Crea sito

PARLA JAMES MURDOCH: IL MERCATO ITALIANO, NETFLIX E “VOLEVAMO MANTENERE LA CHAMPIONS, MA MEDIASET HA IL CHIODO FISSO…”

PARLA JAMES MURDOCH: IL MERCATO ITALIANO, NETFLIX E "VOLEVAMO MANTENERE LA CHAMPIONS, MA MEDIASET HA IL CHIODO FISSO..."

James Murdoch

«La prossima volta ci adopereremo per portarla a Sky Italia». Lo ha detto James Murdoch, presidente di Sky Italia, parlando dei diritti di trasmissione della Champions League. «Il mio direttore generale si lamenta che non gli avevo dato abbastanza soldi», ha aggiunto scherzando, intervenendo a una iniziativa dell’Osservatorio Permanente Giovani-Editori «dobbiamo – ha spiegato – fare sempre delle scelte, il mercato è dinamico con prezzi diversi. Avremmo voluto mantenerla ma il nostro concorrente ha un chiodo fisso e si arriva a un punto in cui si aumentano troppo i prezzi»

«L’Italia è stata un mercato difficile, ma per noi ora è il secondo mercato in Europa, e vedremo una grande crescita». Quando Sky è arrivata in Italia, ha ricordato Murdoch, il paese dal punto di vista del mercato televisivo «era in una situazione uguale a vent’anni prima, e noi abbiamo visto l’opportunità di creare una tv digitale del 21/o secolo». Secondo il presidente di Sky Italia «i consumatori italiani meritano buona scelta e alta qualità», e quindi «abbiamo grandi speranze che la nuova generazione di consumatori sarà sempre più esigente. Secondo me tante multinazionali hanno preoccupazione quando vengono in Italia, ma a noi piace la sfida, ci piacciono i contesti non eccessivamente serviti. Quando decidiamo di entrare in un Paese non ci interessa tanto il macro contesto, certo deve essere un Paese democratico, ma ci interessa come noi possiamo cambiarlo. In ogni caso non pensiamo che il consumatore italiano sia meno impegnato o meriti meno»

L’arrivo di NetFlix, la tv americana online non preoccupa Sky Italia. Netflix «dovrà concorrere come tutti, portando show e ottimi prodotti. Tutto dipenderà dalla qualità che offrono». Rispondendo a una domanda nel corso dell’incontro organizzato a Firenze dall’Osservatorio Giovani Editori, Murdoch ha spiegato che «non è del tutto giusto dire che destabilizza tutto in tutti i mercati. Bisognerà vedere se il livello di investimenti in prodotti originali da parte di Netflix sarà duraturo». Parlando del mercato italiano Murdoch ha ricordato che «in Italia ci vorrà un pò di tempo» riguardo all’ingresso di una Tv solo on line «perchè non c’è una Tv via cavo». Sulla banda ultralarga «un pò di investimenti sono stati fatti», ha aggiunto. Lo sbarco in Italia di Netflix è previsto il 22 ottobre. Nel futuro Murdoch prevede inoltre che «i produttori guadagneranno di più sui propri programmi e ne venderanno meno». Il numero uno di 21th Century Fox ha infine ricordato che il suo gruppo ha fatto molto per «migliorare la concorrenza».