MILLY CARLUCCI: IL CANTANTE MASCHERATO TRA GIOIE E DOLENTI NOTE, IL FUTURO DI BALLANDO E SU SANREMO… (ESCLUSIVA)

Milly Carlucci

ESCLUSIVAMilly Carlucci presenta su BubinoBlog la terza edizione de Il Cantante Mascherato, in partenza venerdì 11 febbraio su Rai1. Abbiamo già ammirato le dodici nuove maschere protagoniste dello show. Sei puntate contrassegnate da sfide, duetti, spareggi, doppi svelamenti e una giuria che con il pubblico da casa cercherà di individuare i vip mascherati. Si parla anche del Festival di Sanremo, del futuro di Ballando con le Stelle e delle proposte per far tornare la Carlucci alla recitazione.

Una puntata in più, due maschere in più e a budget come siamo messi? Non è che arriveremo a vedere Milly condurre, in giuria e di corsa a cambiarsi sotto una maschera? (ride)

“Chi può dirlo? E’ un programma misterioso dove tutto può succedere”.

Le maschere quest’anno sono ancora più belle ma, nel dettaglio, come avviene l’iter che porta dalle prime idee alla selezione finale, fino alla realizzazione dei bozzetti e dei costumi?

“È un lavoro che viene fatto in vari step, diamo un’occhiata alle reference internazionali, poi proviamo a immaginare che maschera può nascondere al meglio i personaggi che accettano di far parte del nostro folle gioco e talvolta ci affidiamo anche a loro. Per esempio il primo anno è stato Al Bano a dirci che lo avrebbe fatto a condizione di essere il leone, così come Teo Mammuccari ha scelto il coniglio. Ognuno si nasconde dietro una maschera che gli somiglia o a cui vorrebbe somigliare”.

In alcune Nazioni è in onda anche lo spin off ovvero Il Ballerino Mascherato, senza però il successo del format madre. Da noi vedremo qualche maschera ballare oltre che cantare, unendo i due show?

“Ma chi lo sa? Diciamo che a Ballando con le Stelle con Joe Maska avevamo anticipato i tempi”.

Hai introdotto i duetti alla finale dell’anno scorso e quest’anno ci hai anticipato che torneranno. E in America lo scorso autunno sono arrivati i duetti. Anche stavolta hai dato idee nuove come con Ballando. Quanto lavoro di fantasia e scrittura c’è dietro?

“Lavoro fianco a fianco con Giancarlo De Andreis e spesso ci chiediamo come possiamo personalizzare e dare slancio a tutto quello che facciamo. Lo abbiamo fatto a Ballando dove abbiamo introdotto tante novità che ora fanno parte del formato e continuiamo a farlo al Cantante mascherato. Il pubblico italiano è unico. È il meno ingenuo e il più esigente di tutti. Poi ci avvaliamo del grande contributo del gruppo storico del programma: Maddalena De Panfilis, Giovanni Giuliani, Svevo Tognalini e Simone Troshel. Anche la manche con la voce nuda, come suo, dirsi a cappella, è stata apportata da noi lo scorso anno e con ottimi risultati”.

In giuria hai riconfermato Caterina Balivo, Flavio Insinna e Francesco Facchinetti. Si è conclusa la ricerca dell’altro o degli membri vacanti?

“Qui torniamo alle dolenti note. Ci è stato chiesto di risparmiare e di fare una giuria con 4 elementi. Insieme a Endemol e alla Rai stiamo cercando la soluzione migliore per ottimizzare qualità e risorse”.

A proposito di Caterina Balivo. Ti piacerebbe averla come concorrente della prossima edizione di Ballando o magari preparare un format per lei, visto anche il tuo impegno come autrice?

“Caterina con il suo quadernetto è stata una grande investigatrice e sono certa che quest’anno farà ancora meglio. Certo, mi piacerebbero entrambe le cose. Mai dire mai”.

Milly Carlucci è professionalità, eleganza e successo. Come regalo per la tua strepitosa carriera, accetteresti la conduzione e direzione artistica di un futuro Festival di Sanremo?

“Ho due progetti, Ballando con le Stelle e Il Cantante Mascherato, a cui tengo molto non saprei come conciliare le cose. E poi in questo momento il Festival è in mano a un grande professionista e direttore artistico come Amadeus che sta facendo un lavoro eccezionale. Anche quest’anno sarò a casa a guardarlo e a fare il tifo per lui e per la Rai. E dico la verità anche per vedere i promo del Cantante mascherato che spero arrivino copiosi”.

Molte sono le donne che nella loro carriera hanno alternato recitazione e conduzione. Tu sei una di quelle. Tra uno stop e l’altro dei tuoi show, torneresti in una fiction di Rai1, qualora ti venga proposto?

“È stata una fase divertente e pionieristica della mia vita. Non credo che il cinema e la fiction abbiano perso granché. Certo affrontare nuove sfide può essere stimolante. Ultimamente mi avevano offerto un paio di ruoli curiosi, ma erano incompatibili con gli impegni televisivi e ho dovuto declinare”.

Tra le critiche dei lettori del blog, te ne riporto due. “La giuria si dilunga troppo, più esibizioni, sfide tra maschere e duetti”. E sullo svelamento: “Aumentare ancora la suspense e attenzione ai movimenti di camera perché alcune volte si sono visti i dettagli del vip, togliendo il colpo di scena finale”.

“Bisogna tenere presente le critiche, aiutano a migliorarsi. Ne faremo tesoro”.

Ci portiamo un po’ avanti. A fine anno ci sono i Mondiali di Calcio su Rai1, da metà novembre a metà dicembre. Influiranno sulla programmazione di Ballando o si va verso la conferma del medesimo periodo di programmazione del 2021?

“Sinceramente non lo so. Ne dobbiamo parlare calendario alla mano. La collocazione di quest’anno era ideale, ma anche quella della primavera ci aveva dato soddisfazione. L’importante è partire quando il pubblico è a casa e non quando è ancora in vacanza. Intanto immergiamoci nel mistero del Cantante mascherato. Non vedo l’ora di cominciare. Buon divertimento!”.

Ti potrebbe interessare anche…

IL CANTANTE MASCHERATO: MILLY CARLUCCI SVELA LE 12 NUOVE MASCHERE DELLO SHOW DI RAI1