Crea sito

PIPPO BAUDO: BONOLIS NON SI VERGOGNA A FARE SEMPRE LE STESSE COSE? E NON RISPARMIA CONTI

Pippo Baudo festeggia 85 anni con un’intervista dove boccia totalmente la tv italiana. Sempre uguale a se stessa, sempre gli stessi programmi, tutto uguale, tutto fermo. Immobile, o quasi. Una disamina impietosa quella tracciata dal grande conduttore che ha segnato la storia della tv a partire dagli anni ’60, cambiando l’idea di intrattenimento e rendendo Sanremo internazionale.

Mi limito a guardare, e purtroppo vedo sempre le stesse cose, un format ripetuto 7, 8 volte. Leggo che Carlo Conti torna con Tale e Quale, ma è possibile? Ancora? È tremendo.

Così il Pippo Nazionale al quotidiano La Nazione. Va ancora più pesante su Paolo Bonolis.

Paolo Bonolis è bravissimo, è colto, spiritoso, intelligente. Ma non si vergogna a fare tutti gli anni Avanti un altro? Ma sforzati, inventa qualcosa di nuovo. E poi tutta quella volgarità… alla volgarità ricorre chi non è bravo. La tv di oggi è fatta solo di fotocopie.

La tv è cambiata dai tempi in cui Baudo ne era il sovrano. Il suo apice negli anni ’80 e ’90 con il Festival di Sanremo e i grandi show per Rai1. L’ultimo successo risale al 2007 con la conduzione del Festival affiancato da Michelle Hunziker. Più che dei conduttori, è “colpa” dei soldi che sono sempre meno e vengono indirizzati in progetti già rodati. Si rischia il meno possibile. Cambierà qualcosa?