Crea sito

TITOLI DI CODA: BORIS GIULIANO UN POLIZIOTTO A PALERMO ULTIMA SERATA
IN PRIMA ASSOLUTA SU RAIUNO

TITOLI DI CODA: BORIS GIULIANO UN POLIZIOTTO A PALERMO ULTIMA SERATA IN PRIMA ASSOLUTA SU RAIUNO

Scorrono i titoli di coda, questa sera in prime time su RaiUno, per la seconda ed ultima puntata della fiction “Boris Giuliano, un poliziotto a Palermo”, una coproduzione Rai FictionOcean Productions, prodotta da Sergio Giussani per la regia di Ricky Tognazzi. Una miniserie in due puntate che annovera nel cast artistico, tra gli altri, Adriano GianniniNicole GrimaudoEttore Bassi, Antonio Gerardi, Luigi Maria Burruano, Enrico Lo VersoFabrizio Bracconeri, Sebastiano Lo Monaco e Francesco Montanari. Dopo il salto pagina la trama della serata e le restanti tabelle che riportiamo alla nostra Community in questo ultimo appuntamento con la rubrica Titoli di coda.

1463154729322_Scena esterno con fotografi

 Trama di BORIS GIULIANO UN POLIZIOTTO A PALERMO ULTIMA SERATA 

Il quadro è sempre più grave, ma Boris non si arrende. Insiste con il suo metodo: rapporti stretti tra i funzionari, scambio continuo di informazioni, porte aperte ai giornalisti. Arresta i principali boss palermitani, ma magistrati fiacchi e miopi li rimettono presto in libertà. I capi corleonesi, latitanti da tempo, sono imprendibili. Grazie al suo ottimo inglese, Boris riesce a mettere piede oltreoceano e a creare una intensa collaborazione con funzionari della polizia federale americana: ormai il business è la droga. Ed è proprio la pista dell’eroina, quella che darà vita alla pizza connection, ad avvicinare Boris al suo assassino. Una strana rapina con un morto di troppo, dei conti segretati, una pistola smarrita, le chiavi di un appartamento, le foto di un latitante (Leoluca Bagarella) a un battesimo e finalmente una valigia piena di dollari abbandonata all’aeroporto di Punta Raisi. Boris è entusiasta: ce l’hanno quasi fatta… Quasi. Nel corso di quegli anni ha visto morire colleghi e carabinieri: sa che una lupara può nascondersi dietro qualsiasi muretto. Sa che è inutile pensare a difendersi e dissuade anche l’amico giornalista Marco Alliati, che gli è stato accanto in tutti questi anni e che ha ricevuto minacce personali, dal pensare che il possesso di una rivoltella salvi la vita. Bisogna fermarli prima. Non rallenta le indagini neanche quando lo avvertono: “Giuliano morirà”. Per i boss di Cosa Nostra Giuliano è diventato un vero e proprio persecutore e i suoi nemici decidono la sua morte. La mattina del 21 luglio Leoluca Bagarella e un suo complice intercettano il commissario sotto casa. Bagarella attende che entri al bar per prendersi un caffè e lo uccide sparandogli alle spalle. I suoi tre figli e la moglie Maria sono sulla spiaggia ad attenderlo.

[line]

1463154729322_Nicole GrimaudoAdriano Giannini e bambini_riva mare

A seguire un breve video con il promo dell’ultima puntata di “Boris Giuliano, un poliziotto a Palermo”, con l’episodio conclusivo della mini fiction in due puntate, in onda questa sera su RaiUno, che potrete seguire anche dal portale Rai.tv cliccando qui

[line]

1463154729322_Gruppo a lavoro con Ettore BassiAdriano GianniniAntonio Gerardi

Segue la tabella dei dati Auditel che completeremo domani indicando il riscontro della seconda ed ultima puntata di “Boris Giuliano, un poliziotto a Palermo”.

