Crea sito

NOTTI SUL GHIACCIO 2015: MEDIA FINALE, ANALISI TARGET E VINCITORE SUPERTOTOSHARE – QUALE SOLUZIONE PER L’INTRATTENIMENTO RAI?

NOTTI SUL GHIACCIO 2015: MEDIA FINALE, ANALISI TARGET E VINCITORE SUPERTOTOSHARE - QUALE SOLUZIONE PER L'INTRATTENIMENTO RAI?

Giorgio Rocca, il vincitore di Notti sul ghiaccio 2015

Ormai in televisione è stato fatto di tutto e la moda degli ultimi mesi è riportare in onda storici format completamente rivoluzionati e rimodernati, per accontentare le esigenze sempre in mutamento del pubblico. Ce l’hanno fatta Scherzi a parte e L’Isola dei famosi su Canale5, mentre presto toccherà al Karaoke e al Maurizio Costanzo Show.

Anche in Rai ci hanno voluto provare, e siccome non esiste stagione televisiva senza l’ennesimo talent show vip che Milly Carlucci auto-copia dal suo Ballando, è toccato rispolverare Notti sul ghiaccio, fortemente (ri)voluto dal direttore Leone.

Soldatino Milly ha quindi accettato la sfida e riportato in onda un format conclusosi ben 8 anni fa e che già nelle sue prime due edizioni non convinceva come il fratello, allora colosso da 30%, Ballando con le stelle. I risultati sono quelli che sono ma a difesa del programma bisogna dare merito della discreta realizzazione tecnica e soprattutto dell’ottima giuria messa in piedi. Il gran ritorno di Simona Ventura in Rai, l’accoppiata già testata sulla pista da ballo Miccio-Lucarelli, il buon Marco Liorni e Gabriella Pession sarebbero stati perfetti per dare aria fresca a Ballando stesso invece di essere completamente sprecati in un contesto già flop in partenza.

Insomma, l’intrattenimento di successo di Rai1 rimane saldamente nelle mani di Carlo Conti, aspettando la prestazione della Clerici: quale destino per il reparto show della prima rete? Scopriamo intanto la media finale e l’analisi dei target di Notti sul ghiaccio, oltre ai vincitori del nostro SuperTotoshare.

NOTTI SUL GHIACCIO 2015: MEDIA FINALE

La media finale delle cinque puntate andate in onda ogni sabato da quello post-Sanremo è di 2.936.000 spettatori pari al 14,12% di share. La puntata più vista è stata la prima, che totalizzò contro C’è posta che trasmetteva l’incontro storico De Filippi-D’Urso-Littizzetto 3.300.000 spettatori e il 15,08%, mentre la meno vista è stata la quarta, ferma a 2.763.000 e il 13,83% di share. Ecco l’andamento, calante, dei cinque appuntamenti.

ghiaccio

NOTTI SUL GHIACCIO 2015: ANALISI TARGET

TARGET MEDIA SHARE MEDIA VALORI ASSOLUTI
15-64 9,7% 1.266.200
15-34 7,56% 211.600
55+ 20,32% 2.013.600

NOTTI SUL GHIACCIO: STORICO AUDITEL

Notti sul ghiaccio nasce dal successo stratosferico di Ballando con le stelle e del pattinaggio artistico alle olimpiadi torinesi del 2006. La prima edizione, andata in onda nella primavera di quell’anno, totalizzò una media di 5.567.000 e il 26,76%, numeri comunque inferiori a quelli di Ballando che in quella stagione toccava il 30% medio con punte del 40%. Il trend era calante, e dopo i 6,1 milioni della prima puntata il programma calò appuntamento dopo appuntamento, chiudendo a 4,9. I risultati in share sono comunque monster, con finale al 29%, grazie al solito mezzuccio carlucciano di chiudere nei pressi dell’1 di notte.

Nonostante il trend calante Ghiacciando torna l’anno dopo a febbraio, partendo da soli 4,4 milioni e il 24% e chiudendo a 4,3 e il 25% di share con puntate sotto i 4 milioni. La media della seconda edizione del 2007 fu di 4.053.000 spettatori e il 22,69% con un trend altalenante ma quasi sempre calante.

Per tutti gli ascolti completi vi rimando alla BubinoPedia #36, cliccando qui.

NOTTI SUL GHIACCIO 2015: RISULTATI SUPERTOTOSHARE

STIMA DELLA COMMUNITY: 18,37% – MEDIA EFFETTIVA 14,12%
# UTENTE
1^ classificato Paki (13%)
2^classificato Nuzzler (17%)
3^ classificato  Darkap (17,23%)

Complimenti!

1 Risposta

  1. Sanfrank ha detto:

    La community ha sovrastimato abbondantemente Ghiacciando con le stelle.
    Ovviamente il dato negativo era scontato, ma così negativo non si pensava proprio.
    Spiace per Milly, che rimane una grande professionista, anche se farebbe bene ad evitare inutili polemiche.