Crea sito

SERENA ROSSI: LA CANZONE SEGRETA È SPETTACOLARE. I NUDI DI MINA SETTEMBRE? NON SONO IO…

Serena Rossi si sta ancora gustando il successo di pubblico e critica di Mina Settembre. Oltre 6 milioni ogni domenica sera su Rai1 per uno dei punti più alti della sua lunga carriera, fatta di gavetta, studio, talento e passione. Da venerdì 12 marzo sarà alla guida della Canzone Segreta, il nuovo show di Rai1 tratto dalla Chanson Secrète, il format della francese TF1.

Partiamo proprio dalla Canzone Segreta, che non sarà uno show musicale, l’ennesimo programma dove si canta direbbe qualcuno, ma un emotainment, un vero e proprio show dei sentimenti che mancava a Rai1.

Sette ospiti illustri dello spettacolo, del cinema, del giornalismo e dello sport riceveranno una bellissima sorpresa. Un’intera redazione lavora da mesi per scoprire qual è e perché è la loro canzone del cuore. Assisteremo ad una messinscena spettacolare, ci saranno veri performer e anche familiari e amici storici.

Un primo tassello e chissà che ne arrivi un secondo con Antonella Clerici. Lei stessa ha sottolineato che all’ammiraglia Rai manca un varietà dei sentimenti, stavolta con la gente comune però. Torniamo a Serena.

Mi piace che questi ospiti, abituati a regalare emozioni al pubblico, stavolta invece ricevano loro qualcosa. Poi io non sarò una conduttrice classica, canterò anche.

Cantante, conduttrice e attrice. Nel 2008 ha sedotto Montalbano nell’episodio “La vampa d’agosto”. Un bacio con il commissario più amato d’Italia e poi un bagno notturno ad alta carica di sensualità… e freddo!

Mi ha fatto venire la bronchite, faceva un freddo cane! L’abbiamo girata ad aprile, di notte. Zingaretti diceva: “Coprite la piccolina, coprite la bambina”. Fu molto protettivo.

Le scene di sesso non mancano neppure in Mina Settembre ma c’è un ma. I nudi non sono di Serena Rossi ma di una controfigura, come spiega la protagonista dalle pagine del settimanale Oggi dove spiega i motivi.

Le scene di baci e d’amore mi imbarazzano assai. Il nudo poi… più cresci e meno hai voglia di farlo. Ho detto a Elena Sofia Ricci: “Non sai quanto t’invidio che fai la suora!”. In Mina Settembre ho una controfigura. Ho avvertito subito i miei genitori e mia nonna: “Vedrete un po’ di seno. Tranquilli, non sono io”.