Boris Giuliano un poliziotto a Palermo · RaiUno · Prima Visione TV
# Data Audience Share
01 23/05/2016 5.103.000 20,17%
02 24/05/2016 4.456.000 18,14%

[line]

1463154729322_Scena esterno_attentato

Infine, ultima tabella con i link degli episodi andati in onda, accessibili semplicemente cliccando sull’immagine che trovate in corrispondenza delle puntate. Sarete reindirizzati sul sito Rai.tv, avendo la possibilità di rivederle sul portale web ufficiale. Nella tabella anche un breve riassunto della trama dell’episodio e, non appena disponibile il nuovo, esso sarà accodato, in modo da consentire ai lettori di non perdere il filo.

Prima puntata

1280x720_1463758259968_boris giuliano_e01

Giorgio Boris Giuliano era avviato a una solida carriera nell’imprenditoria internazionale, poi interrotta per un profondo senso di giustizia e di dignità. Da Milano torna nella sua Sicilia come commissario di Polizia e ottiene di essere assegnato alla Mobile. Ha una moglie giovanissima, che ancora deve concludere gli studi universitari e che protegge con ogni attenzione perché non abbia a risentire delle tensioni e dei pericoli prodotti dal suo lavoro. A Palermo, in quegli anni, la mafia si mescolava alla società civile, apparentemente senza soluzione di continuità. Nobili e criminali frequentavano gli stessi bar, gli stessi salotti. Boris, che viene da Messina ed è libero da compromessi di amicizia con chiunque, si fa subito notare come persona diversa: lui non si mischia, lui seleziona i luoghi e le persone da frequentare, si tiene accuratamente alla larga dalle feste e passa al setaccio tutti, imprenditori e politici. Lo fa attivamente, con una carica vitale e allegra e una dose naturale di empatia che cattura chiunque entri in contatto con lui. I suoi superiori e soprattutto i suoi colleghi lo riconoscono come un funzionario con qualità spiccate di organizzazione e di leadership, necessarie a mettere in piedi quella squadra di eccellenze che passerà alla storia come la “Squadra dei Giusti”. La Squadra si troverà ben presto di fronte a una strage, consumata in un cantiere edile di viale Lazio da un manipolo di assassini vestiti da poliziotti: un gruppo violento, che verrà conosciuto come quello dei corleonesi, attacca le famiglie mafiose che governano Palermo. Boris capisce subito che l’atmosfera si sta facendo molto pericolosa e quando a sparire è il giornalista Mauro De Mauro, raddoppia gli sforzi per districare il prima possibile la matassa del legame tra crimine e politica. Non si uccide un giornalista senza che i piani alti ne sappiano nulla. E ha ragione. Il suo accanito lavoro di indagine lo porta ad individuare uno dei potenti che tiene le fila degli affari sporchi: il questore lo annuncia in una conferenza stampa, lo nomina come Mister X. L’indagine, però, viene bloccata e il caso De Mauro seppellito. Boris è furioso, ha le mani legate. La politica protegge se stessa, ma non i suoi servitori. Poco dopo anche il giudice Scaglione muore assassinato.

[line]

Per rivedere il secondo ed ultimo episodio della nuova fiction “Boris Giuliano, un poliziotto a Palermo”, cliccate sulla foto che segue, che vi indirizzerà direttamente al portale Rai.tv

1280x720_1464019151443_e01

[line]

Non resta che dare appuntamento a questa sera, subito dopo Affari tuoi su RaiUno, per assistere all’ultimo appuntamento con la serie “Boris Giuliano, un poliziotto a Palermo“, che seguiremo su BubinoBlog con le nostre consuete rubriche.

Buona visione … con BubinoBlog!!

75 Risposte

  1. Sanfrank ha detto:

    Rieccomi Ital. Effettivamente hai ragione per entrambe. Prime ero perso nel web per leggere un po’ di reazioni alla fiction e poi mi sono addormentato sullo scomodissimo pc come un Homer Simpson qualsiasi mentre brama la sua ciambella 😆

    Ora sono sveglio e ho aggiornato il link dell’episodio e domani completiamo il post col riscontro Auditel.
    …Buona notte a tutti

  2. ital ha detto:

    Buonanotte a tutti ….
    Frank e’ sparito ….. si sara’ perso nel web o addormentato sul pc …..Nel primo caso bisognera’ attivare il satellitare …per ritrovarlo almeno entro giovedi sera per la fiction con la Incontrada, nel secondo …. gli auguro la buonanotte e sogni d’oro!
    Ah ah ah

