Crea sito

TITOLI DI CODA:
TANGO PER LA LIBERTÀ PRIMA SERATA
IN PRIMA ASSOLUTA SU RAIUNO

TITOLI DI CODA:<br /> <b>TANGO PER LA LIBERTÀ</b> PRIMA SERATA <br /> IN PRIMA ASSOLUTA SU RAIUNO

Questa sera si conclude la miniserie di RaiUno Tango per la libertà e, per l’occasione, riproponiamo il post di ieri per continuare a commentare con la Community la fiction con Alessandro Preziosi, che torna in tv, protagonista di un film di Alberto Negrinuna miniserie in due puntate, in prima visione assoluta, in onda in prime time su RaiUno, martedì 12 e mercoledì 13 gennaio. Liberamente ispirato all’opera letteraria, edita da Feltrinelli, Niente asilo politico di Enrico Calamai, viceconsole italiano a Buenos Aires nel 1976, che riuscì a salvare tramite l’emissione di passaporti italiani e l’organizzazione di viaggi a carico dell’ambasciata decine di cittadini argentini in pericolo, la miniserie è una coproduzione Rai Fiction e Compagnia Leone Cinematografica, prodotta da Francesco e Federico Scardamaglia. Nel cast artistico, tra gli altri, oltre al già citato Alessandro Preziosi, troviamo Rocío Munoz Morales, Giorgio Marchesi, Anna Valle e Franco Castellano.

1452002375132__TPL8158TangoPerLaLibertFrancescaFago

TRAMA DI TANGO PER LA LIBERTÀ

Il viceconsole italiano a Buenos Aires, Marco Ferreri (Alessandro Preziosi), nel 1976 durante un ricevimento all’ambasciata, assiste con il suo miglior amico Diego Madero (Giorgio Marchesi), all’esibizione di Anna Ribeiro (Rocío Munoz Morales) la più popolare cantante di tango argentina e ne resta affascinato. Ad osservarlo con gelosia è Carmen (Anna Valle) con la quale Marco è in intimità. Quella stessa notte i militari si impadroniscono del potere. Numerosi cittadini italiani si presentano all’ambasciata denunciando persecuzioni. Marco vorrebbe aiutarli ma l’ambasciatore comunica che l’Italia non concederà asilo politico. La sorella di Anna, Giulia (Veronica Bitto), viene rapita in una scuola di musica popolare, dove insegna canto ai bambini. Anna si rivolge a Marco che denuncia la sparizione di Giulia al capo della polizia, il Gordo (Stefano Fregni), che si dimostra indifferente. Diego, pur essendo nipote dell’Ammiraglio Villagran (Arturo Di Tullio), un importante membro della Giunta, detesta i militari e porta Anna e Marco da Monsignor Santini (Michele Di Mauro) che, avendo già ricevuto numerose altre denunce di scomparsa, promette il suo aiuto, ma quando sta per informare la Santa Sede, viene assassinato in un drammatico incidente d’auto.

1452002375132__TPL8376TangoPerLaLibertFrancescaFago

Anna è disperata e Marco la ospita a casa sua. Carmen rompe ogni rapporto con lui. Claudio Sereni (Simone Gandolfo), corrispondente italiano e amico di Marco, aiuta Marco e Anna nell’infruttuosa ricerca di Giulia. Gli italiani si riversano in massa davanti all’ambasciata chiedendo asilo. Anna, avvisata da Marco, sopraggiunge e attira così l’attenzione della stampa internazionale. Il Gordo, intervenuto con i suoi militari, deve desistere dal caricare la folla. All’improvviso Giulia telefona ad Anna implorandola di raggiungerla fuori Buenos Aires. L’auto su cui viaggiano Anna e Diego viene fermata e la cantante viene rapita. Marco è sconvolto. Mentre Marco cerca Anna senza successo, la cantante è prigioniera nel centro di detenzione e tortura della Marina, l’Esma, e viene obbligata a cantare durante le torture degli altri giovani sequestrati. La situazione in Argentina peggiora sempre più, tanto che Marco si trova a dover nascondere una famiglia addirittura nel sottotetto dell’ambasciata. Decide quindi di contattare Solanas (Franco Castellano), un noto avvocato, per farsi aiutare a ritrovare Anna, quando all’improvviso viene ritrovato un cadavere carbonizzato che sembra essere proprio quello della donna. Marco è sconvolto.

