Crea sito

SUPERTELE – COME GUARDARE LA TV: IL LIBRO-PALESTRA “PER ESERCITARE UNO SGUARDO SULLA TELEVISIONE”

A cura di Giulio – “Tutti guardiamo la televisionema il modo in cui lo facciamo è spesso più rilevante di cosa vediamo. Proprio quell’azione che ci sembra naturale e scontata, in realtà, va messa sotto osservazione, legata ai testi e ai contesti, capita nelle sue ragioni produttive e nelle conseguenze di consumo”: per chi non può farne a meno, per chi la detesta. Per chi la critica a prescindere, senza averne mai guardato neanche un minuto. E per chi invece “io non l’accendo mai” ma conosce tutto ciò che attraversa il tubo catodico.

SuperTele –  Come guardare la tv” è per chi vuole andare “oltre”. Non solo guardare la tv, ma leggere e interpretare. Nei centomila modi in cui lo si può fare oggi. Oltre la “televisione” significa andare oltre l’accezione più immediata del termine e aprire la mente alla molteplicità di significati, di sfaccettature che si celano dietro (e dentro) quel termine.

In SuperTele c’è L’Isola dei Famosi. Ci sono Le Iene. C’è Il Collegio,  C’è Posta Per Te. Ci sono L’Amica Geniale e Il Trono di Spade. Masterchef e X Factor. Ma anche Netflix e Simona Ventura. E tanti altri. Non però per come già li conosciamo.

Perché è questa la forza del volume di Luca Barra e Fabio Guarnaccia, già curatori dell’omonima collana per Minimum Fax: dare interpretazioni e chiavi di lettura inattese, affacciarsi all’inesplorato, aprire la mente. Uno sguardo sul medium nella sua molteplicità. Sulla tv di oggi e oltre la tv di oggi. Negli occhi, nelle penne degli studiosi e dei giornalisti, autori dei diciannove saggi raccolti nel volume.

Non lasciatevi ingannare dal sottotitolo. “Come guardare la tv” implica anche e soprattutto un’idea di lettura e interpretazione: un viaggio per espandere i propri orizzonti nel (e sul) mondo della televisione contemporanea. In una dimensione locale e al contempo internazionale. Nel “piccolo schermo” e nei centomila schermi in cui si espande oggi. Negli immaginari di cui si alimenta.

Pagine in cui ciascuno di noi si può ritrovare. Chi la tv la fa e chi la subisce. Chi ne scrive. Chi la studia. Invitandoci a una riflessione ampia, attraverso angolazioni e prospettive differenti, su ciò che è oggi la televisione. Su dov’era e dov’è. La tv, nella sua capacità di aggregazione. Nella sua mutevolezza connaturata. La tv hic et nunc. Qui ed ora.

1 Risposta

  1. Ital ha detto:

    Leggere e riflettere ….fa sempre bene …
    Grazie Giulio ….