Crea sito

PARLA L’AD RAI SALINI: IL RAFFORZAMENTO DI #RAI4, LA FUSIONE RAIMOVIE-RAIPREMIUM E DUE NUOVI CANALI

Prima Online – “Alla Rai servono certezze economiche e di governance: solo tali certezze possono garantire concretamente quell’autonomia da tutti auspicata”. A rivendicarlo l’ad del servizio pubblico, Fabrizio Salini, nel corso dell’audizione in commissione di Vigilanza.

“Un’azienda di servizio pubblico ha bisogno di risorse economiche certe” e di “una governance più stabile e di lungo respiro, per ridurre i periodi di stallo”, ha rimarcato Salini. Con lui, davanti ai commissari della bicamerale anche il presidente di Viale Mazzini, Marcello Foa.

I conti Rai: ritorno all’utile nel 2021 – Guardando ai bilanci di viale Mazzini, Salini ha previsto “un ritorno all’utile nel 2021: sul 2020 pesano infatti le Olimpiadi estive e gli Europei di calcio”. Nel triennio del piano industriale, ha spiegato in Vigilanza, “la Rai ha previsto di indirizzare circa 170 milioni per il potenziamento dell’offerta e ulteriori 200 milioni per la liberazione della banda 700, il rafforzamento tecnologico e del patrimonio immobiliare”. Sono investimenti “rilevanti – ha rivendicato – in un panorama già complesso anche a seguito del mancato riconoscimento integrale dell’extragettito del canone, per un valore pari a 100 milioni annui solo parzialmente compensati dai 40 milioni di contributo”.

I contenuti del piano industriale – La Rai ha il dovere di mantenere la  leadership sul fronte dei contenuti informativi ma deve anche  soddisfare gli obblighi del contratto di servizio ed ha una propria  responsabilità in materia culturale, per questi “maggiori vincoli nel  confronto con altri gruppi” televisivi “non può agire esclusivamente  con logiche di mercato”, ha sottolineato poi l’ad Rai Salini, ribadendo che in questo senso  va il Piano Industriale per il triennio 2019 – 2021, e che punta a “completare la transizione da broadcaster a public service media”.

Tra le novità che il servizio pubblico introdurrà ci sono un nuovo canale in inglese “per raccontare l’Italia al mondo nella lingua del mondo” e “un canale istituzionale, non solo di flusso, ma di approfondimento, per garantire ai cittadini un servizio giornalistico che racconti il lavoro delle istituzioni e in particolare quello legislativo”.

“Con la nuova testata multipiattaforma per l’informazione, che nasce dall’integrazione di Rainews24, Rainews.it, Televideo e Tgr, si avvierà di fatto il percorso per una newsroom unificata“, ha affermato Salini illustrando i contenuti del piano industriale.

Previsto anche il potenziamento dell’identità delle reti tematiche. “Rafforzeremo Rai4 connotandolo come un canale prevalentemente maschile e introdurremo una nuova rete prevalentemente femminile che nasce dall’integrazione di Rai Movie e Rai Premium”.

Tra le altre mosse previste dal piano industriale, “rafforzeremo l’offerta radiofocalizzeremo Rai Gulp sul segmento 8-11 anni e sposteremo Rai Scuola online che è la modalità più utile per la sua fruizione”.

8 Risposte

  1. Alextv ha detto:

    Un nuovo canale Rai Movie-Premium non
    mi dispiacerebbe per racchiudere in un unico canale fiction e serie in replica

  2. Elisa ha detto:

    Continua a sorprendermi la definizione di canale maschile e femminile.
    Qui non si parla di Rai 5. Dunque resta?

  3. Bubino ha detto:

    Rai 5 rimane sì

  4. Elisa ha detto:

    Secondo me andrebbe valorizzato. Il fatto che non pubblichino nemmeno gli ascolti dà l’impressione che interessi poco anche a loro.

  5. Tex ha detto:

    Rai4 è già maschile..
    Con una sola newsroom tutti i TG saranno filogovernativi

  6. Ammerde ha detto:

    La frase su rai4 maschile e raimovie-premium femminile è incredibile. Nemmeno negli anni 50.
    Le donne non guardano serie tv o film action, gli uomini non vedono le fiction?
    Benvenuti nel medioevo…
    Oltretutto unire raimovie e raipremium fa perdere lo share fatto dall’altra…

  7. Ammerde ha detto:

    Li hanno ripresi da tutte le autority ed è andato a dire che è più pluralista di chi veniva prima, facendo i conti come gli gira… non che ci si aspetti niente di diverso, ma brividi.

  8. fedosky ha detto:

    Ma dal Governo del decreto pillon che ti aspetti?
    Ovviamente il canale femminile sarà cucina,telenovelas e replica di fiction dell Incontrada