Crea sito

PARTONO OGGI – SPECIALE FICTIONERÒ:
TUTTO PUÒ SUCCEDERE PRIMA SERATA
IN PRIMA ASSOLUTA SU RAIUNO

PARTONO OGGI – SPECIALE FICTIONERÒ:<br /> <b>TUTTO PUÒ SUCCEDERE</b> PRIMA SERATA <br /> IN PRIMA ASSOLUTA SU RAIUNO

Tutto può succedere è la nuova serie family di Rai1 che racconta in 13 serate (26 episodi da 50 minuti) la vita della famiglia Ferraro: quattro fratelli (due maschi e due femmine) molto diversi tra loro, i loro genitori e i figli, bambini e adolescenti, che fanno parte di una sorta di mondo a sé, quello dei Ferraro. Una sola, grande, coinvolgente, famiglia. E una casa con giardino, poco fuori Roma, dove tutti si ritrovano per raccontarsi e confrontarsi. Un luogo dove litigare, ridere, piangere, amare, odiare. Insomma la quotidianità di una famiglia numerosa, dove quotidianità non vuol dire mancanza di sorprese, colpi di scena e sconvolgimenti, con cui confrontare il vissuto delle nostre vite e in cui riconoscerci e trovare, magari, le risposte alle domande che ci poniamo da tempo.

1450373786992_Alessandro TiberiPietro Sermonti

Tutto può succedere, una coproduzione Rai Fiction – Cattleya, prodotta da Riccardo Tozzi, Giovanni Stabilini e Marco Chimenz, per la regia di Lucio Pellegrini, con Pietro Sermonti, Maya Sansa, Ana Caterina Morariu, Alessandro Tiberi, Camilla Filippi, Fabio Ghidoni e con Licia Maglietta e Giorgio Colangeli. In onda la domenica, dal 27 dicembre, in prima serata su Rai1, primo remake di una serie TV americana. Tutto può succedere è infatti l’adattamento italiano della serie “Parenthood” (prodotta in associazione con NbcUniversal International Studios), creata da Jason Katims e andata in onda con grande successo sulla NBC per circa cinque anni. L’ambientazione italiana ha richiesto un’ importante riscrittura della serie, che mantiene la forza, il ritmo e la modernità dell’originale, grazie anche a un cast di attori straordinari e alla regia di Lucio Pellegrini. Il brano della sigla è interpretato dai Negramaro che lo hanno scritto insieme al compositore Paolo Buonvino.

1450373786992_Alessandro TiberiAna Caterina Morariu

 Sinossi della serie Tutto può succedere 

Le storie di Tutto può succedere ruotano attorno alla famiglia Ferraro, composta dai protagonisti di seguito elencati e dai nipoti, i figli di Sara, Ambra (Matilda de Angelis) e Denis (Tobia de Angelis), i figli di Alessandro, Federica (Benedetta Porcaroli) e Max (Roberto Nocchi), la figlia di Giulia, Matilda (Giulia de Felici) e il figlio a sorpresa di Carlo, Robel (Sean Ghedion Nolasco).

rye

Alessandro Ferraro (Pietro Sermonti) – Sposato con Cristina (Camilla Filippi), Alessandro è il saggio della famiglia, il “fratellone”, a cui si confidano i segreti, si chiedono abbracci e parole buone. Le sue giornate volano via tra gli impegni di lavoro, le grane dei fratelli e soprattutto la complessa gestione dei due figli: Federica, che non accetta più il ruolo dell’adolescente modello, e il piccolo Massimiliano, affetto dalla sindrome di Asperger. Ma lui è un tipo che non crolla mai, o quasi. Dei quattro fratelli è il figlio che più assomiglia al padre Ettore: sembra fatto di pietra dura e a guardarlo dall’esterno si direbbe che non c’è spazio nella sua vita per nessuna debolezza. Si è laureato in economia e all’inizio del nostro racconto è responsabile della contabilità presso un’impresa d’abbigliamento sportivo; ha comprato una casa a pochi chilometri da suo padre, perché come lui ama gli sport e l’aria aperta. Ha sposato una donna bella e dedita alla famiglia, ha avuto due figli e ha voluto che la sua casa avesse due piani e un giardino. Gli piace invitare a cena i fratelli e i nipoti come fa suo padre. Con Ettore, inoltre, Alessandro condivide un certo ottimismo di fondo, l’idea che le cose alla fine andranno sempre bene, e un grande attaccamento alla famiglia, un certo latente maschilismo, da cui prima o poi dovrà liberarsi (in questo lo aiuterà sua figlia Federica, di cui è morbosamente geloso). Descritto così, Alessandro sembra davvero un secondo Ettore, ma non bisogna dimenticare che il tratto dominante del suo carattere è un altro: una dolcezza e disponibilità all’ascolto che ha ereditato dalla madre.

