Crea sito

PREPARARSI AL FUTURO: PIERO ANGELA E LE LEZIONI AGLI STUDENTI SU RAI PREMIUM

Piero Angela ha superato i 90 anni ma continua instancabile nella sua missione di divulgatore. Giovedì 17 dicembre debutta alle 23.15 su Rai Premium “Prepararsi al Futuro”, il suo nuovo programma articolato in quattro puntate. Al centro grandi temi: dal problema demografico allo sviluppo tecnologico passando per il clima.

Prepararsi al Futuro nasce da un’idea che avevo avuto qualche tempo fa, e cioè quella di far incontrare gli studenti con grandi personaggi di ogni campo: scienziati, economisti, storici, demografi, tecnologi, filosofi. E aprire un dialogo sui grandi temi del mondo moderno, soprattutto pensando al futuro.

Piero Angela spiega la genesi del programma che si è concretizzato in un ciclo di incontri al Politecnico di Torino. Ai timori di trovarsi di fronte ad una trasmissione troppo “impegnata” Piero Angela risponde:

Non vi spaventate perché comunque sono racconti fatti in modo chiaro e divulgativo! Prepararsi al Futuro non è solo per chi studia, ma è per tutti. Per tutti coloro che vogliono capire che cosa sta succedendo e che tipo di mondo ci attende con i suoi problemi, ma anche con le sue opportunità.

Le puntate di Prepararsi al Futuro, ideate e condotte da Piero Angela, verteranno su Energia e Biologia con ospiti speciali Nicola Armaroli, direttore del Consiglio Nazionale delle Ricerche, e Paola Bonfante dell’Università di Torino che illustrerà i meccanismi della produzione agricola.

A seguire al centro del dibattito saranno Videogiochi e Intelligenza artificiale con Marco Mazzaglia del Politecnico di Torino e Roberto Cingolani, fisico e ricercatore di Leonardo.

La terza puntata sarà dedicata a Geopolitica e Demografia con Paolo Magri, dell’Ispi di Milano, e al demografo Antonio Golini. E ancora Economia e Lavoro con Pietro Terna, dell’Università di Torino, e Tito Boeri, economista dell’Università Bocconi.

La replica di “Prepararsi al Futuro” andrà in onda domenica mattina alle 9.00.

1 Risposta

  1. Gianpaola Mossa ha detto:

    Questa sì che è Tv di servizio, altro che che le trasmissioni di Mattano, Daniele.