Crea sito

TODARO: “MILLY CARLUCCI UNA SECONDA MAMMA”, POI UNA RIVELAZIONE CHOC SU BALLANDO

Raimondo Todaro è entrato a Ballando con le Stelle che aveva appena compiuto 18 anni. Oggi ne ha 34. È cresciuto a suon di balli con i vip che Milly Carlucci gli ha affiancato nel corso delle varie edizioni dello show di Rai1. Intervistato da Bianca Guaccero a Detto Fatto, Todaro ha parlato dell’esperienza a Ballando e del rapporto con Milly con un particolare che ha suscitato il plauso della conduttrice (“è una cosa bellissima, posso fare un applauso?”). Infine, ha fatto chiarezza su Francesca Tocca ed Elisa Isoardi.

Le vittorie a Ballando con le Stelle

“Ognuna di loro ti ha lasciato qualcosa. Cristina Chiabotto chiaramente è come il primo amore, non si scorda mai. La prima vittoria. Fiona May è stata importante perché mi ha messo in risalto come insegnante. Mentre Cristina era abbastanza pronosticabile che vincesse, Fiona neanche papà puntava un centesimo. Veronica Olivier bravissima. Elisa Di Francisca è come una sorella. Ricordo con molta emozione quell’anno perché è nata mia figlia, praticamente in diretta. Giusy Versace probabilmente la più particolare ed emozionante come vittoria”.

Milly Carlucci, una seconda mamma

“Quando sono entrato a Ballando con le Stelle avevo appena compiuto 18 anni. Ora ne ho 34. Sono passato da giovanotto a ragazzo, uomo e papà. Più della metà della mia vita l’ho vissuta a Ballando. Milly è come una seconda mamma. C’è un rapporto speciale, hai presente quando una persona capisce come stai senza che dici nulla? Mi ha insegnato la professionalità e l’umiltà. Se c’è bisogno di fare le pulizie, le fa purché la squadra vada avanti”.

Con Elisa Isoardi c’è solo amicizia

“Più smentivi e più la gente non ci credeva. Con Elisa mi sono trovato benissimo, c’era un sacco di feeling e al tempo stesso è stata un’edizione particolare. A parte l’infortunio, discutevamo parecchio, ci stuzzicavamo, della serie l’amore non è bello se non è litigarello. Ne sono successe di tutti i colori”.

La fine del matrimonio con Francesca Tocca

“Non siamo stati la coppia che si lancia i piatti. Anche nel momento più brutto, quello del distacco all’inizio, ci siamo sempre voluti tanto bene. Per assurdo, per nostra figlia è stato complicato capirlo e accettarlo perché vedeva mamma e papà che si abbracciavano. Faceva fatica, però penso che quando vivi un amore tanto grande come il nostro, la separazione avviene perché c’è così tanto rispetto di quell’amore che non accetti qualcosa di minore”.