Crea sito

THE VINTAGE BOXNEL SEGNO DEL RICORDO

<strong>THE VINTAGE BOX</strong> - <em>NEL SEGNO DEL RICORDO</em> CopertinaTVB1

Parte ufficialmente oggi il nuovo web show di Giuseppe Borraccino (GiuBor), denominato The Vintage Box. Si può definire una grande scatola ‘moderna’ immersa nel ‘vecchio’ della televisione italiana, con i suoi annunci e blocchi pubblicitari d’annata. Utilizzando uno strumento dei giorni nostri come la videochiamata, il passato del tubo catodico viene analizzato attraverso gli occhi di un comune computer. Clicca dopo il salto e guarda la prima puntata! 

Il titolo-tema del primo viaggio virtuale (che d’ora in poi chiameremo ”Trip”) realizzato è Nel segno del ricordo: essendo la memoria un elemento fondamentale per affrontare un’avventura dal gusto totalmente retrò, si partirà dagli aneddoti collegati al periodo dell’infanzia e dell’adolescenza di Fabrizio Micò (Fyvry) e Saro Zappalà (Mediasaro) per rivedere e commentare tutti insieme appassionatamente, in tempo reale, 2 spezzoni provenienti entrambi da Italia 1 ed appartenenti uno a Non è la Rai (1995) ed uno a Sarabanda (2000). Buona visione e appuntamento a Martedì 29/09!

21 Risposte

  1. Gluca ha detto:

    Ottimo lavoro ragazzi..sempre molto simpatici…aspetto la seconda puntata con vecchi programmi boom!!

  2. mediasaro ha detto:

    Complimenti a Noi!

  3. RAISET ha detto:

    OK, se nuzzler potrà potrebbe dare solo la sua opinione trash a fine puntata come a techetechete con quello che racconta la puntata

  4. Nuzzler ha detto:

    Raisett
    Giubor ha già detto tutto a riguardo 😉 a sto giro farò felicemente lo spettatore critico (????) 😆

    Dimenticavo… Memorabile l’espressione di Fabrizio all’annuncio dell’amarcord su T’appartengo e tutto il cucuzzaro ahahahah

  5. GiuBor ha detto:

    Liuks: Eh va beh, noi continueremo a fare del nostro meglio per poter rendere piacevoli queste 8 puntate. Comunque non preoccuparti, Darkap sta preparando il ritorno di BubinoPedia con il suo secondo ciclo di articoli. 😉

    Beppe: Ti ringrazio per aver riassunto in pochissime righe quello che era Non è la Rai e per gli aneddoti che hai aggiunto su Ambra (idem MarcoLovesBritney), ma anche per le critiche costruttive che hai mosso. Ti preannuncio che sto già individuando i momenti dove aggiustare il tiro, complice una puntata totalmente diversa e…celebrativa. Gli spot sono volutamente non conosciuti proprio per dare quel senso di ‘normalità’ all’operazione. Hanno quel che di anni ottanta forse perchè la sequenza risale al 9 settembre 1990. 🙂

    Raisett: Nazario doveva inizialmente far parte di questo progetto con un piccolo ruolo. In seguito ci sono stati diversi problemi e quindi ha giustamente deciso di tirarsi fuori, poichè non avrebbe affrontato l’avventura con lo stesso spirito frizzante dimostrato in CaC.

  6. raisett ha detto:

    Nuzzler e tu non farai parte di questo programma?

  7. Nuzzler ha detto:

    Affascinante l’innesto del blocco pubblicitario.
    Non ho potuto fare a meno di notare come all’epoca tra uno spot e l’altro scorressero più decimi di secondi di schermo nero rispetto ad oggi, dove le varie pubblicità vanno praticamente attaccate l’una all’altra. Trucchetto per poter aggiungere almeno uno spot in più a blocco.
    Inoltre fa effetto vedere la differenza di realizzazione. Coi (pochi) mezzi di allora si riusciva forse a far passare ancor meglio il messaggio promozionale rispetto agli effettoni di oggi utili a gettare (spesso) solamente fumo negli occhi.