Sara Ferraro (Maya Sansa) – Sara è la scapestrata della famiglia, quella insofferente alle regole, che se n’è andata via di casa giovanissima e che, suo malgrado, è costretta a tornarci. All’inizio della storia, infatti, abbandonata dal compagno Elia, Sara lascia Genova e torna dai genitori con Ambra e Denis, i figli adolescenti. E la sua vita, sia professionale che sentimentale, sarà tutta da ricostruire. Andata via da casa molto giovane, ha lasciato gli studi e per quindici anni ha fatto la cameriera. Adesso il suo compagno si è stancato di fare l’operaio, si è licenziato, ha preso i risparmi di famiglia e ha deciso di coronare il suo sogno di comprare una barca a vela e vivere scarrozzando i turisti tra Rapallo e Porto Venere. Non era nato per mettere su famiglia, evidentemente. Sara arriva a casa dei genitori col senso di un fallimento alle proprie spalle, ma con la speranza di offrire ai figli una famiglia e di ricominciare una nuova vita.

Giulia Ferraro (Ana Caterina Morariu) – Giulia, terza dei fratelli Ferraro, al contrario di Sara, è un avvocato di successo con la passione per lo shopping. Ha trentasei anni ed è quella, fra tutti, che si è allontanata di più dai genitori: bella, elegante, più ricca degli altri fratelli, vive in uno dei condomini più moderni di Roma, sull’Ostiense. È sposata con Luca (Fabio Ghidoni), avvocato come lei, ma disoccupato, e ha una figlia di tre anni, Matilde, con cui passa pochissimo tempo perché dedica al lavoro quattordici ore al giorno. Il suo rapporto con la bambina peggiora ogni giorno di più. Le sue assenze generano dure tensioni in famiglia, ma gli equilibri sembreranno ricomporsi nel momento in cui lui troverà un’occupazione.

Carlo Ferraro (Alessandro Tiberi) – L’ultimo dei fratelli, Carlo, è il classico Peter Pan: ha trentatré anni, ma vive come ne avesse ancora venticinque. La sua casa è un barcone sul Tevere sopra al suo locale, il Major Tom, dove organizza concerti. Si prende poco sul serio, non vuole figli, né responsabilità. E d’altra parte è considerato il “piccolo” di casa che tutti hanno sempre cercato di proteggere. È ingenuo, un po’ irresponsabile, vagamente bohèmien, del tutto incapace di invidia o superbia. Ama la musica e suona il piano e la chitarra. Nel suo locale, che gestisce praticamente da solo, passano artisti d’ogni genere, blues man e cantautori, con cui instaura rapporti cordiali e amichevoli. E Carlo conduce la stessa vita sregolata degli artisti: non si alza mai prima di mezzogiorno, non si addormenta mai prima delle quattro. La vita, però, gli riserva una grossa sorpresa: un figlio di cinque anni, Robel, di cui non sapeva nulla, nato dall’incontro di una notte con una violinista di origini eritree, Feven. Si metterà alla prova, giorno dopo giorno, come padre e come uomo.

