Crea sito

PRIME SERATE INFINITE? MENO SONNO E RISCHI SALUTE: ECCO LE RISPOSTE DI RAI E MEDIASET

Tirare avanti oltre mezzanotte va bene una volta alla settimana, il sabato sera, ma non in settimana. Eppure se guardiamo la prima serata di Canale 5, l’esempio più lampante, quasi ogni sera si va oltre mezzanotte, e varie volte oltre l’1 di notte.

Si dorme sempre meno, togliendo prezioso spazio al riposo di corpo e mente. I medici, al di là della televisione, avvertono dei rischi di dormire meno di 7-8 ore per notte negli adulti e meno di 9-10 ore per i bambini.

A lungo andare, avvertono gli esperti, dormire poche ore per notte che sia per guardare la tv o fare altro può portare a “diabete, ipertensione e aumento di peso“. I danni più gravi sono per i liceali e universitari che dormono anche 2-3 ore per notte, tra tv fino all’alba, serie sul web e movida.

Marcello Ciannamea, direttore distribuzione Rai, avverte che il problema è allo studio da tempo, anche se in Rai, tranne il sabato sera e va bene, le prime serate entro mezzanotte sono tutte finite.

Il test per rimodulare il prime time partirà con “Doc: Nelle tue mani“. Se la prima puntata del 15 ottobre andrà in onda con doppio episodio fino alle 23.30, dal 22 ottobre ci sarà un solo episodio che chiuderà alle 22.45, dando la linea a Porta a Porta e, dal 29 ottobre, alla novità di AmaSanremo (l’ex Sanremo Giovani).

Se tutto andrà bene, prosegue Ciannamea dalla pagine di Oggi, la potatura del prime time e l’anticipazione della seconda serata verranno estese ad altri generi (film, show, approfondimento). Già ora lo show di Brignano chiude alle 22.50.

Da Mediaset, Marco Paolini ha deciso di non rilasciare dichiarazioni ma si limitano a far sapere che “se Rai1 decidesse di anticipare la partenza del prime time, com’era un tempo, anche tutti gli altri canali anticiperebbero senza problemi”.