STRISCIA LA NOTIZIA SGANCIA LA BOMBA: “SANREMO NON È PER FORZA DELLA RAI”

Colpo di scena a Striscia la Notizia. In futuro il Festival di Sanremo in onda su Canale 5 o comunque fuori dalla Rai? I dettagli della vicenda.

Nella rubrica di Striscia la Notizia, in onda questa sera alle 20.35 sull’ammiraglia Mediaset, torna “Rai Scoglio 24”, la rubrica di Pinuccio dedicata agli sprechi Rai, che fa carriera e si trasferisce (più o meno) a Viale Mazzini. E torna con un annuncio bomba: in teoria, il Festival di Sanremo dovrebbe essere assegnato con un bando a cui potrebbero partecipare tutte le emittenti interessate.

Di conseguenza, la Rai potrebbe perdere uno dei suoi programmi di punta. Tutto nasce dalla richiesta dell’Afi – l’Associazione Fonografici italiani – al Comune di Sanremo per avere in visione alcuni documenti sulla kermesse musicale. Istanza negata, che spinge l’Afi a fare ricorso al Tar, il tribunale amministrativo locale, che si pronuncia emettendo una sentenza importante, così riferisce Striscia.

«Per la prima volta il Tribunale amministrativo ha aperto alla possibilità di vedere gli atti del Festival della Canzone italiana», spiega l’avvocato Fabio dell’Aversana, presidente Siedas (Società Italiana Esperti di Diritto delle Arti e dello Spettacolo). «Pur non pronunciandosi direttamente sulla possibilità dell’Ente comunale di mettere a bando la gestione del Festival, perché non era quello l’oggetto del giudizio, mette in chiaro una serie di principi che potrebbero essere richiamati per sostenere questa eventualità».

L’inviato di Striscia lancia così un appello a tutte le emittenti: «Perché non chiedete che il Festival sia assegnato con un bando aperto a tutti?». Nessun problema ovviamente nei prossimi anni con Amadeus blindato come conduttore e direttore artistico di Sanremo 2023 e 2024, forte di edizioni trionfali tra ascolti record e vendite discografiche. E voi come vedreste un eventuale Sanremo organizzato da Mediaset?