Ettore Ferraro (Giorgio Colangeli) – Padre di quattro figli, nonno di sei nipoti, è il capostipite dei Ferraro, il più ingombrante, presente, martellante. Ettore Ferraro dalla vita ha avuto tutto quello che desiderava. Ha lottato, e non ha rinunciato a niente. È nato in una provincia del nord che gli stava stretta e a diciotto anni ha inseguito la sua passione: le moto. Ha partecipato a decine di gran premi e qualcuno l’ha anche vinto. Ha girato il mondo con la sua compagna (che qualche anno dopo è diventata sua moglie) e, prima di ritirarsi, ha fatto in tempo a correre la prima edizione della Parigi-Dakar. Quando ha deciso di fermarsi, ha comprato una bella casa sul litorale romano, si è sposato e ha messo su famiglia. Ha aperto un’autofficina (la migliore di Roma, dice lui) e ha lavorato finché ne ha avuto voglia. Poi l’ha venduta e ha fatto un po’ d’investimenti, con l’incoscienza di chi pensa che tutto debba andare sempre bene. Adesso ha settant’anni, ma dei tempi eroici gli resta ancora la certezza che per riuscire nella vita basta rimboccarsi le maniche e darsi da fare.

Emma Ferraro (Licia Maglietta) – Emma, classe 1947, è ancora molto bella, giovanile, soprattutto straordinariamente dolce. Con Ettore, se l’è goduta per tanto tempo. L’ha seguito in giro per l’Europa, quando lui correva i gran premi e rischiava la vita e lei lo guardava dagli spalti, col cuore in gola e piena di ammirazione. Avevano già due bambini quando il marito volle correre quella Parigi-Dakar, ma dopo è stata lei a dirgli “basta”. E lui, per una volta, l’ha ascoltata. Hanno scelto insieme la casa di Fiumicino dove ancora vivono; hanno avuto altri due figli e lei li ha cresciuti tutti e quattro praticamente da sola, senza mai chiedere o pretendere nulla, quasi dimenticandosi di sé, di quello che desiderava, di quello che poteva ancora avere dalla vita. Ha fatto una scelta, e l’ha seguita fino in fondo.

Cristina (Camilla Filippi) è la moglie di Alessandro e madre di Max e Federica. Ha una laurea in architettura a cui però ha preferito una carriera da moglie e da madre. Non è stato un ripiego il suo ma una scelta che viene dal cuore, essere il punto di riferimento per la sua famiglia è la cosa che la fa più felice. Si mostra molto più rigida e sicura di sé di quello che in realtà è, ma è solo un modo per rimanere forte di fronte alle avversità della vita.

Feven (Esther Elisha) è la compagna di Carlo e madre di Robel. Di origine eritrea e violinista di grande talento, tende ad utilizzare anche nella vita privata quella forza d’animo e quella rigidità che le permettono di farsi strada come artista. Aspetti della sua personalità che dovrà mettere in discussione nella costruzione della sua relazione con Carlo.

Luca (Fabio Ghidoni) è il placido e paziente marito di Giulia. Sulla carta avvocato come lei ma privo della sua ambizione, sembra essersi rassegnato al suo ruolo di amorevole e attento “mammo” e di primo consorte quando invece quello che sta cercando è solo un’attività professionale che lo faccia sentire davvero se stesso.

ury

 Trama di TUTTO PUÒ SUCCEDERE PRIMA SERATA 

[line]

Primo episodio – La puntata ci introduce alla famiglia Ferraro. Sara, separata con due figli (Ambra e Denis), è costretta a tornare a vivere a casa dei genitori Emma ed Ettore dopo essere stata lasciata dal marito. Sua sorella Giulia è l’esatto opposto: avvocato di successo e mamma imperfetta di Matilde insieme a suo marito Luca, legale d’azienda in cassa integrazione. Carlo, il più giovane e irresponsabile dei fratelli, è stretto fra due fuochi: una fidanzata (Valentina) che vuole un bambino e una vecchia fiamma (Feven) tornata dopo 5 anni per rivelargli che lui un figlio ce l’ha già: Robel. Nel frattempo il maggiore dei fratelli, Alessandro, sua moglie Cristina e la figlia Federica scoprono che forse il figlio minore Max soffre della sindrome di Asperger. Ambra e Federica vengono pizzicate a fumare erba nel parco, Sara fa sesso con una vecchia fiamma (Sergio Serio) e scopre dei preservativi nel cassetto del padre.

