Get a site

MILLY CARLUCCI: SE UN CONDUTTORE SI CHIUDE IN UNA TORRE D’AVORIO E’ FINITA, MI DIVERTO DA PAZZI A PREPARARE IL CANTANTE MASCHERATO

Milly Carlucci è in giro per l’Italia con il tour di “Ballando on the Road” e nel frattempo prepara “Il Cantante Mascherato”, il nuovo show di Raiuno (da venerdì 10 gennaio). Tra un’audizione di ballo, una riunione, un incontro per scegliere i vip che canteranno mascherati, trova sempre il tempo per il pubblico.

Ballando on the road è una sfacchinata, chi glielo fa fare?

Per me questo è linfa vitale. Mi permette di conoscere il mio pubblico. Se ti chiudi in una torre d’avorio, è finita.

Nel tour ci sono anche gli ex fidanzati Stefano Oradei e Veera Kinnunen.

Sono contenta perchè Ballando è una famiglia e come capita nelle famiglie possono esserci momenti di trambusto, ma l’affetto rimane. i legami sono si perdono mai.

Chi vorrebbe a Ballando come ballerino per una notte?

Mi piacerebbe Richard Gere. Che fascino! Visto i budget della Rai, temo rimarrà un sogno.

Il Cantante Mascherato.

Mi sto divertendo da pazzi. I nomi dei vip che partecipano sono super segreti. solo sette persone conoscono la loro vera identità. Il pubblico li vedrà solo mascherati: da coniglio, barboncino, leone. E’ una cosa da 007. E quando andremo in onda sarà un gioco di guardie e ladri, tra noi e il pubblico che vorrà scoprire chi sono.

I dirigenti Rai quando propose Ballando erano un po’ dubbiosi, e ora cosa dicono?

Lo show ha avuto un successo pazzesco nel mondo. Ma naturalmente deve essere adattato ai gusti italiani, è uno show strano, mai visto. Funzionerà? E’ una sfida.

Milly sembra invincibile ma ha paura di qualcosa?

La vera paura è quella di perdere le persone care. Ho perso i miei genitori, sono momenti che segnano la vita. Ho paura delle malattie, che ti rendono impotente, fragile come un guscetto di noce. Il lavoro serve a non pensare, fai qualco[‘altro e chiudi la porta ai pensieri tristi.

Riassunto dell’intervista pubblicata nel nuovo numero di OGGI, in edicola.