Crea sito

SIMONA VENTURA: HO “LIBERATO” BELEN DALLA RAI PER LASCIARLA ANDARE A MEDIASET

Simona Ventura, intervenuta nei talk online del Fatto Quotidiano, ha parlato di Game of Games e dei nuovi progetti. “La regina della televisione”, così l’ha introdotta la giornalista Claudia Rossi. “Sono l’ape operaia”, replica la Ventura che è tornata in prima serata su Rai2 con la versione italiana del format condotto in Usa da Ellen DeGeneres.

“Nuovo progetto, sono contenta di fare una cosa nuova e che il direttore di Rai2 mi abbia messo sui nuovi progetti. Fanno ovviamente fatica a partire, bisogna dargli il tempo di crescere. Sono tornata a divertirmi dopo tanti anni. In amore come nel lavoro, non torno indietro nelle mie decisioni. Game of Games mi piace e si evince dallo schermo“.

Si sottolinea l’importanza della conduzione. “Magari la gente si dimentica Game of Games, ma sa che c’è la Ventura su Rai2”. Simona replica che “ci sono conduttrici che sono anche autrici, spero di appartenere alla categoria delle condautrici e delle produttrici. Ho anche una casa di produzione che sta lavorando a nuovi progetti, faccio un po’ di cose nuove”.

Simona ha detto che solo due, tre vip hanno detto di no. “No, io la farina no? Clic, finito”. “Ho scelto degli ospiti su cui potevo contare nella conduzione. Sono dei veri e propri co-conduttori, mi appoggio a loro. Io non sono una tutto mio, tutto mio. No, anzi”. Game of Games “spero che si possa rifare”. I bilanci si fanno alla fine: “Io non ho mai parlato all’inizio”.

Un nuovo programma ha bisogno di tempo, non lo dico per piaggeria. Uno dei pochi programmi nuovi di quest’anno. Il pubblico va abituato, non va nel martedì che è il giorno canonico dell’intrattenimento di Rai2. Spero possa piano piano crescere”. La Ventura conferma il suo mettersi totalmente a disposizione, rinnovandosi ogni volta e non è finita qui.

“Ho una casa di produzione che lavora dall’anno scorso. Ho in mente un progetto digital fantastico, ci va un po’ di tempo. Ho sempre pensato che il digital fosse la mia cassaforte della vecchiata. Ad un certo punto vado via dal video. Non voglio stare in video a dispetto di chiunque. Sono sicura. Ho bisogno di nuovi stimoli, mi annoio mortalmente a fare le stesse cose”.

“Se mi annoio non do il massimo, non do neanche il 50% di me stessa. Sono curiosa delle cose nuove. Domani parto e registro per Real Time Discovering Simo 2, il dietro le quinte della mia vita. Abbiamo come sponsor la Regione Emilia Romagna. Già altre regioni mi hanno contattato”. Un nuovo programma di cucina su Rai2? “Sarebbe già pronto, è un branded content“.

“Vanno fatti bene, per cui stiamo valutando e andando avanti. Bisogna trovare la quadra con Rai Pubblicità. Si registrerebbe a maggio. Dovrebbe andare in onda la domenica alle 12 da giugno a settembre-ottobre su Rai2″. Ecco i dettagli della novità. Simona Ventura ricorda la concorrenza: “Quando facevo l’Isola avevo contro Zelig e dalla seconda puntata Montalbano“.

Ognuno faceva il suo, oggi sembra una cosa senza senso. Era l’Isola di Belen, di Luxuria. Partì con difficoltà ma fu un trionfo. Le corse si guardano all’arrivo”. Belen? “Sempre riconoscente. Ho un grande orgoglio delle persone che ho lanciato. Bello vedere il loro successo, perché è anche un po’ il mio”. Simona Ventura svela un retroscena proprio su Belen Rodriguez.

Doveva rimanere su Rai2 tutta la stagione, dopo l’Isola, a Quelli che il calcio ma Simona, saputo di un’offerta importante da Mediaset e sapendo che in Rai non avrebbe fatto altro, chiamò i vertici Rai e la “liberò” dai vincoli contrattuali. Si passa ai social che la ricordano in tutti i programmi che ha condotto, anche dopo anni. “Mi cucio i programmi, questo rimane”.

Conferma il no definitivo all’Isola dei Famosi, ricorda X-Factor. L’allora direttore di rete Marano le propose la conduzione del talent show, lei disse di no, allora chiese quali fossero i giudici – Morgan e Mara Maionchi – e accettò al volo di fare l’opinionista. “Alessandro Cattelan un’altra mia scoperta“, sottolinea Simona. Si fa il nome di Fedez tra le ipotesi di futuro conduttore.

RaiPlay? “Cresciuta in modo vertiginoso. Chi non può durante il giorno, si guarda i programmi alla sera”. Si torna all’Isola dei Famosi. “Sembra ma è veramente una cosa durissima. Lo so, perché l’ho condotta e ho fatto anche la concorrente. Là si fanno il mazzo”. Carenza di format nuovi? “Dipende dalla mancanza di pecunia. Ci sono programmi che costano meno, quelli passano”.

“Non c’è più anche il tempo di rodare i programmi. L’intrattenimento ha bisogno di risorse. L’informazione molto meno, infatti la tv sta andando verso un’informazione h24. Un bene o un male? Non so. Si fa questo per mancanza di fondi. Non credo per mancanza di coraggio. Ci vuole tempo per difendere e proteggere i programmi nuovi. Il pubblico deve essere abituato”.

Si ricorda che in pandemia le entrate pubblicitarie sono quelle che sono e chi metteva soldi in pubblicità, ora li usa per pagare i dipendenti. “Chi mette soldi in pubblicità è più attento che in passato. Voglio sperare li metterà in nuovi format che possano funzionare”. In ogni caso la generalista non è morta: “Il web ha ancora bisogna di interfacciarsi con la televisione“.