[line]

Secondo episodio – Sara sta cercando casa e lavoro. Ettore prega Alessandro di far avere a sua sorella un colloquio per un posto di grafica in una società amica. Il colloquio va bene ma lei non viene assunta e quando Sara scopre che è stato Alessandro a farle avere il colloquio ci rimane male. Carlo si sta affezionando a Robel e per passare un pomeriggio con lui mente a Valentina. Alessandro scopre una busta di marijuana nascosta in giardino. Federica confessa che l’erba è sua e non di Ambra come tutti credono. Il dottor Luppo conferma che Max ha la sindrome di Asperger. Giulia è gelosa di Rachele, mamma della migliore amica di Matilde, e nel corso di una serata al Major Tom le lancia una sfida all’asta pagando 1000 euro una camicetta. Ambra non si trova bene nella nuova classe ma Sara riesce a farla spostare nella classe di prima.

[line]

1450373786992_Benedetta PorcaroliFederica Ferraro_lavori casa

Non resta che dare appuntamento subito dopo Affari Tuoi, in prima serata su RaiUno, con la prima puntata di Tutto può succedere, chiedendo di esprimere il vostro parere come al solito nell’area commenti, preannunciando che, non appena disponibili, si aggiorneranno al presente articolo l’immancabile link dell’episodio e la tabella Auditel di questa serie, che andrà formandosi man mano nei prossimi appuntamenti con la rubrica “Fiction Club”, per poi completarsi con l’ultima puntata che seguiremo con la rubrica “Titoli di coda”.

[line]

Per rivedere la prima serata della serie “TUTTO PUÒ SUCCEDERE”, cliccate sulla foto che segue che vi indirizzerà direttamente al portale Rai.tv

1450373786992_Alessandro Tiberi e bambinoRobel

 TUTTO PUÒ SUCCEDERE PRIMA SERATA 

[line]

Segue la tabella che ci accompagnerà nei prossimi appuntamenti di “Tutto può succedere”, che, puntata dopo puntata, andrà completandosi con i dati Auditel di tutti gli episodi che compongono la nuova fiction di RaiUno.

 Tutto può succedere – RaiUno – Prima visione TV 

Episodio Data di programmazione Audience Share
S01E01 27/12/2015 3.704.000 14,99%

[line]

Buona visione con BubinoBlog!!

[line]

47 Risposte

  1. Sanfrank ha detto:

    Comunque è davvero difficile esporsi, visto il particolare periodo di vacanza, un po’ come ieri col Dono

  2. Sanfrank ha detto:

    Anche per me andrà bene, ma non benissimo. Quella del Segreto era una puntata molto attesa e la presenza sulla TT di Twitter la dice lunga

  3. Sanfrank ha detto:

    No Miss. Se ci pensi anche la storia di Velvet per Il Paradiso delle signore era una polemica stucchevole

  4. #peppe ha detto:

    Cmq mi e’piaciuta e come 1 puntata gli do 6,mi intrressa molto la storia di Sermonti e mi ha preso anche quello della Morariu.Ci sara’qualcosa da scoprire su i 2 genitori che nascondono qualcosa.Io vado sui 4,5 e il 19% .

  5. _MissFairy_ ha detto:

    SanFrank

    ma se twitter fosse esistito quando la prima serie del Medico o Cesaroni andarono in onda cosa sarebbe successo? perchè sono remake

    anche per Braccialetti dov’erano gli espertoni della serie originale?

