Crea sito

SANREMO 2018, CLAUDIO BAGLIONI NUOVO DIRETTORE ARTISTICO. IN ARRIVO LA CONDUZIONE MULTIPLA?

SANREMO 2018 CLAUDIO BAGLIONI NUOVO DIRETTORE ARTISTICO. IN ARRIVO LA CONDUZIONE MULTIPLA?

SANREMO 2018 CLAUDIO BAGLIONI NUOVO DIRETTORE ARTISTICO

Sanremo 2018 è indubbiamente uno dei dossier maggiormente delicati sul tavolo della dirigenza Rai. Molti rumors, tanta incertezza, fino ad oggi. È arrivato il primo tassello ufficiale della prossima edizione della celeberrima kermesse canora. Di fatti, Claudio Baglioni (nella foto) è molto vicino a diventare il nuovo direttore artistico del Festival. Sostituirebbe Carlo Conti, che ha alternato questo incarico a quello di conduttore nelle ultime tre edizioni. I contatti tra Baglioni e la Rai sono stati molto frequenti nell’ultimo periodo, tantoché – riporta Il Secolo XIX- per convincerlo ad accettare, è sceso in campo in prima persona anche il direttore generale, Mario Orfeo. Tuttavia, che compiti avrà Baglioni come direttore artistico all’interno di Sanremo 2018? A lui sarà affidata la responsabilità della scelta delle canzoni in gara e di quella riguardante gli ospiti che si alterneranno sul palco dell’Ariston. Non solo. La Rai starebbe valutando un’ipotesi alquanto innovativa per la guida del Festival, ovvero quella di affidarla a più conduttori a rotazione e tra questi inserire proprio lo stesso Baglioni. Sanremo 2018 comincia a prendere forma: Baglioni è pronto a diventarne il direttore artistico.

4 Risposte

  1. Beppe ha detto:

    La scenografia la lascerei ad un professionista, possibilmente uno giovane con una visione contemporanea ma da grande evento

  2. Beppe ha detto:

    Meglio che faccia da direttore artistico e lasci la conduzione a qualcun’altro.

    L’ipotesi rotazione cosa vorrebbe intendere, un conduttore a sera? Beh non sarebbe male: solo Rai, sarebbero Clerici, ,Frizzi, Carlucci, Amadeus e magari al Sabato sera Baglioni con la Raffaele?
    Fosse anche mediaset, farei Scotti, Clerici, Amadeus, D’Urso e in finale sempre Baglioni con Raffaele

  3. #PEPPE ha detto:

    La scelta sicuramente è importante ma non mi convince la conduzione a rotazione per le 5 serate,il pubblico cerca fidelizzazione,se questa viene a mancare….
    Spero in un Sanremo popolare e non radical e,una scenografia,molto innovativa rispetto alle precedenti
    Come scritto su Twitter,affiderei il tutto a Gabbani e alla Mannoia con Ficarra e Picone

  4. GiuBor ha detto:

    Altra notiziona della giornata! Sono molto curioso su Baglioni e su come imposterà il tutto. Non sarà di certo scontato e banale. Poi non possiamo discutere su quanto sia qualificato, essendo uno dei mostri sacri della canzone italiana.

    E’ il cantante preferito di mio padre e per vie traverse è riuscito a farlo piacere anche a me…lui come Renato non fanno concerti ma spettacoli, dove nulla è banale e tutto è costruito e preparato nel minimo dettaglio. Non mi meraviglierei se si occupasse anche della scenografia in prima persona 🙂