  3. #PEPPE ha detto:

    Grazie Fede

  4. ital ha detto:

    La miniserie che si e chiusa stasera meritava ascolti ancor maggiori dei buoni fatti ….. certo i temi trattati e la crudezza di alcune scene la rendono piu difficile da far seguire a un ancor piu vasto pubblico ….
    A me e’ piaciuta cosi …. deve darti un pugno n/ stomaco, deve trasmettere orrore e rabbia, ma anche la speranza e la convinzione che con esempio di persone come Giuliano, Dalla Chiesa, Falcone , Borsellino e tanti altri magari meno conosciuti , si puo cercare di costruire un Italia migliore …

  5. FEDE ha detto:

    Notte a tutti!
    Auguri #Peppe!

  6. #PEPPE ha detto:

    Grazie anche a te Ital!!!!!

  7. #PEPPE ha detto:

    Ital infatti la penso come te,bisogna anche avere curiositá nel vedere personaggi storici che in un modo o nell’altro hanno fatto la storia

  8. ital ha detto:

    Auguri a Peppe anche da parte mia !

  9. #PEPPE ha detto:

    Grazie Zeus!!!!!

  10. ital ha detto:

    Scuola, famiglia devono e possono fare molto per far conoscere i grandi protagonisti del ns. tempo ma anche i gggiovani devono avere la curiosita’ e la volonta di conoscerli e prenderne esempio:
    qualche volta quando vedo certi picchi d’ascolto under su prodotti vuoti e insulsi rimango.basito ….
    Questo non vuol dire demonizzare intrattenimento di spettacolo ….. la tv e’ anche svago …. ma la testa deve essere sempre collegata …. anche seguendo le scemate di Darwin ….
    Io amo ricordare un grande maestro che riempiva i teatri negli anni 90. …..scherzava, faceva ridere, ma dietro ironia faceva riflettere …. era Gaber con il suo teatro canzone ….
    Un rammarico grosso ….non averlo mai visto … live ….

  11. Zeus ha detto:

    Buonanotte a tutti!

    #Peppe ti auguro già da adesso tanto siamo dopo la mezzanotte tanti auguri di un buon e sereno compleanno!!!!

  12. ital ha detto:

    Problemi di connessione stasera …
    Il servizio pubblico ha il compito proprio di farci conoscere queste persone, questi uomini speciali che sono un messaggio e un esempio ….

  13. Zeus ha detto:

    Comunque scuola e famiglia sono importanti non tutto ma un punto di partenza

  14. Zeus ha detto:

    Peppe e Fede concordo con voi su tutto quello che avete detto per me l’istruzione è fondamentale il ruolo della scuola anche lo so non è tutto ma sarebbe un piccolo passo poi anche le mafie si combatte con l’istruzione loro di nutrono dell’ignoranza ,infine anche le famiglie hanno un ruolo di dover insegnare valori sani ai figli e no sempre accade

  15. #PEPPE ha detto:

    Zeus
    Sono d’accordo con te anche se a volte la curiositá di un uomo puó andare anche oltre l’istruzione

  16. FEDE ha detto:

    *#Peppe, giusto, ho dimenticato Felicia Impastato. Sul resto purtroppo concordo.
    *Zeus, sì ma… Basterà?

  17. Zeus ha detto:

    Fede aldilà dei target io credo che le scuole dovrebbero trovare il modo di far conoscere queste storie a non far dimenticare i giovani di tutto ciò.

  18. #PEPPE ha detto:

    Fede come ho scritto prima siamo noi i 1°ad aiutare queste associazioni mafiose,i giovani d’oggi(e parlo da 20enne)vogliono solo imitare Belen,Fedez e gente che cammina seminuda per la cittá.I giovani giá trascurano queste storie anzi dico di piú,non sanno nemmeno chi sono

  19. Zeus ha detto:

    #Peppe la mafia c’è sempre stata e purtroppo credo esisterà sempre noi l’unica cosa che dobbiamo fare è combatterla nel nostro piccolo quotidiano cercando sempre la legalità fa tanta rabbia le so.

