Crea sito

RAI, SALVINI ASSO PIGLIATUTTO: RIVOLUZIONE IN VISTA DOPO LE ELEZIONI EUROPEE?

I venti elettorali spesso cambiano gli equilibri politici e con essi viaggia di pari passo anche la Rai. Indubbiamente è una frase fatta e ridetta più volte da diversi addetti ai lavori eppure la moda è sempre la stessa.

Tra pochi giorni ci saranno le elezioni europee e tutto farebbe presagire – il condizionale è d’obbligo – a un cambiamento unilaterale dalle parti di Viale Mazzini. In particolare – spiega Marco Antonellis su Dagospia – il vicepremier e ministro dell’interno, Matteo Salvini, forte di un consenso sempre più crescente, sarebbe pronto a prendersi l’intero bottino della tv di stato, lasciando spiazzato l’alleato di governo, ovvero il Movimento 5 Stelle di Luigi Di Maio.

DE SANTIS PER IL DOPO SALINI? In caso di exploit (dato per quasi certo) alle prossime Europee, la prima mossa di Salvini e più in generale della Lega sarebbe quella di far saltare Fabrizio Salini dalla poltrona di Amministratore Delegato di Viale Mazzini.

Su questa operazione di cambio (più che probabile) al vertice della televisione di stato ci sono alcuni (importanti) fattori in ballo. In primo luogo, c’è da sottolineare la continua serie di rinvii dell’audizione dello stesso Ad (assieme al presidente Foa) in Commissione Parlamentare di Vigilanza sulla Rai (in particolare su argomenti scottanti come il famigerato e quanto mai discusso piano industriale).

Oltre a questo – dicono gli ultimi rumors – sul tavolo di Salini ci sarebbe anche un’offerta molto allettante proveniente da un noto network straniero, che è pronto ad accoglierlo con un ruolo dirigenziale di grande importanza. Con questo doppio scenario (tra politica e mondo media), è evidente che per la Lega ci sarebbe strada libera. E l’intenzione è presto svelata.

Il nome su cui il partito di Salvini punta per rimpiazzare Salini sarebbe quello della direttrice di Rai1 Teresa De Santis, sempre più nelle grazie del Carroccio dal suo insediamento (anche se chi ha memoria storica ricorderà senza dubbio che la stessa responsabile dell’ammiraglia nel lontano 2013 era data in quota grillina dopo le esperienze come vice di Fabrizio Del Noce proprio a Rai1 e con lo stesso incarico a Televideo). Con l’eventuale promozione della De Santis, si libererebbe la poltrona dell’ammiraglia (e anche in questo caso sarà battaglia sui sottili equilibri che si verranno a creare dall’esito finale delle Europee).

“IPOTESI SWITCH” TRA CARBONI E SANGIULIANO: Le mire di conquista della Lega in quel di Viale Mazzini, tuttavia, non si fermano  alla poltrona di Amministratore Delegato. Di fatti – sottolinea Dagospia – se ci fosse l’exploit europeo, il Carroccio sarebbe pronto ad apportare delle modifiche anche sul settore dell’informazione con una mossa inedita nella storia della Rai, ovvero quella dello switch (che non piacerebbe al M5S, “alleato contrattuale” di governo).

In particolare, l’ipotesi che verrebbe pericolosamente a galla sarebbe un cambio post elettorale al Tg1 e al Tg2 in un colpo solo, con il coinvolgimento diretto di Giuseppe Carboni e Gennaro Sangiuliano. Per i due direttori non solo si tratterebbe di un ritorno alle rispettive case madri, ma lascerebbero i rispettivi incarichi dopo poco più di 4 mesi di direzione (si sono insediati il 7 novembre con gli altri tre nominati – Paterniti, Casarin e Mazzà – nella prima tornata di nomine gialloverdi).

9 Risposte

  1. Ammerde ha detto:

    Salini preso da Amazon che cerca responsabile Italiano?

  2. Liukss ha detto:

    Mamma mia..Salvini peggio di Berlusconi!!

    Pensasse ai reali problemi del paese non alla rai…

  3. Tex ha detto:

    Meglio la De Santis di Salini

  4. Alextv ha detto:

    Fantz tv. Non cambierà nulla. E poi… Sangiuliano ha già “sfasciato” e rivoluzionato il Tg2. Non vorrà far danni anche al Tg1 ?

  5. Alessandro Impellizzieri ha detto:

    Il TG1 di Carboni fa ascolto solo grazie al traino del “L’ Eredità” di Insinna, e soprattutto troppi malumori e liti in redazione, e sopratutto il recentissimo scambio tra Giulia Serenelli e Lorenzo Galeazzi, con la prima al TG1 e il secondo incredibilmente retrocesso al TGR Lombardia…..

  6. Ital ha detto:

    Li fara’ di sicuro meno danni ..

  7. Liukss ha detto:

    Sangiuliano è peggio pure di Minzolini basta vedere i disastri che sta facendo al Tg2..

  8. Enrick81 ha detto:

    Secondo me salterà pure freccero

  9. piero ha detto:

    Povera Rai! Questi peggio di Berlusconi (