UNA GIORNATA PARTICOLARE: ALDO CAZZULLO RACCONTA LA GRANDE STORIA SU LA7

Una giornata particolare

Il vicedirettore del Corriere della Sera Aldo Cazzullo debutta come conduttore di La7 con “Una Giornata Particolare”, il nuovo programma di storia che debutta mercoledì 14 settembre in prima serata. Sei appuntamenti per ricordare altrettanti momenti storici.

Si parte questa sera dalla marcia su Roma di Benito Mussolini nel 1922, mercoledì prossimo l’assassinio di Giulio Cesare, a seguire l’incontro tra San Francesco e il Papa che cambiò la storia della cristianità e lo stupro della pittrice Artemia Gentileschi, la prima donna a firmare i suoi quadri e prima donna a far condannare il suo violentatore in un processo.

Poi la fuga di Napoleone dall’isola d’Elba e Galileo Galilei, costretto per non finire sul rogo come Giordano Bruno a dire che le proprie scoperte non erano vere. “C’è la grande storia ma anche i dettagli: gli amori, i vestiti, le monete, quel che si mangiava e quel che si beveva. E poi le immagini. Abbiamo girato in posti bellissimi, a volte in stanze mai viste”.

Cazzullo anticipa che per la marcia su Roma, hanno girato tra Quirinale e Viminale. “Per San Francesco, gli affreschi di Giotto e Cimabue, Greccio dove inventò il presepe, Subiaco dove c’è il suo primo ritratto, il Laterano dove lo accolse il Papa. Lo scenario di Artemisia è la Roma barocca di Bernini e di Caravaggio. Per Napoleone abbiamo girato nel Louvre vuoto”.