Crea sito

USA WATCH 2019: I TELEFILM PIÙ PROMETTENTI IN PARTENZA SULLE TV GENERALISTE AMERICANE… CHE POTREBBERO FAR BENE IN ITALIA

Dopo aver predetto il boom di The Good Doctor mesi prima della messa in onda in America (e aver chiesto alle tv italiane di scommettervi) e dopo aver parlato di New Amsterdam e Manifest (poi effettivamente arrivate su Canale5), torna lo speciale USA WATCH, ovvero il laboratorio d’osservazione delle serie americane in partenza sulle Tv generaliste d’oltreoceano che potrebbero avere successo sui nostri principali canali televisivi.

Nessuno ha la sfera di cristallo, nessuno può prevedere quali saranno gli ascolti in patria e nessuno ha ancora visto il girato completo, ma questi che vi proponiamo di seguito sono i prodotti autunnali delle generaliste USA che hanno più potenziale e ve ne illustriamo i motivi. Teniamo inoltre a ribadire l’importanza dell’elemento freschezza – oggi è quanto più mai necessaria una semi-contemporanea della messa in onda per non disperdere il pubblico – e anche del marketing… se una serie non è ben promossa, si parte già male.

EMERGENCE (Licenziatario: Disney-ABC. In onda su ABC dal 24/09/2019)

Trama — Una ragazzina che sembra essere dotata di poteri paranormali sconvolge la vita di Jo, una donna capo dipartimento di polizia. Trovata sulla scena di un incidente aereo, la ragazzina non era sulla lista dei passeggeri e nessuno la cerca. Un giorno si presentano due persone che affermano di essere i genitori, Jo non crede alla loro versione e questi fuggono. Jo si propone di proteggere la ragazza e ospitarla in casa: qualcuno inizia a pedinarli e accadono nuovi fenomeni.

Perché sì? — La serie si inserisce nel filone mystery-thriller che di solito fa gola a chi organizza i palinsesti estivi e la storia si intreccia con le dinamiche di una singola famiglia invece che di un collettivo. Il mistero non riguarda un incidente aereo, ma l’arrivo di questa ragazzina di cui nessuno sa nulla e che influenza gli apparecchi elettronici.

Perché no? — Già visto, già sentito. E’ un po’ l’effetto delle serie tv misteriose venute dopo Lost. La verità è che non potremmo mai dirlo finché non saranno disponibili i primi episodi. Il rischio replica, però, c’è.

EVIL (Licenziatario: CBS Studios. In onda su CBS dal 26/09/2019)

Trama — Una psicologa scettica unisce le forze con un sacerdote per indagare su eventi e incidenti di natura sovrannaturale. Cosa vi ricorda? Il Tredicesimo Apostolo con la Pandolfi e Gioè! Con la differenza che qui c’è di mezzo un terzo (incomodo?) personaggio a fare squadra nei casi di puntata e che la linea orizzontale non prevede uno zio a capo di una congregazione. Missione: combattere tutte le sfumature del male e risolvere i casi distinguendo tra possessione malefica e malattia mentale.

Perché sì? — Come già detto ricorda una nostra fiction, ma l’impostazione della storia sembra adottare un linguaggio decisamente più serio e una cinematografia di tutto rispetto. Lo si intuisce già dai toni e dalle atmosfere cupe presenti nel trailer, una produzione lontana dai canoni di CBS spesso identificata come rete adatta solo ad anziani. Dai creatori di The Good Wife e nel cast figura Michael Emerson (Lost, Il Nome della Rosa).

Perché no? — Quel che può essere un punto di forza può trasformarsi in debolezza. La realtà è che Evil fa veramente paura e forse può risultare indigesto al pubblico italiano di una prima serata, ancor più di un’ammiraglia. Ma se finisse su Rai4 sarebbe veramente sprecato.

