RAI1, LE FICTION DI PRIMAVERA: NOI, SOPRAVVISSUTI, STUDIO BATTAGLIA, VOSTRO ONORE E TANTE ALTRE

Dopo aver passato in rassegna le fiction di Rai1 di gennaio (qui) e febbraio (qui), vediamo le serie che vedremo in primavera, da marzo a maggio 2022. Molti titoli e generi nuovi per l’ammiraglia Rai, oltre a graditi ritorni. Ecco i dettagli, dal raddoppio di Lino Guanciale con “Noi” e “Sopravvissuti” a Stefano Accorsi con “Vostro Onore” alla serie al femminile “Studio Battaglia” con Barbora Bobulova, Lunetta Savino e Miriam Dalmazio fino a “Don Matteo 13” con l’uscita di scena di Terence Hill e l’arrivo di Raoul Bova.

RAI1 – SERIE PRIMAVERA 2022

NOI (6 serate)

Scritto da Sandro Petraglia, Flaminia Gressi, Michela Straniero
Adattamento italiano This Is Us targata 20th Television (parte dei Disney Television Studios), creata da Dan Fogelman

Con Lino Guanciale, Aurora Ruffino, Dario Aita, Claudia Marsicano, Livio Kone, Angela Ciaburri, Leonardo Lidi, Flavio Furno, Timothy Martin, Francesca Agostini, Liliana Fiorelli, Giordano Faggiano, Massimo Wertmuller

Regia di Luca Ribuoli
Prodotta da Riccardo Tozzi, Giovanni Stabilini, Marco Chimenz, Claudia Aloisi per Cattleya in collaborazione con Rai Fiction

TRAMA – Ognuno ha una famiglia. E ogni famiglia ha una storia. Noi è la storia della famiglia Peirò attraverso i decenni: da Pietro e Rebecca, giovane coppia che negli 80’ affronta la sfida di crescere tre figli fino ai nostri giorni, in cui Claudio, Caterina e Daniele cercano la propria strada verso la felicità.

Tutto ha inizio nel 1984, a Torino. È il compleanno di Pietro. Rebecca, che aspetta tre gemelli, comincia ad avere le doglie. È un parto difficile, uno dei gemelli non ce la fa e Pietro, che ha promesso a se stesso e a sua moglie che da quell’ospedale usciranno con tre bambini, prende la decisione che cambierà il corso delle loro vite: adottare Daniele, un neonato nero, che qualcuno ha abbandonato fuori da una caserma dei pompieri.

E così, nel passato, seguiamo Pietro e Rebecca neo-genitori nel difficile compito di crescere tre neonati, poi tre bambini e infine tre adolescenti. Di episodio in episodio, li scopriremo sempre più in bilico e divisi tra l’amore per la famiglia e il bisogno di non sacrificare i propri sogni e le proprie ambizioni. Nel presente Claudio, Caterina e Daniele cercano la propria strada: Daniele, marito e padre felice e uomo di successo, decide di cercare il proprio padre biologico.

Claudio lascia una carriera ormai consolidata come attore televisivo per scoprire il proprio talento teatrale, mentre Caterina, sola e sovrappeso decide di dimagrire per ritrovare l’autostima. Scavando nel passato e affrontando il presente, ciascuno di loro si troverà di fronte ai dolori e ai segreti che non ha voluto o potuto affrontare fino a quel momento, scoprendosi vulnerabile e insieme più forte di quello che credeva.

VINCENZO MALINCONICO AVVOCATO (4 serate)

Scritto da Diego De Silva, Gualtiero Rosella, Massimo Reale, Valerio Vestoso (dai romanzi e racconti di Diego De Silva)

Con Massimiliano Gallo, Denise Capezza, Teresa Saponangelo, Francesco Di Leva,  Lina Sastri, Luca Gallone, Giovanni Ludeno, Carlo Massarini, Ana Caterina Moriaru, Michele Placido

Regia di Alessandro Angelini
Una coproduzione Rai Fiction-Viola Film

TRAMA – Avvocato d’insuccesso, nella vita Vincenzo Malinconico non raggiunge mai la piena sufficienza. Separato, due figli, piace alle donne per la sua insicurezza ma, pur intrecciando ogni volta delle relazioni significative, sembra che non riesca a realizzare una vita sentimentale compiuta. C’è solo una cosa che sa fare davvero (e senza che mai nessuno glielo chieda): filosofeggiare. Vincenzo ha sempre un pensiero in testa. Generalmente, un pensiero fuori tema.