  20. max31 ha detto:

    Notte a tutti, a domani!!

  21. #PEPPE ha detto:

    E Peppino impastato

  22. FEDE ha detto:

    La cosa che più mi preoccupa sono i target della fiction di ieri sera. Nel senso… C’è il rischio che le giovani generazioni tendano a trascurare queste vicende? C’è un rischio che la memoria in qualche modo si affievolisca? 🙁

  23. FEDE ha detto:

    Buonasera… Possiamo usare l’aggettivo “dura” per questa fiction? In ogni caso penso vada apprezzato lo sforzo di Rai1, che quest’anno ci ha fatto conoscere importanti storie del nostro Paese: Angelo Vassallo, Roberto Mancini, Luisa Spagnoli, Enrico Calamai, Lea Garofalo, Luisa Spagnoli, Boris Giuliano…

  24. #PEPPE ha detto:

    A me proprio innervosisce che Dio ti dona la vita e i mafiosi decidono quando toglierla,fanno addirittura le riunioni per decidere chi rimane in vita facendo a votazione…che schifo.
    Cmq la parte piú commovente é stata quando Alessandro da grande raccontava del padre

  25. Zeus ha detto:

    Con queste fiction la rai fa davvero un buon servizio pubblico facendo conoscere a molti la storia di un grande uomo ,devo ammettere che anch’io avevo sentito parlare di Boris Giuliano ma non conoscevo bene tutta la storia

  26. #PEPPE ha detto:

    Un altra storia raccontata come capolavoro fu quella di Borsellino interpretata magistralmente da Tirabassi

  27. max31 ha detto:

    Complimenti a Rai1 che ancora una volta ha raccontato una storia purtroppo vera

  28. Sanfrank ha detto:

    LUCANTONIO PREZIOSO
    24 maggio 2016 at 23:30 (5 minuti ago)
    Sanfrank cosa devo fare se voglio mettere una mia foto qui?
    ——————–
    Devi associarla al tuo nome utente, quando fai il login nel Blog

  29. Sanfrank ha detto:

  30. Sanfrank ha detto:

  31. Sanfrank ha detto:

  32. Sanfrank ha detto:

  33. GIANLUPOOH50 ha detto:

    Finale molto commovente sapendo che è successo davvero.

  34. Sanfrank ha detto:

  35. Sanfrank ha detto:

  36. Sanfrank ha detto:

  37. Veronica ha detto:

    Stasera ho visto la seconda parte, purtroppo ieri non ho potuto seguirla. E devo dire che mi e’ piaciuta. Io amo molte le biografie e sopratutto di questi eroi. Finale veramente commovente.

  38. Sanfrank cosa devo fare se voglio mettere una mia foto qui?

  39. #PEPPE ha detto:

    Sicuramente la paura é uno stato in cui tutti gli uomini di legge hanno ma la loro forza ha prevalso,purtroppo viviamo in un paese dove i primi ad essere corrotti siamo noi cittadini che appoggiamo la mafia,camorra ecc……,siamo in un paese dove il sangue sembra serva come un pane tutto perché si vuole il potere,loro si.nutrono di soldi e noi di rabbia ma esistono ancora nel mondo d’oggi forze dell’ordine che lottano e combattono per noi ma da soli non ce la possono fare,se miglioriamo anche noi il sistema invece di pensare a stronxate potremmo aiutare a combattere a queste SCHIFOSE ASSOCIAZIONI

  40. Zeus ha detto:

    Molto commovente la scena quando sono andati al mare a dire alla moglie della morte del marito e il figlio esce dall’acqua e capisce tutto con uno sguardo da brividi

  41. max31 ha detto:

    Finale molto commovente

  42. #PEPPE ha detto:

    Che strazio il finale,da commozione

  43. Zeus ha detto:

    Concordo con te Sanfrank in fondo la paura c’è l’hanno è per me se uno non ha paura sarebbe stupido in certi casi ma prevale il senso dello stato

  44. max31 ha detto:

    Bellissima la scena della famiglia in vacanza

  45. Sanfrank ha detto:

  46. Sanfrank ha detto:

  47. Sanfrank ha detto:

  48. Sanfrank ha detto:

    Peppe, in realtà non è del tutto corretto dire che non conoscevano la paura. Questi Uomini di Legge la paura sapevano cosa fosse, ma il senso dello Stato che avevano uomini come il Generale Dalla Chiesa, Boris Giuliano, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e tanti, tanti, tanti altri, prevaleva su tutto, anche sul fatto che da Roma lo stato non li tutelava.
    Spesso su questi valorosi Uomini si sentiva che la frase che era un “uomo morto che cammina”, che rendeva il senso della desolazione e di abbandono.

