Crea sito

ROAD TO EUROVISION 2018: ALBANIA, CROAZIA, GRECIA, SERBIA

Continua come ogni lunedì e giovedì il tour che vi porta alla scoperta delle canzoni in gara all’Eurovision Song Contest 2018, che si terrà i primi di maggio in una magnifica Lisbona, in Portogallo! Voi utenti di BubinoBlog avrete il potere di eleggere la Canzone Regina, designata come favorita del blog alla vittoria del concorso canoro europeo.

43 Paesi sono stati divisi in 10 Gruppi, e da queste sfide settimanali verrà composta la Gara Finale delle 10 migliori Nazioni. La canzone che nel proprio gruppo avrà raggiunto il maggior numero di 12 punti, dato dalla somma tra i voti che darete voi utenti nel sondaggio e quelli fuori casa attributi dalla giuria internazionale di ESCUnited, accede alla Finale.

Oggi ci affacciamo al di là della costa adriatica, in direzione dei Balcani, partendo dall’Albania e proseguendo poi con Croazia, Grecia e Serbia.Testo della canzone | Spotify
Uscito vincitore dalla 56a edizione del Festivali i Këngës, Eugent Bushpepa ha dovuto effettuare dei tagli corposi alla sua canzone “Mall” in quanto la durata si attestava a ben quattro minuti e mezzo. Classe 1984, compete nella durissima prima semifinale e molto probabilmente non riuscirà a spuntarla. Quest’anno comunque l’Albania può contare anche sul nostro Ermal Meta e anche sulla cipriota Eleni Foureira: entrambi condividono la stessa città natale, Fier. Il Paese, entrato nella famiglia eurovisiva nel 2004, non ha ancora vinto.


Testo della canzone | Spotify
Dopo averci provato con lo pseudo cantante d’opera dalla doppia personalità, quest’anno la Croazia torna su note più contemporanee. La rappresentante, scelta internamente, si chiama Franka e sul palco dell’Altice Arena esegue “Crazy” nel corso della prima semifinale. Il ritmo c’è, la melodia anche, ma il pacchetto completo potrebbe non essere sufficiente al passaggio finale. La Croazia è un altro di quei Paesi che non ha mai vinto il contest.


Testo della canzone | Spotify
Una Grecia che torna a sfruttare la sua bellissima lingua, sulla scia della vittoria portoghese ottenuta senza nemmeno una riga di inglese. Yianna Terzi canta “Oniro mou” (“Il mio sogno”), brano dal sapore etnico che richiama molto le sonorità elleniche, motivo anche per cui è stato scelto. Se eseguito alla perfezione, la Grecia potrebbe essere la sorpresa del concorso, o meglio il “dark horse” come si definisce nel gergo delle scommesse. Prima però Yianna dovrà superare la prima semifinale. L’ultima vittoria del Paese risale al 2005.


Testo della canzone
Per certi versi molto simile nei temi alla entry greca, anche la Serbia ha puntato alla sua lingua madre e a una performance drammatica. In questo caso ai suoni etnici si aggiungono strumenti musicali moderni per una traccia che tenta di mescolare due generi distanti. A cantare “Nova Deca” (“Nuovi bambini”) sono i Balkanika con Sanja Ilić. Per loro un tentativo più abbordabile nella Semifinale 2 per cercare di staccare il biglietto della finale. Il Paese ha partecipato per la prima volta all’Eurovision nel 2007, anno in cui ha anche vinto.


A voi il voto e la parola nei commenti! C’è tempo fino alle ore 9:00 di giovedì 12 aprile per esprimere le proprie preferenze. I risultati saranno resi noti all’interno del post dedicato al Gruppo 8.

Classifica finale del Gruppo 6, dove passa la Bulgaria superando la concorrenza, mentre il nostro panel Bubiniano assegna il terzo zero alla Russia che si unisce così a Islanda e Moldavia:

Nazione Voti 12 di Bubino Voti 12 di ESCUnited Totale punti 12
Bielorussia 5 22 27
Bulgaria 11 55 66
Russia 0 11 11
Ucraina 15 30 45