Il suo portafoglio clienti ha un profilo decisamente leggero, si occupa di contenziosi non particolarmente impegnativi (sinistri stradali, liti di condominio, separazioni, recupero crediti non ingenti) e non sempre porta a casa delle vittorie. Eppure, suo malgrado, si trova invischiato in cause più grandi di lui: nel primo episodio, Vincenzo è costretto a difendere un macellaio di camorra nel cui giardino è stata ritrovata una mano; nel secondo, un vicino di casa accusato di omicidio.

Nel terzo aiuterà un padre disperato il cui figlio è rimasto ucciso per errore in un regolamento di conti; nel quarto, verrà chiamato ad occuparsi di una causa di divorzio dalla moglie del più importante avvocato di Napoli. Ma, soprattutto, nel corso della serie Malinconico si impegnerà con tutti i mezzi a sua disposizione pur di scoprire l’assassino di una ragazzina di appena sedici anni che gli ricorda tanto sua figlia Alagia.

STUDIO BATTAGLIA (4 serate)

Scritto da Lisa Nur Sultan

Con Barbora Bobulova, Lunetta Savino, Miriam Dalmazio, Giorgio Marchesi, Marina Occhionero, e con Carla Signoris, e con Thomas Trabacchi, con la partecipazione di Massimo Ghini

Regia di Simone Spada, Jacopo Bonvicini
Una produzione Palomar Spa in collaborazione con Rai Fiction e Tempesta Srl

TRAMA – Un legal dramedy che ci farà osservare le relazioni sentimentali da uno spioncino particolare: lo studio dell’avvocato divorzista. Qui di avvocate ne abbiamo tante e sono le migliori di Milano: a partire da Anna Battaglia, che lascia il prestigioso studio della madre Marina, in cui lavora anche la sorella Nina, per un nuovo incarico nei grattacieli di Porta Nuova, allo Studio Zander.

Qui ritroverà Massimo, vecchio flirt dei tempi dell’università, a cui all’epoca aveva preferito Alberto, diventato poi suo marito. Ed è arrivata l’ora di chiedersi se sia stata la scelta giusta.

Oltre al loro triangolo, cuore del racconto sono le donne Battaglia, tre divorziste e una futura sposa, la sorella Viola. Quattro donne in diverse fasi della vita, ognuna coi propri sogni e turbamenti, unite da un amore profondo e un’invincibile ironia che le ha sempre salvate, anche quando tutto sembrava crollare, come quando venticinque anni prima erano state abbandonate dal padre, Giorgio, che adesso è ritornato nelle loro vite.

Il racconto intreccia, con un linguaggio e un’estetica fortemente contemporanei, casi legali dai risvolti inediti riguardo gli aspetti più attuali del diritto di famiglia: accordi di riservatezza, nuove forme di genitorialità, privacy, tutela dell’immagine.

DON MATTEO 13 (10 serate)

Scritto da Mario Ruggeri, Umberto Gnoli, Dario Sardelli (soggetto di serie)

Con Terence Hill, Nino Frassica, Natalie Guettà, Maria Chiara Giannetta, Maurizio Lastrico, Pamela Villoresi, Flavio Insinna, Raoul Bova

Regia di Francesco Vicario, Luca Brignone
Prodotto da Luca e Matilde Bernabei per Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction

TRAMA – Torna su Rai1 Don Matteo, un viaggio nella vita e nella società di oggi raccontato attraverso lo sguardo di un uomo che crede nella possibilità di cambiare e perdonare. Al centro della serie ritroviamo Don Matteo, la Capitana e il Maresciallo, un triangolo capace di creare un racconto dove risate, emozioni e commozione convivono, dando vita a un mondo unico. Accanto a loro Nardi, Natalina, Pippo, la piccola Ines e Anceschi, arrivato in città per un’occasione speciale.