  8. raisett ha detto:

    PICCHI, belle le pubblicità all’inizio una dietro l’altra, super trash sarone, ottimo o giubor con nuova pettinatura mi sembra :yahoo: mitica ambra quando faceva non è la rai che emozione il video con la bellissima canzone tappartengo, e soprattutto fantastica pamela petrarolo che alla fine abbraccia ambra anche se la odia….Giubor dovresti per me fare i video tipo sara banda e quello di non è la rai più corti

  9. Nuzzler ha detto:

    Stendo un velo RUTTOSO sulla sigla finale che a suo modo è un piccolo cult 😆
    Che lavorone! Un progetto più di nicchia rispetto ai precedenti ma reso cmq fruibile e godibile da tutti grazie a una realizzazione fresca e dissacrante.
    Davvero azzeccati i due momenti amarcord, sono davvero nell’immaginario collettivo.
    Avanti così ragazzuoli, io sono voi e lo sapete! 😉

  10. Liuks ha detto:

    Erano molto più interessanti gli ascolti vintage

  11. Beppe ha detto:

    Concordo con Marco, Ambra aveva una marcia in più, nonostante fosse minorenne. Persino Baudo l’aveva adocchiata e appena maggiorenne ebbe l’occasione della vita, quella di condurre il dopofestival. Peccato non abbia continuato come conduttrice, poi è diventata troppo “radical” dopo il successo di Saturno Contro.

  12. Beppe ha detto:

    Come prima puntata do quasi la sufficienza.
    C’è ancora qualche cosa che non va: ad esempio metterei più spezzoni brevi di momenti tv , anziché soltanto 2 e poi le pubblicità non erano le più famose, del periodo, anzi credo fossero anni ’80.Ma credo che il meglio arriverà nelle prossime puntate.
    Per quanto riguarda Non è la Rai, la trasmissione era trash fino al midollo: dall’orribile scenografia estiva, ai vestiti alla “Lolita” delle ragazze, ai giochini trash tipo “lo zaino di Ambra” , fino ai balletti cantati in playback . E poi l’antagonismo fra Ambra e Pamela, i pianti isterici delle ragazze, le cassette che noi ragazzini correvano a comprare e che l’estate ritrovavi sulle bancarelle al mare alla modica cifra di lire 5.000. E poi i ragazzi più grandi tutti innamorati di Eleonora, Miriana, Romina ecc. Insomma una trasmissione ultra Cult!

  13. marcolovesbrittney ha detto:

    Boncompagni suggeriva ad Ambra frasi e battute estemporanee, ma lei era abilissima a mediarle e a farle proprie, censurando le parti eccessive. Altre ragazze furono testate come conduttrici del programma, ma nessuna di loro aveva la prontezza di Ambra e la sua abilità nel gestire l’auricolare. Per questo le furono affidati sempre più spazi e divenne ‘Ambra is the Best’, nonché icona televisiva degli Anni 90.

  14. Marii ha detto:

    ho visto qualche pezzo perchè adesso non ho il tempo di guardarlo tutto…
    faccio i miei complimenti a tutti voi per l’impegno che ci mettete.. bravi

  15. shinichi ha detto:

    Comunque la ricordo anche io l’eliminazione della professora perché si mise a piangere, poi papi la fece tornare il giorno dopo in trasmissione

  16. bamba ha detto:

    Trash alle stelle l’ultima puntata di Non è la Rai con Ambra in lacrime mentre canta T’appartengo dei boom

  17. bamba ha detto:

    “Giochi in allegria, pomeriggio in compagnia”

    AMO AHAHAHAHAHAH

  18. bubinoblog ha detto:

    A tutto amarcord!

    Che trash gli spot della Standa 😛

  19. GiuBor ha detto:

    Grazie Max. Ha una durata molto più lunga rispetto a EditoriAuditel e Commenti a Confronto proprio per dare l’idea di un programma simil-televisivo. E poi, 24 minuti per due settimane bastano e avanzano! 😀

  20. max31 ha detto:

    complimenti giubor, bel lavoro

    ne ho visto solo alcuni pezzi, quando avrò più tempo dopo lo vedrò per intero

  21. shinichi ha detto:

    oddio boom c’è anche sarabanda!!