Crea sito

TERENCE HILL, LO SFOGO DI DON MATTEO: A DONALD TRUMP DAREI TANTI SCHIAFFONI!

Terence Hill, il mitico interprete di tanti western e di Don Matteo, non ha speso belle parole per Donald Trump, il presidente uscente degli Stati Uniti. Ecco le sue parole a Millennium, il mensile del Fatto Quotidiano.

Hill, all’anagrafe Mario Girotti, ha ricordato il lungo sodalizio con Bud Spencer. I loro “spaghetti western” li hanno consacrati come una delle coppie cinematografiche più amate e di successo del cinema.

Noi eravamo un po’ la nota stonata del cinema italiano. All’epoca, i nostri film venivano guardati dall’alto in basso. In realtà, erano privi di fronzoli alcuni.

L’intervista passa ai “cattivi” di oggi, visto che nei film Bud e Terence riempivano di schiaffoni i loro nemici.

Chi sono i cattivi di oggi a cui dare schiaffoni? In primo luogo, Donald Trump. All’epoca, i cattivi erano pochi e ben riconoscibili. Oggi ce ne sono tanti ma nascosti. Parlo di quei pochissimi multimiliardari rispetto a un mare di gente povera.

Terence Hill, che a maggio tornerà a vestire i panni di Don Matteo (la messa in onda è prevista a gennaio 2022 su Rai1), si è lasciato andare ad una considerazione tra l’amaro e il nostalgico.

Il resto della popolazione aveva una sensibilità nei confronti degli altri che oggi non esiste più. I nostri film avevano un’ingenuità che apparteneva naturalmente al pubblico che, in quella semplicità, si ritrovava.