Crea sito

X FACTOR 13 UN PASSO INDIETRO – RECENSIONE DEL PRIMO LIVE

E  anche quest’anno siamo arrivati al primo live di X Factor su SkyUno, un’abitudine ormai consolidata da quasi 10 anni. A Sky ci hanno abituato talmente bene che ogni anno ti aspetti di più o almeno la stessa qualità del precedente, eppure quest’anno l’impressione è che si sia fatto un passo indietro, la prima volta da quando il talent è in onda sulla paytv. La giuria, i talenti e perfino la regia e il nuovo studio non hanno funzionato alla perfezione, cerchiamo di capire nel dettaglio in questa recensione cosa ha fato storcere il naso e sgonfiato l’entusiasmo.

Nuova giuria impacciata e da rivedere

X Factor è una macchina perfetta, ma per saperla governare e farla esplodere in tutta la sua potenza bisogna avere esperienza. Quando cambi 3/4 di giuria è sempre un terno al lotto e devi sperare che i nuovi siano quantomeno all’altezza della situazione, anche se non puoi aspettarti subito che entrino nel meccanismo come lo erano i giudici stra-rodati della passata edizione. Come sempre Mara Maionchi spadroneggia regalando perle di saggezza e divertimento, e facendo un lavoro eccelso sui suoi talenti, tra i 3 nuovi l’unico che sembra essere più pronto è un pò a sorpresa Samuel, non è un caso infatti che i talenti dei due giudici sopracitati non siano andati in ballottaggio. Da rivedere Malika, visivamente emozionata e ingessata, non è riuscita a lasciarsi andare passi per la mancanza di tempi tv (quelli si imparano col tempo), ma delude anche nelle scelte (per carità raffinatissime e alte) dei pezzi per i ragazzi. Quando avrà compreso appieno che il suo ruolo è quello di tirare fuori il talento dei suoi giovani ragazzi, mettendoli a loro agio e non fare esercizi di stile, con pezzi a lei confacenti ma completamente fuori dal contesto di ognuno dei suoi avrà compiuto il definito passo avanti.

Sfera è stato invece la delusione più grande, la conferma che non tutti possono sedere a quel tavolo solo perchè sei un’idolo di ragazzi e ragazzine e hai venduto il mondo. Io più che un artista fatto ho visto un ragazzo spaesato, che sbaglia scelte stilistiche per le sue ragazze difatti 2 su 3 finiscono al ballottaggio. Abbastanza fuori contesto, appare come il palco di X Factor sia troppo grande per lui, dal paragone con Fedez ne esce con le ossa rotte, non ha lo spessore e la cultura musicale minima richiesta per poter essere un giudice di X Factor. Tra l’altro macchia definitivamente la sua prima puntata con l’attacco fastidioso e infantile a Mika e al suo modo di vestire (premetto che Mika visto la sua storia musicale, e l’intelligenza ed eleganza artistica e non guadagnatosi in 10 anni di carriera, può andare in giro anche in mutande, tanto per dire che può permettersi di vestire come vuole visto che la credibilità che si è guadagnato), non capendo minimamente le critiche taglienti ma giustissime, che l’artista libanese stava facendo a lui e al suo staff per l’incapacità di gestire al meglio Giordana.

Talenti sottotono

X Factor ovviamente vive di giuria e talenti, e purtroppo quest’anno l’impressione che si è avuta al primo live è che il livello di quest’ultimi sia decisamente più basso rispetto alle ultime annate. Mancano i picchi dei Maneskin, di Anastasio etc, probabilmente è colpa anche dei nuovi giudici che come detto prima devono entrare più nel meccanismo e far rendere al meglio i ragazzi, ma tant’è la prima impressione non ha entusiasmato. Si intravedono delle “luci” come Lorenzo e Enrico per Malika, Sofia per Sfera, I Booda e i Seawards per Samuel e Nicola per Mara, riusciranno i nostri giudici a farle accendere?

Nuova Location regia e luci

Se anche il sempre perfetto Alessandro Cattelan è apparso a più riprese impacciato qualcosa allora non ha davvero funzionato, come detto prima in questi anni X Factor ci ha abituati ad un livello di confezione del prodotto molto alto, ieri è sembrato mancare qualcosa. La nuova location non sembra essere all’altezza della X Factor Arena, e ne risentono anche la regia e le luci, no so se siano cambiati regia e tecnici ma l’impressione è quella di aver fatto un passo indietro sotto questo aspetto, con il proseguo delle puntate sono quasi sicuro che le cose non possano che migliorare.

2 Risposte

  1. Paulucci ha detto:

    I giudici sono noiosi, tranne Mara e Sfera. Samuel televisivamente è inadatto e Malika non sta simpatica a molti caratterialmente. Infatti quando è entrato MIKA ha dato una pista ai nuovi.

    Comunque i tempi di Morgan, Arisa, Elio e Ventura sono lontani.

  2. Guasty ha detto:

    XF come show non si smentisce mai ed è una certezza, ma la giuria st’anno mi pare proprio moscia, anche la stessa Mara mi è sembrata quasi “castrata” (almeno fino alle auditions). Gli ascolti lo dimostrano e se il punto più alto è stato il tipo che cantava “Carote” due domande uno se le fa. Sono convinto che una giuria più da “show” come quella di The Voice avrebbe spaccato ad XF 13. Guè avrebbe rimpiazzato alla grande Fedez (ricordo ancora delle ottime assegnazioni ai suoi a TVOI) ed Elettra Lamborghini l’avrei vista benissimo, nel suo habitat naturale, nel “lusso” di Sky.