  6. Sanfrank ha detto:

    Finisce alle 23.20

  7. shinichi ha detto:

    Ho visto gli ultimi 10 minuti di questa fiction. Molto commovente… Vedere gente che fuma canne su rai1 mi ha commosso

  8. Sanfrank ha detto:

    Che poi, tra l’altro non capisco perché dobbiamo scimmiottare gli americani. Tutto può succedere ha voluto riprendere l’idea di Parenthood, ma l’ha sviluppata a modo nostro. Non è mica obbligatorio che chi ha visto la serie americana debba seguire per forza

  9. Sanfrank ha detto:

    La prossima scusa che daranno al mio tweet perculatorio sarà che il cane mi ha portato il kit completo con le stagioni di Parenthood :yes: è l’ho visto tutto.

  10. Sanfrank ha detto:

  11. Fafo1970 ha detto:

    Sì non è un granché ma basta co sta esterofilia

  12. Sanfrank ha detto:

  13. Sanfrank ha detto:

    La mamma conosce l’odore della canna

  14. Sanfrank ha detto:

  15. Sanfrank ha detto:

    Ammappete che asta. 1000 euro per la camicia

  16. Sanfrank ha detto:

  17. Sanfrank ha detto:

  18. Max31 ha detto:

    A me sta piacendo la fiction

  19. Sanfrank ha detto:

  20. #peppe ha detto:

    Nella fiction c’e`anche la casa galleggiante del GF

  21. Sanfrank ha detto:

  22. Sanfrank ha detto:

    Ecco, questo è il più plausibile

  23. Sanfrank ha detto:

  24. Sanfrank ha detto:

  25. Sanfrank ha detto:

  26. Sanfrank ha detto:

  27. Sanfrank ha detto:

  28. Sanfrank ha detto:

    Insofferenza da tweet 😆

  29. Sanfrank ha detto:

    Ahahahah sulla storia del cugino

  30. Sanfrank ha detto:

  31. Sanfrank ha detto:

  32. Sanfrank ha detto:

  33. Sanfrank ha detto:

  34. Sanfrank ha detto:

    All’inizio della fiction i commenti erano molto negativi per il confronto con Parenthood (che in Italia non ha vista praticamente nessuno, salvo sapere tutto su Twitter), per il fatto che non sembrava diversa dalla trama della serie americana e per il confronto con gli attori. Dopo i primi commenti negativi, ora la situazione va migliorando e arrivano anche complimenti oltre a tanti commenti positivi

  35. _MissFairy_ ha detto:

    ma anche la prima puntata del paradiso ebbe tweets negativi per via dello stupido paragone con Velvet

    ci sono anche tweets positivi per Sermonti e Max

  36. Sanfrank ha detto:

  37. Sanfrank ha detto:

    Tantissimi tweet e infatti scala la vetta della top ten di Twitter, ma leggo tanti commenti di disapprovazione per il confronto con Parenthood

  38. _MissFairy_ ha detto:

    speriamo che la regola di twitter non colpisca la fiction

    #allaricercadinemo
    #TuttoPuoSuccedere
    #iostoconfiorella
    #IlSignoreDegliAnelli
    #Anonymous
    Led Zeppelin
    Matteo Renzi
    Alex Russo
    Natale
    Paolo Fox

  39. #peppe ha detto:

    Sermonti sempre scatenato

  40. _MissFairy_ ha detto:

    ma questa è una famiglia di pazzi 😆

  41. Il telespettatore esigente ha detto:

    Sigla partita alle 21.30. Wow

  42. _MissFairy_ ha detto:

    qui sbroccano tutti 😆

  43. Sanfrank ha detto:

    Brava Miss, una di noi

  44. _MissFairy_ ha detto:

    Prontissima

  45. Sanfrank ha detto:

  46. GIANLUPOOH #TEAMRAI ha detto:

    Tutti su @RaiUno per seguire @ChePuoSuccedere #TuttoPuoSuccedere

  47. Sanfrank ha detto:

    Ecco il pezzo dei Negramaro e il backstage della realizzazione del video