘Buona Domenica’ che Maurizio Costanzo aveva portato al successo per tanti anni. Budget importanti, grande libertà di scrittura e creatività. Un ottimo team di colleghi come Stefano Jurgens e Marco Salvati ed un capo progetto geniale e provocatorio come Cesare Lanza.

Quest’anno sei tornato a firmare Domenica In, l’edizione che ha segnato il grande ritorno di Mara Venier. Quali erano le aspettative del gruppo di lavoro a settembre? Vi aspettavate questo successo?

Mara Venier ha accettato la ‘sfida’ di tornare al timone di ‘Domenica In’ per dimostrare che poteva essere ancora la ‘signora della domenica’ e che non era affatto da ‘rottamare’, anzi.

E’ sua l’idea di lanciare la sigla con il pezzo di Vasco Rossi ‘eh già io sono ancora qua’ ed insieme a Massimo Cinque e ad un gruppo di ottimi colleghi autori abbiamo messo a punto una edizione molto curata in ogni dettaglio, cucita proprio sulle caratteristiche di Mara Venier.

A mio avviso è un talento unico, una forza della natura, una che ha un fiuto per la tv come pochi altri, empatica, diretta, passionale, le sue interviste sono assolutamente vere e naturali ed ogni personaggio di fronte a lei si sente completamente a suo agio, come nel salotto di casa… abbassa ogni schermo, si lascia andare e le sue interviste diventano delle stupende chiacchierate tra amici.

Mara Venier è tornata ad essere la regina della domenica pomeriggio. Un salotto garbato, che sa essere riflessivo così come divertente. Ma come si costruisce una puntata di Domenica In?

Dietro ogni puntata c’è un lavoro incredibile.

Dalla scelta degli ospiti, alla confezione dei filmati, alla scrittura dell’ intervista, alla messa a punto delle musiche, delle grafiche, delle foto da mandare nei ledwall, fino alla scaletta finale.

E Mara Venier è il nostro capo progetto. Lei è sempre sul pezzo, sempre pronta a darti il consiglio giusto, l’imbeccata vincente, raramente si sbaglia su un ospite o su come fare al meglio la scaletta definitiva.

Lei è nata per condurre ‘Domenica IN’, le viene assolutamente naturale ed il pubblico la vive come una vera amica, non a caso per tutti gli italiani è la Zia Mara.

Quali sono le possibilità di rivedere ancora Mara a Domenica In a settembre? Nel caso (ci speriamo tutti!) vedresti bene qualche modifica da fare, a partire da uno studio autonomo e non condiviso con un altro programma e che impedisce anche di fare molte prove?

Mara Venier è riuscita quest’anno a riportare ‘Domenica In’ ad ascolti incredibili che non si vedevano da anni, ormai siamo stabilmente oltre la media del 17% ogni domenica.

Immagino che la nuova Direzione di Rai1 non possa che essere felice di questi risultati e certamente Mara Venier in questo momento è una garanzia di ascolti e di qualità del prodotto. E se son rose…

Indubbiamente se dovesse esserci una nuova edizione di ‘Domenica In’ con Mara Venier al comando ci sarebbero senza dubbio diverse novità… ma per ora credo sia un po’ prematuro parlarne, anzi, sento già la voce di Mara che ci chiama nel suo camerino per gli ultimi dettagli della puntata che anche oggi si preannuncia ‘da non perdere’.

Grazie a ‘BubinoBlog’ e buona domenica a tutti.

17 Risposte

  1. Ammerde ha detto:

    Sempre belle le interviste.
    Non so se le Lecciso siano proprio qualcosa di cui vantarsi, ma l’attuale domenica in è un gioiellino, non solo per Mara ma anche per come è scritta dagli autori, quindi applausi.

  2. Zeus ha detto:

    Complimenti per l’intervista!
    Molto interessante con tanti aneddoti! Bella persona Marco Luci!

  3. Bubino ha detto:

    Non si sa

  4. Tuttotv ha detto:

    Bella intervista GP9,ma la fiction della Mori con la Venier per quale rete televisiva sarà?

  5. Ital ha detto:

    Bravi …come sempre ….
    Intervista interessante e ricca di aneddoti …
    Voglio sottolineare queste parole ….—-Bonolis non ama molto ripetersi… è uno che ama sperimentare, è curioso e odia la ripetitività.—-
    Questo ci dice molto di super Paolino ….e di come si nota ….(al di la della sua grande professionalità …sempre presente ….in ogni cosa che fa ….)la sua asfissia ….a fare sempre le stesse cose ….

  6. Gluca ha detto:

    interessante intervista , complimenti al blog per questo ennesimo colpaccio.
    Nell’intervista si evince che a Domenica in tra gli autori c’è anche Massimo Cinque che firmava le prime edizioni di Domenica 5 o mi sbaglio??

  7. Nuzzler ha detto:

    Complimenti per l’intervista!
    Sempre belle quelle fatte a chi sta dietro, specie a chi ha contribuito alla nascita di uno dei programmi più geniali della tv, nonché uno dei miei programmi preferiti.
    Una carriera lunga e importante, ricca di preziosi aneddoti.

  8. Bubino ha detto:

    Un’altra bella intervista per conoscere sempre di più il magico mondo del dietro le quinte della tv, come nascono i programmi! Grazie Marco per la disponibilità e gentilezza nei confronti del blog e a GP, compagno inseparabile nelle interviste!

  9. Harold ha detto:

    Complimenti per l’interessante intervista

  10. darkap ha detto:

    Complimenti a GP e Bubino, le interviste agli autori sono sempre molto interessanti 🙂 Che maestro Paolo che aveva abbozzato il suo show, poi sviluppato e finalizzato da Marco e altri

  11. Lorenzo ha detto:

    Bellissima intervista e spero che Mara farà Domenica in anche nella prossima stagione

  12. Saruzzo ha detto:

    Commento solamente con una frase: Mara Venier è Domenica In. Non esiste al mondo conduttrice migliore di lei. Togliere Mara da Domenica In sarebbe come togliere Barbara da Domenica Live.

    Complimenti a Bubino e Gianluca per questa splendida intervista. Una domanda: Ma il posto di Luci a Ciao Darwin chi l’ha preso? Grazie anticipatamente!

  13. Elisa ha detto:

    Spero proprio che Mara venga riconfermata a Domenica In.

  14. Federico ha detto:

    Complimenti per l’intervista! Tante perle interessanti.

  15. Sono Arcipieno ha detto:

    Complimenti al Direttore e a GP! Io credevo fosse Salvati l’intervistato.
    Bonolis è indubbiamente un fuoriclasse e fa un po’ commuovere il racconto della nascita di Darwin.
    Speriamo in Mara anche l’anno prossimo.

  16. Prisco ha detto:

    Complimentissimi per l’intervista!!!

  17. Tex ha detto:

    Complimenti a Bubino e a GP9
    Ancora non è stata confermata Mara a domenica in..