ALMOST FAMILY (Licenziatario: NBC Universal. In onda su FOX dal 02/10/2019)

Trama — Leon (Timothy Hutton) è un dottore in vista di una clinica per la fertilità quando un giorno i media scoprono lo scandalo: con il suo sperma avrebbe fatto nascere almeno 100 bambini. La figlia Julia (Brittany Snow) si ritrova dunque a dover essere sorellastra di tante persone a lei sconosciute. In particolare, si fanno avanti due donne (una, addirittura, è una vecchia amica) nate grazie anche al padre e con loro stringerà un rapporto inedito di sorellanza per affrontare i mille problemi derivati dalla situazione.

Perché sì? — È un tema attuale e di narrativa bianca, cioè che può interessare a un pubblico ampio dato che prescinde dai paletti di genere. E molte fiction italiane rientrano proprio in questo parametro generalista. Si tratta poi di un adattamento di una serie Netflix australiana e il materiale di partenza è più che buono. Serie realizzata dai produttori esecutivi di Parenthood e dagli sceneggiatori di Desperate Housewives.

Perché no?— Lo svolgimento della storia potrebbe soffrire di un eccesso di americanizzazione, con contesti forse troppo lontani dalla realtà europea. Un difetto sempre presente e di solito marginale nelle produzioni statunitensi, ma che qui è acuito dal tipo di storia affrontato, quello della quotidianità di una famiglia (allargata).

12 Risposte

  1. darkap ha detto:

    Ciao Frank, invece mi attira molto Evil. Come ho detto mi ricorda Il Tredicesimo Apostolo, che ancora grida vendetta per la mancata terza stagione 🙁 Ed Emergence, con le tue stesse osservazioni 😉

  2. Fabio Nicoletti ha detto:

    emergence mi ricorda believe… cancellata alla prima stagione

  3. stek ha detto:

    darkap scusami se ti faccio questa domanda qui in questo spazio dei telefilm americani ma non sapevo dove scrivertelo non ho il tuo contatto, ma non so a chi chiedere su un telefilm italiano gone quando debutta su topcrime visto che davide maggio aveva scritto cosi che debuttava dopo in prima tv su topcrime ecco il link https://www.davidemaggio.it/archives/176428/palinsesti-canali-tematici-mediaset-autunno-2019 è un errore o è vero tu hai notizie ne sei al corrente che quest autunno debutta su topcrime oltre che è andato su rete 4?

  4. stek ha detto:

    ok grazie

  5. darkap ha detto:

    Partirà nel 2020 ma non andrà sulle tv generaliste USA

  6. Ital ha detto:

    Grazie per questa ….vetrina …Ruben
    Prodotti interessanti…ma a mio parere tutti adatti a reti cadette …

  7. stek ha detto:

    stargirl aspetto

  8. Elisa ha detto:

    Vorrei vedere le prime due. Almost Family mi sembra poco interessante.

  9. Modica2 ha detto:

    L’appuntamento più atteso di bubinoblog😍 anche se quest’anno è piuttosto fiacco di novità… Evil P-E-R-F-E-T-T-A per canale 5, magari sotto le feste in semi contemporanea, Emergency per la domenica di Rai 1 al posto delle replicacce di Montalbano, Almost family forse per Rai 2 o Italia 1, mi sembra poco adattabile al contesto italiano

  10. darkap ha detto:

    Emergence spero non sia come altri tf sci-fi in cui la premessa e l’esecuzione dei primi episodi è boom, poi però si perde in un bicchier d’acqua

  11. darkap ha detto:

    Una stagione americana di nuove partenze non troppo scoppiettante questa. Però questi sono i prodotti più interessanti per l’Italia, secondo il mio personale punto di vista 😉

  12. Harold ha detto:

    Concordo, sono le serie autunnali più interessanti, in particolare vedo bene evil su Italia 1 e emergence su RAI 1 oppure su canale 5. Quest’ultima in particolare sembra promettere bene considerando anche che l’ABC ci sa fare con i thriller