1452002375132__TPL5981TangoPerLaLibertFrancescaFago

Si tratta di una diabolica messa in scena orchestrata dai militari. È la stessa Anna, costretta a guardare in tv il proprio funerale, a scoprire con orrore che anche Marco è presente alla cerimonia, disperato e piangente. Anna ora sa che nessuno la cercherà più, neanche Marco. Ma un prigioniero fuggito dall’Esma ridà fiducia a Marco: racconta di una donna che cantava la più famosa canzone di Anna, Il tango per la libertà. Marco decide allora di infiltrarsi all’Esma con Sereni e andarla a cercare. Giunto lì, Marco scopre che la voce che canta è solo un nastro registrato, forse la donna che ama è davvero morta. Non può immaginare che Anna è stata nel frattempo spostata di sede. Alla fine della rischiosa operazione, Marco vede personalmente l’Ammiraglio Villagran imbarcare su un aereo i prigionieri incappucciati, che saranno gettati vivi nell’oceano. Non ha altra scelta che rivolgersi al suo più caro amico, Diego, e chiedergli di superare il suo insanabile contrasto e intervenire presso suo zio, l’Ammiraglio Villagran. Marco da parte sua si trova anche a dover affrontare l’emergenza della famiglia nascosta nel sottotetto dell’ambasciata. Ha l’intuizione di assegnare loro dei falsi passaporti italiani e di pagargli il viaggio in Italia tramite l’ambasciata.

1452002375132__TPL6434TangoPerLaLibertFrancescaFago

Inizia così un vero traffico di persone che Marco riesce a salvare falsificando i passaporti e rischiando in prima persona. Diego non riesce ad ottenere nulla dallo zio e allora Marco si rivolge a Carmen, che è diventata la moglie di Villagran, supplicandola di cercare indizi sul marito e rivelandole ciò che ha scoperto su di lui. Carmen, dopo un iniziale rifiuto, accetta e scopre l’atroce verità: leggendo la lista segreta dei passeggeri dei cosiddetti “voli della morte” scopre che il bambino che ha appena adottato è figlio della sorella di Anna, uccisa dopo il parto. Carmen confida tutto a Marco, rivelandogli anche che Anna è ancora viva. Può salvarla, ma manca poco al suo volo. Tutto precipita velocemente: Sereni viene sospeso dal suo incarico e rimandato in Italia, Carmen è in fuga col bambino, Marco viene destituito dall’ambasciata per il traffico di passaporti italiani e Solanas scopre che le proprietà di Anna, come quelle di molti altri desaparecidos, sono state trasferite ad una Fondazione. Marco, ormai solo e vulnerabile, privo di protezione diplomatica, metterà in gioco la sua stessa vita, nel tentativo di salvare la donna che ama, prima che venga imbarcata per un viaggio senza ritorno. E nel farlo scoprirà una verità, terribile e del tutto inaspettata.

1452002375132__TPL9046TangoPerLaLibertFrancescaFago

Con questi presupposti, non resta che dare appuntamento per l’ultima puntata, subito dopo Affari Tuoi, della miniserie Tango per la libertà, fiction che ci consentirà di fare un tuffo in un passato doloroso e storicamente esistito a cui il citato diario di Enrico Calamai fa riferimento. Il periodo dell’ennesimo colpo di stato militare, nel marzo del 1976, in cui assunse la presidenza il generale Jorge Rafael Videla e in cui i militari instaurarono una dittatura tra le più brutali della storia dell’Argentina. Furono sciolti il Congresso e le assemblee provinciali e comunali, sospese le libertà politiche e sindacali, istituite la censura e la pena di morte. Iniziarono gli arresti in massa delle persone non gradite al regime, molte delle quali scomparvero (desaparecidos) senza lasciar traccia. E in tutto questo, il ricordo porta alla mente l’eroismo delle “madri di Plaza de Mayo” che vogliamo omaggiare con queste ultime foto.

Vi auguriamo una buona visione!!

[line]

Per rivedere la prima puntata della miniserie “TANGO PER LA LIBERTÀ”, cliccate sulla foto che segue che vi indirizzerà direttamente al portale Rai.tv

1452002375132__TPL8587TangoPerLaLibertFrancescaFago

1452002375132__TPL8757TangoPerLaLibertFrancescaFago-e1452575172531

 Tango per la libertà * Rai 1 * Prima visione TV 

Episodio Data di programmazione Audience Share
#1 12/01/2016 4.768.000 18,50%
#2 13/01/2016 5.191.000 19,69%

