Crea sito

SCENARIO HORROR! IL MERCATO TV IN ITALIA PERDE 400 MLN DI EURO: MEDIASET IN DECLINO E BOOM STREAMING

Primaonline, anticipa parti del rapporto annuale di ITMedia Consulting sullo stato della televisione italiana che verrà reso pubblico il prossimo 26 novembre, e lo scenario che ne viene fuori complice ovviamente la pandemia in atto è choccante, uno tsunami che cambierà radicalmente la realtà tv del belpaese.

Crolla la pubblicità, regge solo la pay tv

Come conseguenza della pandemia il mercato perde oltre 400 milioni di €, con la pubblicità che fa segnare un disastroso -13%, l’unico settore in crescita è la pay tv grazie al boom dei servizi streaming. Si va consolidando la tendenza di trasformazione del panorama televisivo sempre più indirizzato verso la Broadband TV che supererà la metà della abitazioni italiane con una crescita media annua del 33%.

Il sorpasso!

La pay tv sorpassa per la prima volta nella storia della televisione italiana la TV in chiaro e In termini di risorse il mercato riprenderà a crescere grazie soprattutto al notevole incremento dei ricavi da pay tv e al parziale recupero, inferiore nel 2022 ai valori del 2019, della pubblicità. Ciò è reso possibile dall’esplosione dei servizi streaming, dall’ingresso di Sky come operatore di rete e soprattutto dallo SVOD, che registrerà un CAGR del 31,3% nel periodo considerato.

Il declino di Mediaset

Sky, Mediaset e Rai pur restando dominanti nel complesso, cederanno sempre più quote di mercato, con gli altri operatori che raggiungeranno quasi 2 mld. di € di ricavi. Il declino è particolarmente evidente per Mediaset, che pur raccogliendo oltre la metà degli investimenti pubblicitari, appare ormai come un operatore sempre meno rilevante, con ricavi inferiori al 20% del totale. Sky conferma la sua leadership sul mercato ma subirà comunque una flessione, nonostante gli investimenti per diventare sempre più un operatore convergente – vedi il lancio della propria fibra ottica -, a causa del successo dei nuovi agguerriti concorrenti giganti dello streaming.

Il futuro è streaming!

Il rapporto di ITMedia Consulting, fotografa una realtà dinamica e in trasformazione, i consumatori italiani sono sempre più consapevoli delle nuove tecnologie e soprattutto dello streaming, e proprio la pandemia ed i conseguenti lock-down hanno favorito una crescita esponenziale di consumo di questi nuovi mezzi. Lo streaming rappresenta chiaramente il futuro del settore, lo sviluppo della tecnologia già oggi regala alle piattaforme una crescita esponenziale.

Ragion per cui le aziende che non investono in questo settore e nella tecnologia in generale come Mediaset sono destinati a un neppure troppo lento e inesorabile declino, già ampiamente evidente. Il Biscione ha dormito dall’alto del monopolio che per 30 anni ha caratterizzato il mercato televisivo italiano,  non riuscendo ad adeguarsi alla naturale evoluzione del settore, ed oggi al netto di trionfalistici quanto surreali proclami ne paga negativamente le conseguenze.