Crea sito

#ULISSE: ALBERTO ANGELA CELEBRA SU RAIUNO IL MITO DI MARIA ANTONIETTA

Dopo l’ottimo gradimento di pubblico e critica per gli speciali su Gerusalemme e Leonardo da Vinci, si rinnova in prima serata su Rai1 l’appuntamento con “Ulisse”, il programma di Alberto Angela dedicato alla storia, all’arte e alla cultura. Una nuova puntata esclusiva dedicata ad uno dei personaggi più intriganti della storia: Maria Antonietta, l’ultima regina di Francia.

In questa puntata di “Ulisse”, si racconterà la triste parabola e la leggenda nera che la storia le ha cucito addosso. Il 16 ottobre del 1793 a Parigi, poco prima di mezzogiorno, una donna vestita di bianco saliva i gradini che conducono al patibolo. Stanca e malata guardava in modo altezzoso la folla riunitasi a PIace de la Révolution, oggi Place de la Concorde, che le rivolgeva ingiurie ed epiteti. Sul quel patibolo c’era Maria Antonietta Asburgo Lorena, l’ultima regina di un regno, la Francia, che stava cambiando volto per sempre.

Insieme ad Alberto Angela, si entrerà nella reggia di Versailles, dove Maria Antonietta arrivò appena quattordicenne. Sua madre, Maria Teresa d’Austria, la promise in sposa al nipote di Luigi XV. Un matrimonio voluto per mettere pace tra gli Asburgo e i Borbone, nemici da sempre sui campi di battaglia europei. A Versailles, però, Maria Antonietta trovò una corte molto diversa da quella che aveva immaginato di conquistare e sognato di vivere con leggerezza. Per tutti è “l’austriaca”, incapace per ben sette anni di dare un erede al trono di Francia.

Nella sala degli specchi e lungo i maestosi giardini, negli appartamenti privati della regina, ritornati dopo un lungo restauro alla loro assurda magnificenza, e nel suo rifugio intimo e privato, il Petit Trianon, si scoprirà il vero volto di un’adolescente piegata dall’etichetta e sfinita dalle maldicenze. Si conosceranno i suoi nemici, su tutti la favorita di Luigi XV, Madame Du Barry, ma anche i suoi “cari amici”. A diciotto anni, infatti, durante un ballo in maschera incontrò il conte Hans Axel di Fersen. Nascerà un rapporto che negli anni non smetterà di crescere e si trasformerà in un grande amore. La prova di quell’amore sono le lettere che la regina stessa ha scritto per il suo amato conte svedese e che Ulisse è andato a filmare negli archivi nazionali di Pierrefitte. Lettere che, dopo una censura durata secoli, sono state finalmente decriptate dalla Fondation des Sciences du Patrimoine.

Oltre che regina di Francia, Maria Antonietta è stata una regina della moda. Vestiti e gioielli erano per lei una dolce ossessione. Il suo stile, la sua eccentricità, hanno attraversato i secoli e ispirato stilisti e star di Hollywood.

Quando alle porte della Storia bussò impetuosa la Rivoluzione Francese, per lei oramai non ci sarà più scampo. I rivoluzionari, Robespierre in testa, useranno infatti Maria Antonietta come capro espiatorio di tutti i mali di Francia. Proprio nel momento più difficile, rimasta vedova, privata dell’affetto dei figli e colpita anche da un’infamante accusa, quella d’incesto col proprio figlio, Maria Antonietta saprà ritrovare la dignità della grande regina che non è riuscita ad essere quando era sul trono. (Ufficio stampa Rai)

27 Risposte

  1. cry ha detto:

    Alberto a Versailles
    inserts cuoricini

  2. Ceruleo ha detto:

    Buonasera e buon viaggio nella scoperta.

  3. Ital ha detto:

    Una puntata curiosa e importante….dietro questo personaggio Maria Antonietta…..l’emergente …rivoluzione francese

  4. Ceruleo ha detto:

    Menomale che la Contessa Eleonora Daniele è migliore di questa

  5. Ital ha detto:

    Versailles e’ stupenda e grandiosa ….
    Consiglio a tutti di visitarla…

  6. cry ha detto:

    A livello televisivo versailles è proprio bellissima.

  7. Ital ha detto:

    Credimi…lo e’ anche dal vivo …

  8. Maxino81 ha detto:

    Buonasera, mi sono sempre chiesto se fosse nata prima la reggia di Caserta o quella di Versailles. Entrambe mai viste dal vivo

  9. Ceruleo ha detto:

    Legame saffico

  10. Ital ha detto:

    Comunque …molte di queste vicende sono ben raccontate nel fumetto e nel cartone animato di Lady Oscar ….

  11. Ital ha detto:

    Maria Antonietta …a suo modo influencer dell’epoca ….

  12. Ital ha detto:

    E quella che sarà la rivoluzione francese …avanza …

  13. Alex Paris ha detto:

    Favoloso racconto Versailles bellissima e poi quante notizie su Marie Antoinette

  14. Ceruleo ha detto:

    Che voltastomaco l’anteprima di quel programma 🤢

  15. Ital ha detto:

    Sempre fantastico il modo in cui Angela …racconta le cose …lo ripeto e’ il professore ideale …per la semplicità con cui si esprime e tiene alto l’interesse…

  16. Alex Paris ha detto:

    Sono soggiogato dal racconto

  17. Arci ha detto:

    In questo momento il Duca Ranieri narra la congiura verso la Corona ghghgh

  18. Alex Paris ha detto:

    Eccezionale

  19. Elisa ha detto:

    Bellissimo. Ero troppo presa per venire a commentare. 😀

  20. Ital ha detto:

    Un altra bella puntata di Ulisse ….
    Un po lunga , ma come sempre coinvolgente ….

  21. Ital ha detto:

    In Francia i Re sono stati ghigliottinati ….
    Da noi invece gli ex regnanti dopo un lungo esilio …vivono girando i talent e i reality ….

  22. cry ha detto:

    Povero filiberto ghghhh

  23. Ital ha detto:

    La storia …ci mette di fronte a momenti emblematici e crudeli ….
    E sabato prossimo …si torna in Italia con la Sicilia del Gattopardo ….

  24. Ital ha detto:

    Buonanotte a tutti …

  25. Ital ha detto:

    Comunque Maraia …ha fatto chiudere Striscia prima …per partire 5 minuti prima di Ulisse …

  26. Dario S ha detto:

    La reggia di Versailles fu costruita quasi cento anni prima di quella di Caserta. Io a Versailles ci sono stato circa 4 volte, è bellissima, spettacolare e tanto sfarzosa ma quella di Caserta credo che sia migliore…diciamo che è molto più regale e sobria.

  27. Dario S ha detto:

    Caspita…ogni volta che mi trasferiscono a Parigi per lavoro cerco sempre di farmi un giretto…non si finisce mai di incantarsi a cotanta bellezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *