Crea sito

STEFANIA ROTOLO, RAITRE RICORDA LA GRANDE SHOWGIRL DAL TRISTE DESTINO

Il 31 luglio 1981, a soli 30 anni, moriva Stefania Rotolo. Cantante e ballerina, divenne in pochi anni una delle più famose e promettenti showgirl della tv italiana. Raitre la ricorda oggi in seconda serata.

Stefania si fa notare dal grande pubblico con “Piccolo Slam” nel 1977, un programma di Raiuno dedicato alla disco music. Conduce con il ballerino, cantante e dj Sammy Bardot. Dalle poche puntate previste, visto il successo, si arrivò ad una stagione intera e al bis nel 1978.

Enzo Trapani la vuole per il suo varietà “Non Stop“, dove interpreta la sigla “Spaccotutto”. La definitiva consacrazione della Rotolo avviene con “Tilt” nel 1979, al fianco di Gianfranco D’Angelo. La sigla finale dello show, scritta da Cristiano Malgioglio con Castellari e Mancini, è “Cocktail d’amore“. Diventa una delle hit dell’anno, e ancora oggi non ha perso il suo fascino.

Nel 1980 Stefania è a Canale 5, nella trasmissione di Mike Bongiorno dedicata al primo evento sportivo della nascente rete di Berlusconi, il Mundialito. Poco dopo, arrivano i primi sintomi di un malessere che si rivelerà un tumore e che la porterà via in un anno. Renato Zero, sgomento per la perdita dell’amica, le dedica la canzone “Ciao Stefania”.

“Storie della Tv: Delia Scala e Stefania Rotolo” – la serie di Alessandro Chiappetta ed Enrico Salvatori scritta con Stefano Di Gioacchino e con la consulenza e la partecipazione di Aldo Grasso – in onda venerdì 12 giugno alle 23.10 su Rai3.