Crea sito

PASSAPAROLA: IN SPAGNA SI FESTEGGIANO I SUOI 20 ANNI. IN ITALIA SAREBBE ANCORA FATTIBILE?

Pasapalabra giovedì ha celebrato le sue prime  100 puntate su Antena 3, vivendo il suo momento migliore per il pubblico e consolidandosi come leader nel suo slot di trasmissione.

Dall’arrivo del formato su Atresmedia il 18 maggio, Telecinco ha reagito bene con il suo format pomeridiano Salvame (fino alle 21:00) con la sua nuova edizione Tomato per contrastare Antena 3. E lo ha fatto con successo. Mediaset ha mantenuto nettamente la leadership.

Quindici giorni dopo, in un’intervista, Roberto Leal ha dichiarato:

Pasapalabra  è un progetto a lungo termine, è iniziato solo da due settimane e possiamo già iniziare a notare dei cambiamenti, ma credo che sia un programma a lungo termine e che dovremmo guardare nel tempo.

Dopo i primi tre mesi di sconfitte, ad agosto Pasapalabra ha colto l’occasione per guidare il suo slot, e a settembre ha confermato il trend in crescita, ottenendo il suo miglior dato mensile: 18,4% di share e una media di 1.919.000 spettatori.

I dati di Pasapalabra si basano soprattutto sulle prestazioni eccezionali che ottiene nel suo tratto finale di gioco. Pasapalabra consegna al TG serale di Antena 3, quasi il 21% di share e con oltre 2.400.000 spettatori.

Passaparola in Italia ha totalizzato oltre 1.500 puntate, andate in onda fino a gennaio 2008, collezionando una serie di successi, che hanno portato Canale 5 in alto, e assieme a tante altre trasmissioni hanno cambiato le “regole” della televisione italiana.

Gerry Scotti tra i suoi tanti successi, negli ultimi anni, non ha mai nominato Passaparola, che tra le altre cose, è il suo vero proprio debutto nella fascia preserale di Canale 5, ed uno dei suoi veri e propri quiz di successo sulla lingua italiana, lingua che spesso viene oscurata da inglesismi.