  49. Zeus ha detto:

    Come ho detto ieri la Grimaudo a me piace molto è bravissima la seguo da sempre da i tempi di non è la Rai mi piacque molto nei RIS e in medicina generale anche se fu un flop,meriterebbe più spazio nelle fiction.

  50. Sanfrank ha detto:

  51. #PEPPE ha detto:

    devo dire che prima di questa fiction non conoscevo molto bene il personaggio di Boris però guardando ieri sera e stasera posso dire che quest’uomo non ha mai conosciuto la parola paura

  52. Zeus ha detto:

    Praticamente lo stesso andamento di ieri inizio lento poi si riprende.

  53. #PEPPE ha detto:

    Quant’é brava cmq la Grimaudo

  54. Sanfrank ha detto:

  55. max31 ha detto:

    Ora mi sta piacendo molto

    brava la Grimaudo

  56. Sanfrank ha detto:

  57. Sanfrank ha detto:

    Ehe ehe ehe sempre vigile

  58. Sanfrank ha detto:

  59. ital ha detto:

    Letto caro frank ….. e risposto …..
    Tutto chiarito ….capitolo chiuso ….
    Grazie per la tua spiegazione quasi all’alba ….

  60. Sanfrank ha detto:

  61. ital ha detto:

    Che.mattanza …..
    Fino all’ omicidio del generale Dalla Chiesa , si fece molto poco …

  62. Sanfrank ha detto:

    Ciao Ital.
    Ieri ho letto il tuo commento nel post di Amici.
    Non so sei hai avuto modo di leggere la mia risposta.

    Per la fretta di vedere la puntata di ieri di Boris Giuliano, ho scritto un commento che non era rivolto a te ma era assolutamente generico, rivolto ai detrattori a prescindere di “Amici”, nello stesso commento in cui mi riferivo a te per altre questioni inerenti il televoto.

  63. #PEPPE ha detto:

    Hanno parlato anche dell’omicidio Impastato

  64. Zeus ha detto:

    Questa prima parte è di nuovo un po’ lenta mentre il finale di ieri era più scorrevole aldilà di questo particolare merita come fiction perché racconta la storia di un grande uomo

  65. Sanfrank ha detto:

  66. Sanfrank ha detto:

  67. max31 ha detto:

    Concordo con Peppe inizio lento anche questa sera

  68. #PEPPE ha detto:

    Anche stasera l’avvio é un po lentino

  69. ital ha detto:

    Ciao a tutti …..
    Stasera gran finale di questa bella miniserie: ben fatta e un plauso particolare a Giannini, davvero ben calato nella parte!
    Sono sincero …. non volevo seguire ennesima fiction sulla mafia ….. ma iniziato a seguirla , mi ha preso …. mi permette di ricordare tanti piccoli grandi eroi della infinita lotta alla mafia … di chi con caparbieta’ rischia la vita per una societa’ migliore …..

  70. Sanfrank ha detto:

  71. #PEPPE ha detto:

    Buonasera a tutti, mi ha fatto male sentire Boris quando vicino al giornalista in cimitero ha detto che forse un giorno lo chiameranno e da dietro lo spariranno

  72. Zeus ha detto:

    Scena molto cruda questa di Lo Verso

  73. Sanfrank ha detto:

    Arrivo anch’io, postato tutto e pronto all’ultima puntata di Boris Giuliano

  74. max31 ha detto:

    Eccomi, buonasera a tutti!!

  75. Zeus ha detto:

    Buonasera a tutti!
    Vediamo come prosegue questa interessante fiction stasera .