RIVOLUZIONE RAI: COLETTA A CAPO DELL’INTRATTENIMENTO, DEPOTENZIATE LE SINGOLE DIREZIONI?

Prenderà corpo all’inizio del 2022 la grande riforma della Rai, preparata nei dettagli dall’ex ad Fabrizio Salini e attuata dal successore Carlo Fuortes. La rivoluzione vedrà l’entrata in vigore le direzioni di genere, rendendo così i singoli direttori di rete dei “semplici” organizzatori dei palinsesti, pratica già in essere da anni in altre realtà.

Secondo quanto riferisce Tvblog, che conferma tra l’altro l’indiscrezione di Dagospia sull’arrivo di una striscia politica su Rai3 con Lucia Annunziata, e il conseguente spostamento (per distruggerla?) della soap Un Posto al Sole alle 18.30, il primo nome su cui si punterà sarà quello di Stefano Coletta, attuale direttore dell’ammiraglia Rai1.

Coletta diventerebbe, a partire da febbraio, direttore dell’intrattenimento di prima serata Rai. Non più quindi direzioni verticali all’interno di una stessa rete ma orizzontali su tutti i canali dell’azienda. Una direzione di peso che lo vedrebbe occuparsi degli show ed eventi non solo di Rai1 ma anche di Rai2 e Rai3 e delle digitaline di Viale Mazzini.

L’altra direzione di genere riguarda il daytime con a capo Franco Di Mare che, come si sottolinea, è vicino alla pensione e il nome potrebbe dunque essere un altro. Anche in questo caso si tratterà di una super direzione per gestire e coordinare le produzioni di mattino, mezzogiorno, pomeriggio, preserale, access e seconde serate.

Idea brillante che, se si concretizza, porterebbe ad una razionalizzazione delle risorse, evitare sovrapposizioni di programmi, concorrenza interna tra format che parlano allo stesso target di riferimento, pestandosi i piedi a vicenda. Ed eliminare trasmissioni da nano share che tolgono solo risorse ed energie ai programmi che funzionano.

Per la direzione di Rai1, che sarà notevolmente depotenziata con il solo compito di gestire le caselle del palinsesto, i film da programmare e poco altro, sarebbero in pole position Federica Lentini e Giovanni Anversa, mentre per Rai3 Rosanna Pastore. Per Rai2 si fa il nome di Massimo Lavatore. Una nuova pagina della storia Rai sta per iniziare.