69 Risposte

  1. Sanfrank ha detto:

    Avviso che in via del tutto eccezionale, giacché la Rai non ha distinto le anticipazioni dei due giorni facendo un unico calderone impossibile da dividere non conoscendo il contenuto delle singole puntate, in via del tutto eccezionale coloro che volessero seguire e commentare la miniserie Tango per la libertà oggi e domani potranno farlo in quanto al termine della prima puntata questo post sarà aggiornato con il link dell’episodio e la tabella dei dati Aditel che domani e dopodomani sarà aggiornata. Inoltre, sempre domani sera, questo articolo, dopo essere stato aggiornato, sarà pubblicato nuovamente alle 19.50

  2. Artax_77 ha detto:

    Tutti a squirtare per la roba ammuffita è mai nessuno che la commenti

  3. master ha detto:

    PORCATA ASSOLUTA

  4. Daniele ha detto:

    BOOM!!! L’avevo beccato subito che Marchesi qua interpretava il ruolo del viscido

  5. Sanfrank ha detto:

    Ringrazio Rocio Munoz Morales per averci retwittato e domani adotteremo il repost con l’aggiunta della tabella Auditel e con il link del secondo episodio.

    Notte a tutti

  6. Sanfrank ha detto:

    Perfetto Bubino. Grazie

    Motivazione del ri-post dell’articolo ieri, apportate le dovute rettifiche:
    Purtroppo nella brochure ufficiale della Rai non sono nettamente divise le anticipazioni delle due puntate e, facendo un giro sui giornali più quotati, le trame fornite erano un po’ scarne e non consentivano di capire fin dove sarebbero arrivati nella puntata di ieri e da quale parte della storia saremmo partiti oggi. Per i motivi sovraesposti, concordandolo con il resto dello staff, si è deciso di adoperare questa soluzione inserendo integralmente le anticipazioni ufficiali, sempre molto ricche e complete di dettagli, presenti nell’anzidetta brochure.

    Lo spiego per evitare l’effetto “minestra riscaldata” che a noi di BubinoBlog non piace affatto, ma – in questo caso – era doveroso.

    Grazie per chi vorrà commentare con me la puntata di questa sera e buona visione!!

  7. Sanfrank ha detto:

    Seguo la seconda puntata, probabilmente da solo nel Blog. Anche su Twitter non vedo molto interesse. Magari il problema è che la storia dei desaparecidos non è molto sentita nel nostro paese. In Argentina è stata una vera vergogna, un’ombra nella storia di quel paese. Tanta gente scomparsa e uccisa, di cui i parenti non hanno neanche avuto una tomba su cui piangere.

  8. Sanfrank ha detto:

  9. Sanfrank ha detto:

  10. Sanfrank ha detto:

  11. Sanfrank ha detto:

    Al ritrovamento del corpo bruciato, tutti i giornalisti si fiondano sul cadavere

  12. Sanfrank ha detto:

    Anna vede il suo funerale in tv e si accorge che ormai non esiste più e probabilmente non la cercherà nessuno

  13. veronica ha detto:

    Ciao Sanfrank passo per un saluto, ho visto che sei solo soletto. Io non la seguo, non mi ha ispirato proprio. Forse hai ragione tu, non è una tematica molto sentita.

  14. Sanfrank ha detto:

  15. Sanfrank ha detto:

    Ciao Veronica. È un po’ la solita storia. Fu lo stesso anche per la splendida fiction El tiempo entre costuras

  16. Sanfrank ha detto:

  17. Sanfrank ha detto:

  18. Sanfrank ha detto:

  19. Sanfrank ha detto:

  20. Sanfrank ha detto:

  21. Sanfrank ha detto:

  22. Stile Libero ha detto:

    Scena shock l’uccisione dopo il parto!

  23. Sanfrank ha detto:

    Vedo che la serie interessa a tal punto da riuscire a contare i capelli di Preziosi 😆

  24. Sanfrank ha detto:

    Il bambino di Giulia è stato dato a Carmen?

  25. Sanfrank ha detto:

  26. Sanfrank ha detto:

  27. Sanfrank ha detto:

  28. Sanfrank ha detto:

  29. Sanfrank ha detto:

  30. Sanfrank ha detto:

    Carmen scopre la foto del figlio “adottato” sul tavolo del marito ammiraglio. Vicino c’è la foto di Giulia, la sorella di Anna uccisa da Diego

  31. Sanfrank ha detto:

  32. Sanfrank ha detto:

  33. Sanfrank ha detto:

    Ecco la nostra versione de Il Conte di Montecristo, a cui si ispirava anche Senza identità

  34. Sanfrank ha detto:

    Diego possiede l’associazione che deruba la gente di tutto ed infine anche della loro vita

  35. Sanfrank ha detto:

  36. Sanfrank ha detto:

  37. Sanfrank ha detto:

  38. Sanfrank ha detto:

  39. Sanfrank ha detto:

  40. Sanfrank ha detto:

    E fu così che si scopre che Daniel Mc Vicar (ex Clark di Beautiful) è in questa miniserie

  41. Sanfrank ha detto:

  42. Sanfrank ha detto:

  43. FEDE ha detto:

    Buonasera. Una fiction difficile da seguire, per il tema così delicato e doloroso. Una pagina vergognosa della storia argentina, conclusasi solo dopo la guerra delle Falkland. Potremmo dire che l’azione della Thatcher ebbe questa indiretta conseguenza.