Alla fine della precedente stagione Marco ha finalmente ricevuto il perdono di Anna dopo averla tradita, ma non il suo amore, perché lei ha deciso di dare un’opportunità a Sergio, aspettando che finisse di scontare la sua pena. Ora Anna è in attesa di Sergio, pronta a iniziare la loro vita insieme, mentre Marco si è accontentato di essere il suo migliore amico. Mille complicazioni, però, attendono i due “amici”, tra cui l’arrivo di Valentina, figlia di Anceschi e figlioccia del Maresciallo, che dietro l’apparenza di una ragazza allegra nasconde un segreto che la logora e la fa soffrire.

Cecchini, con l’affetto di un padre, aiuterà Valentina a sanare la sua ferita e a fare pace con il passato. Marco si avvicinerà a lei, riscoprendo dei lati di sé che non ricordava di avere. La piccola Ines intanto continua a vivere in canonica con Don Matteo: in assenza di Sergio, Anna le ha fatto da mamma e, proprio grazie a questo rapporto, capirà che cosa vuol dire amare davvero.

Infine, a movimentare la vita della canonica, ci sarà anche Federico, un ragazzone pieno di rabbia che nasconde un cuore d’oro. Federico è stato abbandonato dalla persona che amava di più e adesso ha un solo obiettivo: prendere in affidamento suo fratello, un neonato di dieci mesi ricoverato in ospedale. Don Matteo, Pippo e Natalina aiuteranno questo ragazzo che pensa di non meritarsi nulla a darsi una seconda possibilità.

SOPRAVVISSUTI (6 serate)

Da un’idea di Sofia Bruschetta, Giovanni Galassi, Ivano Fachin, Tommaso Matano
Scritto da Viola Rispoli, Massimo Bacchini, Sofia Bruschetta, Giovanni Galassi, Ivano Fachin, Tommaso Matano

Con Lino Guanciale, Barbora Bobulova, Stéfi Celma, Vincenzo Ferrera, Florian Fitz, Giacomo Giorgio, Pia Lanciotti, Sophie Pfennigtorf, Elena Radonocich, Fausto Maria Sciarappa, Camilla Semino Favro, Alessio Vassallo, Adèle Wismes

Regia di Carmine Elia
Una coproduzione Rai Fiction, Rodeo Drive, France Télévisions, Cinétévé, ZDFneo

TRAMA – Una nuova grande coproduzione a guida italiana dell’Alleanza Europea tra Rai, France Télévisions e ZDF. Una barca a vela di nome Arianna, elegante e moderna, salpa dal porto di Genova per una traversata oceanica, con dodici passeggeri. Ciascuno di loro sale a bordo col bagaglio della propria storia, complessa e a volte dolorosa, con la speranza che quell’avventura segni un nuovo inizio. Tra legami già esistenti e nuove conoscenze, il gruppo inizia il viaggio, ignaro del destino che lo attende, cosi come lo sono i familiari che li hanno salutati, felici, dalla banchina.

Dopo pochi giorni di navigazione l’Arianna scompare dai radar. Un anno dopo, quando ormai le speranze di ritrovarla sono state del tutto abbandonate, eccola riapparire misteriosamente, ridotta a un relitto con a bordo solo sette persone. Cosa è successo agli altri? Come hanno fatto i superstiti a restare in vita? A che prezzo? Mentre le vite dei sopravvissuti e dei loro cari riprendono a fatica, su tutti loro incombe il peso della tragedia vissuta e di una misteriosa catena di logoranti segreti che gli ex naufraghi sono costretti a mantenere.

Sopravvissuti è un viaggio nei labirinti della psiche e nell’intimità delle relazioni umane.  La storia del ritorno a una vita che non ci appartiene più, cercando di ritrovare il legame con chi credevamo un compagno di vita e che ora a stento riconosciamo. Sopravvissuti è la risposta a una domanda semplice ma terribile: cosa sei disposto a fare per sopravvivere?

VOSTRO ONORE (4 serate)

Scritto da Donatella Diamanti, Laura Grimaldi, Paolo Piccirillo, Gianluca Gloria e Mario Cristiani

Con Stefano Accorsi, Barbara Ronchi, Francesco Colella, Matteo Oscar Giuggioli, Betti Pedrazzi, Camilla Semino Favro, Leonardo Capuano, Isabella Mottinelli, Gabriele Falsetta, Roberto Oliveri, Simon Rizzoni, Riccardo Vicardi, Remo Girone.

Regia di Alessandro Casale
Regia 2^ unità Lyda Patitucci
Una coproduzione Rai Fiction – Indiana

TRAMA – Rifacimento italiano della miniserie israeliana Kvodo, Vostro Onore è un legal thriller che vedrà Stefano Accorsi come protagonista. Vittorio Pagani è un giudice milanese noto per la sua integrità, in corsa per la carica di presidente del Tribunale di Milano. La recente scomparsa della moglie, ha segnato dolorosamente la sua vita e complicato il già difficile rapporto con suo figlio Matteo. Ma quando Matteo investe con la macchina il giovane esponente di una famiglia criminale, i Silva, Vittorio si scopre pronto a tutto pur di proteggere il figlio, anche a costo di una terribile discesa agli inferi.

I Silva sono una vecchia conoscenza del giudice: è stato lui infatti quando era PM, a smantellarne l’organizzazione arrestandone il capoclan. Per questo sa bene che, se i Silva scoprissero chi è stato a causare l’incidente, non esiterebbero un solo istante a vendicarsi, uccidendo Matteo. Vittorio allora, coinvolgendo un suo vecchio amico poliziotto, da giudice stimato e rispettato si avvia a infrangere quella Legge della quale è stato da sempre integerrimo paladino, combattuto tra questa e quella del cuore.


RAI1 – TV MOVIE PRIMAVERA 2022

TUTTO PER MIO FIGLIO

Scritto da Umberto Marino

Con Giuseppe Zeno, Antonia Truppo

Regia di Umberto Marino
Una coproduzione Rai Fiction-Compagnia Leone Cinematografica

TRAMA – Raffaele Acampora è un allevatore campano che “fa” i mercati e che, stanco delle continue vessazioni dei camorristi, organizza i suoi colleghi e fonda un sindacato. Si ribella al pizzo, al racket, e va anche oltre. Collabora con la polizia e la magistratura, denuncia, fa nomi. La camorra cerca in ogni modo di farlo smettere, arrivando a minacciare la sua famiglia.

La moglie fa di tutto per farlo rinunciare alla sua battaglia quando capisce che è in pericolo. Ma Raffaele ha detto agli iscritti del sindacato che avrebbe difeso i loro interessi e soprattutto vuole dare al figlio adolescente un esempio morale forte, garantirgli una vita libera dalla paura e dalla violenza. Per questo viene ucciso, pagando con la vita il proprio senso di giustizia.

ROMANZO RADICALE

Scritto da Monica Zapelli, Luca Lancise con la collaborazione di Mimmo Calopresti

Con Andrea Bosca

Regia di Mimmo Calopresti
Una coproduzione Rai Fiction-Italian International Film, prodotta da Fulvio e Paola Lucisano

TRAMA – Nel 1959 l’Italia è un Paese dove non è possibile divorziare, l’aborto è un reato, il servizio militare un obbligo. Meno di vent’anni dopo, divorzio, aborto, obiezione di coscienza sono diventati diritti irrinunciabili che nessun partito oserebbe mettere in discussione. Dietro questa rivoluzione c’è un uomo che, quando inizia tutto questo, non è un deputato, non ha spazi televisivi pronti a dargli voce o un grande partito che lo protegga. Eppure, Marco Pannella riesce a scuotere l’Italia e a vincere la battaglia referendaria del divorzio perché è mosso dalla convinzione, semplice e rivoluzionaria, che la politica debba occuparsi della vita delle persone e della loro felicità.

E per farsi ascoltare, inventa un nuovo linguaggio della politica fatto di digiuni, arresti, provocazioni. Romanzo radicale è il racconto dell’avventura di Marco Pannella e del Partito Radicale attraverso le risorse espressive della fiction per i momenti più intimi; il repertorio per i gesti di Marco Pannella che hanno fatto epoca e che nessuna rappresentazione riuscirebbe a restituire con la stessa forza; la voce degli amici o di chi con lui ha discusso e a lui si è opposto. Un controcanto utile e necessario per restituire, almeno in parte, la vita e la complessità di uno straordinario uomo del Novecento.

A MUSO DURO

Scritto da Grazia Giardiello, Roberto Jannone, Marco Pontecorvo

Con Flavio Insinna, Paola Minaccioni, Claudia Vismara, Massimo Wertmüller

Regia di Marco Pontecorvo
Una coproduzione Rai Fiction-Elysia Productions con la collaborazione di L’Alveare Producecinema

TRAMA – L’edificante storia di Antonio Maglio, medico e dirigente dell’INAIL, che ha dedicato la vita intera al pieno recupero delle persone disabili. Partendo dall’idea che lo sport possa essere un potente ed essenziale strumento riabilitativo, alla fine degli anni Cinquanta il professor Maglio crea una struttura all’avanguardia apprezzata a livello nazionale e internazionale, che si distingue per la capacità di recupero fisico e psichico dei pazienti paraplegici: cambiando completamente il metodo di cura, ridà loro una motivazione per vivere nonostante la malattia.

Il passo successivo è nel 1960, quando Maglio riesce a far disputare a Roma la prima Paralimpiade, sfruttando gli impianti sportivi costruiti per le Olimpiadi appena concluse. Con pochi mezzi e superando difficoltà di ogni genere, Maglio immagina, concepisce e organizza un Torneo Internazionale ribaltando il concetto di disabilità, facendo uscire dall’ombra e ponendo per la prima volta al centro di una grande manifestazione sportiva persone con handicap fisici.

RINASCERE

Scritto da Umberto Marino, Michela Straniero
Tratto da Rinascere di Manuel Bortuzzo, edito da Rizzoli

Con Giancarlo Commare, Alessio Boni, Gea Dall’Orto, Davide Coco

Regia di Umberto Marino
Una coproduzione Rai Fiction-Moviheart

TRAMA – La vita di Manuel Bortuzzo, giovane promessa del nuoto, cambia completamente il 2 febbraio 2019: rimane vittima innocente e inconsapevole di un regolamento di conti fra balordi. A causa di uno scambio di persona, il giovane nuotatore viene colpito alla schiena da un proiettile mentre sta comprando le sigarette a un distributore automatico insieme con Martina, la sua giovanissima fidanzata. La corsa in ospedale e la diagnosi: lesione midollare completa. Una notizia terribile, Manuel non potrà più usare le gambe, ma se il proiettile lo avesse colpito dodici millimetri più in basso, avrebbe leso l’arteria addominale e in ospedale non ci sarebbe nemmeno arrivato!

La sua carriera sembra finita e il sogno di partecipare alle Olimpiadi svanito per sempre. Niente è più come prima, Manuel allontana Martina e i vecchi amici accettando solo il sostegno del padre e di Alfonso, un ragazzo conosciuto in clinica riabilitativa. Dopo la sofferenza, lo sconforto, la rabbia, il giovane atleta scopre dentro di sé la forza di andare avanti e di rinascere. La nuova passione per il pianoforte e il ritorno con Martina sono l’inizio di una nuova vita.

DATE, TRAME E CAST FICTION RAI1 GENNAIO: NON MI LASCIARE, LA SPOSA E DOC NELLE TUE MANI

DATE, TRAME E CAST FICTION RAI1 FEBBRAIO: LEA UN NUOVO GIORNO, L’AMICA GENIALE, MAKARI