  44. Sanfrank ha detto:

  45. Sanfrank ha detto:

    L’avvocato pagherà con la vita

  46. Sanfrank ha detto:

  47. Sanfrank ha detto:

  48. Sanfrank ha detto:

    Ciao Fede. Buona sera

  49. Sanfrank ha detto:

  50. Sanfrank ha detto:

  51. Sanfrank ha detto:

  52. Sanfrank ha detto:

    30.000 persone scomparse in una guerra che ricordava tantissimo la persecuzione degli ebrei perpetrata dai nazisti nella 2^ guerra mondiale. Ed è successo alla fine degli anni 70

  53. Daniele ha detto:

    Ci sono stati diversi momenti commoventi in questa seconda puntata. La scena finale su tutte. Ma anche quando Anna Valle ha consegnato il bambino a Rocio o quando la signora anziana ha deciso di rimanere in Argentina per cercare il figlio.
    Diego (Marchesi) ed il Gordo viscidi da paura

  54. Imma #teamfederica ha detto:

    Buonasera.Ho seguito la fiction stasera e l’ho trovata davvero bella forse troppo forte, cruenta per il tema tanto delicato. Ma a me è piaciuta tantissimo. Mi ha sorpreso, in positivo, la Rocio. Davvero brava, in alcune scene mi ha emozionato.

  55. Sanfrank ha detto:

    Finisce la miniserie Tango per la libertà, che in diverse occasioni non ha mancato di emozionarmi. Vedere la forza di Anna Riberio che contrasta i militari che schiacciano la dignità di coloro che non la pensano come loro con la sola forza della sua voce e della passione del tango, abolito nel periodo del golpe, era davvero un pugno nello stomaco. Spero sia piaciuta anche a voi, o comunque a chi l’ha vista

  56. Sanfrank ha detto:

    La Rocio ci ringrazia

  57. Sanfrank ha detto:

    Magari non ne capisco nulla, ma a me la Rocio è piaciuta davvero. Anche la parte finale col bambino (come dice Daniele) oppure la stessa scena del parto e dell’uccisione di Giulia, la scena in cui doveva salire sull’aereo in quello che sarebbe stato il suo ultimo viaggio, mi hanno dato i brividi

  58. Sanfrank ha detto:

    Che carina la Rocio. Sta ringraziando tutte le persone che l’hanno taggata.
    Non è da tutti. Secondo me a lei è piaciuta tantissimo questa fiction

  59. Imma #teamfederica ha detto:

    A me ha emozionato tantissimo quando lei cantava mentre gli altri venivano torturati. Brava davvero!

  60. FEDE ha detto:

    Anche a me è piaciuta molto la sua parte. Ben recitata, brava. Anche in Un Passo dal Cielo aveva fatto molto bene, seppur in ambito completamente diverso.
    ***
    Sanfrank, domani sera riapre il fiction club?

  61. Sanfrank ha detto:

    Si Fede. Spero sarete come sempre numerosi, anche perché io trasherò come un ossesso :yahoo:

  62. FEDE ha detto:

    Sanfrank: Prete o Segreto?

  63. FEDE ha detto:

    O vai di simulcast? GHGHGHGH

  64. Sanfrank ha detto:

    Fede il post che presenteremo sarà quello di Don Matteo, anche perché Il Segreto non lo abbiamo mai fatto in settimana, salvo occasioni speciali, mi pare il matrimonio di Pepa e Tristan e l’uccisione di quest’ultimo, visto che la morte (presunta?) di Pepa capitò di domenica.

    Però non sono tanto convinto che lo seguirò. Magari andrò di simulcast, come dici tu

  65. FEDE ha detto:

    Notte! :bye: (e parole a caso)

  66. Sanfrank ha detto:

    Già disponibile il link sul sito Rai e quindi caricato nel post.
    Non ci resta che aspettare il dato Auditel da inserire in tabella e possiamo concludere la scheda di questa miniserie.

    Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato. Buona notte!!! :bye: